Ascoli-Prato 1-1, pagelle dei bianconeri dopo un pari amaro

Redazione Picenotime

01 Dicembre 2013

La 14esima giornata del girone B di Lega Pro Prima Divisione vede l'Ascoli impegnato allo stadio Del Duca contro il Prato, squadra toscana che ha perso una sola volta in campionato e che vanta 19 punti in classifica.

Giordano, in uno stadio praticamente deserto e sotto una pioggia gelida, presenta un inedito 4-2-3-1 con Hanine, Tripoli e Falzerano a sostegno di Malatesta. Partono forte i bianconeri che al 12' passano meritatamente in vantaggio con Scalise, lesto a ribadire in rete in destro una bella punizione dal limite di Tripoli che si era stampata sul palo. I toscani di Esposito non riescono quasi mai a superare la metà campo e i padroni di casa vanno più volte vicini al raddoppio con uno strepitoso Pestrin e con i tentativi di Tripoli e Capece. Ad inizio ripresa l'allenatore biancazzurro schiera Silva Reis al posto dell'evanescente Tiboni, una mossa che si rivela azzeccata. Il neo entrato al 63' serve splendidamente nel corridoio centrale Serrotti che tutto solo davanti a Russo non sbaglia con il piatto destro. Gli ospiti però rimangono in dieci al minuto 77 per la giusta espulsione di Ghinassi (doppio giallo), ma i bianconeri non trovano la forza per ottenere l'intera posta in palio nonostante gli ingressi di Gandelli, Gragnoli e Iotti. FInisce 1-1, con il Picchio che sale a quota 11 punti in classifica in vista della prossima difficile trasferta sul campo del Benevento.

TABELLINO

ASCOLI: Russo, Scalise, Giacomini, Rosania, Pestrin, Scognamillo, Falzerano, Capece, Malatesta (76' Gragnoli), Tripoli (89' Iotti), Hanine (66' Gandelli). A disp. Pazzagli, Massei, Schiavino, Scicchitano. All. Giordano

PRATO: Layeni, Bagnai, De Agostini, Roman, Malomo, Ghinassi, Grifoni, Cavagna, Tiboni (46' Silva Reis), Lanini (80' Papini), Serrotti. A disp. Brunelli, De Pasquale, Corvesi, Cela, Celentano. All. Esposito

Arbitro: Guccini di Albano Laziale

Reti: 12' Scalise, 63' Serrotti

Espulso: 77' Ghinassi

PAGELLE

Russo: Voto 6. Gli attaccanti biancazzurri non lo impensieriscono per quasi tutto l'arco della gara, ma sul piatto destro ravvicinato di Serrotti non riesce ad abbassare la saracinesca. Non ha particolari colpe

Scalise: Voto 6,5. Lesto nel ribadire in rete la punizione sul palo di Tripoli, una gioia personale coronata dalla solita prestazione di corsa, cuore e grinta. Encomiabile

Rosania: Voto 5,5. Troppo impreciso in fase di impostazione, prova a rimediare non togliendo mai la gamba nei contrasti ma in occasione del pari toscano si fa infilare facilmente. Disattento

Scognamillo: Voto 6,5. In netta fase di crescita, nella prima frazione si rende protagonista di un paio di recuperi in scivolata da applausi. Tutt'altro giocatore rispetto allo stopper incerto d'inizio stagione. Brillante

Giacomini: Voto 6. Poco impegnato in fase difensiva, prova a cercare gloria nella metà campo avversaria, ma non sempre ha la giusta forza per arrivare sul fondo e sfornare cross interessanti. Può fare meglio

Pestrin: Voto 7,5. Soprattutto il primo tempo è da stropicciarsi gli occhi, trascina come un gladiatore la squadra, non perde un duello in mezzo al campo e dà il la a tutte le manovre bianconere. Alla grinta e all'esperienza unisce ottime doti tecniche, meriterebbe altri palcoscenici. Stupefacente

Capece: Voto 6. Tenta la fortuna con un paio di conclusioni interessanti dalla distanza, è migliorato nella fase interdizione anche se il calo fisico nella ripresa è piuttosto evidente. Stoccatore

Hanine: Voto 5,5. Schierato a sorpresa sull'out di destra, non lesina impegno e disciplina tattica ma non trova mai lo spunto vincente per mettere in difficoltà il dirimpettaio De Agostini. Evanescente

Tripoli: Voto 6. Ha il merito di scoccare la punizione che partorisce il gol di Scalise, poi però non riesce ad essere pungente in area di rigore nonostante le occasioni propizie non manchino. Esce dolorante nei minuti finali. Leggerino

Falzerano: Voto 5,5. La classe è cristallina, ma su un campo pesante fatica a cambiare marcia e si intestardisce troppo spesso nel dribbling. Un pizzico egoista

Malatesta: Voto 6. Si becca un giallo "record" dopo appena 15 secondi, si sbatte come un forsennato tra i centrali toscani, gioca bene di sponda per i compagni ma non è abile a trovare la giocata vincente da centravanti di razza. Gregario

Gandelli: Voto 5,5. Uno scampolo onesto di partita, ma propro all'ultimo secondo ha un pallone invitante in area che spedisce malamente di destro sopra la traversa. Sciupone

Giordano: Voto 6. Nel primo tempo la squadra è padrona del campo e la manovra è frizzante come contro il Pontedera. Nella ripresa, però, finisce la benzina ed i reparti non sono più compatti. Il Prato ne approfitta ed arriva un pari che spezza le ambizioni di rimonta. Un errore non portare in panchina il fresco Giovannini, avrebbe fatto comodo per l'assalto finale. Frenata

Guccini: Voto 5,5. Ha il cartellino troppo facile e non sempre lo usa a dovere. Giusta l'espulsione di Ghinassi, meno corrette altre decisioni. Rivedibile

QUATTORDICESIMA GIORNATA LEGA PRO PRIMA DIVISIONE GIRONE B: ASCOLI-PRATO 1-1, BARLETTA-PONTEDERA rinviata, CATANZARO-BENEVENTO rinviata, LECCE-GROSSETO 1-0, PISA-SALERNITANA 0-0, VIAREGGIO-PERUGIA 0-2, PAGANESE-NOCERINA 1-2, L'AQUILA-GUBBIO 1-2. Riposa: Frosinone.

CLASSIFICA: PERUGIA 25; PISA, L'AQUILA 24; FROSINONE 23; PONTEDERA, CATANZARO 21; PRATO, SALERNITANA 20; BENEVENTO 18; LECCE, GUBBIO 15; GROSSETO 14; ASCOLI 11; VIAREGGIO 10; BARLETTA, PAGANESE 7; NOCERINA 4. Ascoli penalizzato 3 punti, Nocerina penalizzata 2 punti.

Clicca qui per vedere gli highlights di Ascoli-Prato

Clicca qui per l'intervista a Costantino Nicoletti dopo Ascoli-Prato

© riproduzione riservata





PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni