La Logica Cestistica AP inizia bene il 2016 battendo il Basket Giovane Pesaro

Bruno Allevi

10 Gennaio 2016

Gara intensa che la Logica Cestistica AP ha condotto fin dal primo secondo, portandosi spesso oltre la decina di vantaggio, ma concedendo di volta in volta, a mo d’altalena, il riavvicinamento della squadra ospite Troppe palle perse (20) in rapporto alle 12 recuperate. L’altezza fisica ha permesso agli ascolani di recuperare 26 rimbalzi in difesa ed 11 in attacco. La gara è stata agonisticamente piacevole, soprattutto perché in campo  da ambo le parti si confrontavano giovani under. Qualche nervosismo in campo per alcune valutazioni dell’arbitro Abbassi con non uniformità di giudizio, soprattutto nel tocco piede-pallone, con episodi che hanno scatenato il disappunto di Angeli (tecnico) e intera panchina ascolana. L’aumento dei  decibel acustici, per i fischi del pubblico, si è avuto quando un giocatore avversario, in contropiede, si è allungata la palla , che avanzava a terra, spingendola col piede e andando a canestro (convalidat). La chiave della vittoria ascolana sta nella crescita collettiva (manca ancora da registrare meglio la difesa), nella coesione tra under–senior–over. Il duo italo-argentino-ascolano Mazzella ed il giovane Fornetti è risultato micidiale (49 punti insieme), confermando la crescita del play, già pronto per salto di categoria. E’ ammirevole questo ragazzo: lascia il paese per conoscere la terra dei suoi avi, si confronta quotidianamente con una realtà ambientale nuova, si impegna ad interagire positivamente con la lingua e tradizioni italiane, con giovani provenienti dai diversi paesi, ospitati dalla società in appartamenti adeguati. E’ la nuova linea societaria di dare spazio agli under su cui fondare i futuri campionati. Al citato duetto vanno aggiunti tutti gli altri: Albertazzi (5 RD), Angeli, oggi un po’ nervoso per qualche fallo subito e non rilevato dai direttori di gara. E’ entrato deciso in campo Alamo-Gorostiza ( giovane italo-cubano), sempre costante come rendimento Cavoli, più determinato Gazineo nella parte finale della gara.. Coach Binetti si era trovato in difficoltà per non poter utilizzare Addazi e Cataldi, ancora in fase di recupero fisico, ma ha utilizzato i  7 atleti a disposizione con  vincente rotazione. Il Basket Giovani Pesaro ha cercato sempre di alzare il ritmo della gara, riportandosi spesso  alle costole degli ascolani, grazie anche ai tanti errori della Logica Cestistica in fase di TL. Coach Romanelli le ha provate tutte, ma la giornata di Fornetti e Mastella non permetteva altre soluzioni. A termine gara lo sponsor Logica si è congratulato con tutti gli atleti.


TABELLINO

Logica Cestistica AP – Basket Giovane Pesaro  80–73  (24 – 21 ; 19 – 19 ; 17 – 11 ; 20 – 22)


LOGICA CESTISTICA AP :Angeli 8, Fornetti 26, Cavoli 4,Alamo 7, Albertazzi 6, Cataldi ne, Addazi ne, Gazineo 6, Mazzella 23. All,. Binetti, 1°ass. Mancinelli.

BG-Pesaro: Santinelli 14,Giacomini 7,Donini 5,Andreani 6,Santinelli E.10, Baiocchi14,Sorcinelli 10,Di Luca 7,Baldassarri, Baldelli, All.Romanelli/   Santinelli

Arbitri: GUERCIO di Ancona e ABBASSI di AP.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni