"INCHIESTA SUL DARWINISMO" ALLA LIBRERIA RINASCITA DI ASCOLI

Redazione Picenotime

03 Ottobre 2012


Robert Reich, il ministro americano del Lavoro sotto la prima amministrazione Clinton, in un suo articolo di qualche mese addietro ammoniva contro la rinascita del "darwinismo sociale" negli Stati Uniti. Cosa intendeva? In Europa e specialmente in Italia possiamo affermare di essere soggetti agli stessi fenomeni sociali d'oltreoceano? Sabato 6 Ottobre alle ore 17,45, presso la Libreria Rinascita di Ascoli Piceno, verrà presentato il libro "Inchiesta sul darwinismo", di Enzo Pennetta, un'iniziativa organizziata dall'Associazione Piceno Tecnologie. L'autore illustrerà il suo lavoro, un fedele racconto della storia di una teoria scientifica, che ben presto si è trasformata in un paradigma sociale, influenzando nei secoli la politica, l'economia e la scienza.

La cronaca e l'attualità mostrano che nel mondo contemporaneo la scienza ha assunto la funzione di legittimare il potere, molte delle scelte più importanti non possono infatti essere compiute senza il sostegno di questa autorità, l'unica in grado di generare un consenso unanime. Questo stato di cose ebbe inizio nel Seicento quando in Inghilterra si fece strada l'idea di uno Stato legittimato da una classe di scienziati: fu Francis Bacon a proporlo nella Nuova Atlantide. Da quell'idea nacque la Royal Society, la "casta sacerdotale" di scienziati che avrebbe supportato l'Impero Britannico.

Tuttavia fu ben presto evidente che quella casta aveva bisogno di un testo di riferimento, di una nuova "Bibbia" capace di offrire una nuova visione del mondo: l'occasione buona sarebbe giunta nel 1859 quando Charles Darwin pubblicò "L'Origine delle specie". Era una teoria che si prestava a divenire una sorta di seducente mito della creazione moderno, un mito basato sulle idee classiste dell'economista Thomas Robert Malthus; da allora quelle idee si sono affermate come verità di natura, giungendo ad orientare le politiche degli stati occidentali e delle Organizzazioni Internazionali non esclusa l'ONU. Una vicenda di cui questo libro vuole essere il puntuale e fedele racconto.

Enzo Pennetta, biologo, insegnante di scienze naturali, si occupa d'iniziative legate alla didattica delle scienze e di attività di formazione culturale. Nato a Roma nel 1960, ha conseguito nel 1984 la laurea in Scienze biologiche presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", nello stesso anno ho iniziato a lavorare come insegnante. Nel 1989 ha conseguito una laurea in Farmacia, presso la stessa Università "La Sapienza". Tra le sue varie pubblicazioni troviamo "Gli ultimi cavalieri dell'Apocalisse (2004) e "Extraterrestri: le radici occulte di un mito moderno" (2011).
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni