Teatro PalaFolli, torna la rassegna di commedie Ascolinscena

redazione picenotime.it

11 Novembre 2015

Sabato 14 novembre 2015 alle ore 21:00 torna al PalaFolli di Ascoli Piceno la Rassegna di Commedie Ascolinscena organizzata dalle compagnie Castoretto Libero, DonAttori, Li Freciute e la Compagnia dei Folli. La Nona Edizione di Ascolinscena presenta otto spettacoli, selezionati tra gli oltre trenta giunti da tutta Italia. Per la serata inaugurale della Rassegna salirà sul palco del PalaFolli la Compagnia Castoretto Libero con lo spettacolo fuori concorso “Sant'Emiddie miè”.

E’ l’undicesimo lavoro messo in scena dall’Associazione Teatrale Castoretto Libero nel corso dei suoi sedici anni di attività, per un totale di oltre cento repliche rappresentate sino ad oggi. La prima “commedia” risale al 2000 e fu realizzata in occasione della festa parrocchiale  con la collaborazione corale degli amici componenti il comitato dei festeggiamenti, l’originaria “Compagnia dell’Angelo”. L’impegno, la generosità e la serietà sono rimaste immutate, degne di un gruppo professionale.

La scelta di Castoretto Libero di rappresentare delle commedie ha come obiettivo quello di far divertire anche chi solitamente non assiste a spettacoli in genere. I palchi allestiti durante le feste, nei vari paesi e nelle varie parrocchie, su cui ci si esibisce come “guitti d’altri tempi”, diventano un naturale punto d’incontro per provare a trasmettere l’amore per il teatro alle nuove e alle vecchie generazioni.“Sant'Emiddie miè” è una commedia musicale nata per il Laboratorio di Drammatizzazione della Scuola Massimo D’Azeglio, scritta dalle insegnanti Marisa Cameli, Franca De Vecchis, Maria Vincenza Naticchioni e Graziella Tarli. 

Sul palco vedremo Sant’Emidio discutere con due Angeli birichini, che dovranno far incontrare le famiglie di due innamorati lontane per ceto e condizioni sociali. I due ragazzi si chiamano, non casualmente, Giulietta e Romeo, e qui il pretesto di giocare anche con il “teatro” e la sua magia. Da sfondo la città di Ascoli, la Quintana e suoi colori, il dialetto ascolano e i pungenti proverbi e detti popolari, sfornati da una nonnetta arzilla.

Enzo Simonelli è un Sant’Emidio infaticabile nell’attenzione che presta ai “suoi” ascolani; Alessandra Tofani e Walter Galotto sono due angeli scatenati nell’interferire con le faccende terrene; Maria Grazia Isolini è una nonna vivace e chiacchierona; Diana Fortunati e Mario Paoletti sono i predestinati Giulietta e Romeo; Giuseppina Ricci, e Alessandro Spadea, genitori di Romeo, sono due conti rimasti solo con il loro blasone, ma senza un soldo; Simona Galanti e Marco Olori, genitori di Giulietta, sono la cuoca e il ciabattino, vivaci personaggi popolari; Lucrezia Piermarini è la giovane cantastorie che accompagnerà le varie vicende della commedia. 

Costumi e trucchi di Colomba Spalazzi, costume di S. Emidio a cura di Anna Laura Bianchini, progetto grafico di Giulia Fratoni, tecnico audio Leonardo De Carolis, tecnico di scena Pierluigi Nardinocchi, scelte musicali e aiuto regia Maria Vincenza Naticchioni. La regia è affidata a Paolo Fratoni. Inizio spettacolo ore 21:00 – Ingresso € 10,00. E' possibile sottoscrive ancora abbonamenti alla Rassegna Ascolinscena fino a sabato 14 novembre.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni