San Benedetto del Tronto, la Tirreno-Adriatico fa tappa anche nelle scuole

Redazione Picenotime

15 Marzo 2016

Tra gli eventi collaterali organizzati dall’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto in occasione della tappa finale della “Tirreno–Adriatico”, si è svolto questa mattina, martedì 15 marzo, nella scuola “Caselli” di via Moretti un incontro per la promozione dell’uso della bicicletta nelle scuole. 

L'iniziativa, promossa dal Comune in collaborazione con l’associazione sportiva dilettantistica “Pedale Rossoblù”, aveva lo scopo di far conoscere ai bimbi delle scuole primarie la disciplina del ciclismo e la storia della “Corsa dei due mari” nonché fornire informazioni per un uso corretto della bicicletta.

Nel corso dell'iniziativa è intervenuto Dino Zandegù, vincitore della prima edizione della competizione di cui conquistò anche la seconda tappa da Foligno a San Benedetto del Tronto. Oltre a ricordare i suoi trascorsi nel mondo delle due ruote, Zandegù ha recitato una poesia dedicata a San Benedetto del Tronto e ha raccontato ai bambini l'emozione di tagliare il traguardo da vincitore nel 1966.  

E’ poi intervenuta la signora Mariella Marcheggiani, figlia di Francesco, personalità sambenedettese di spicco che ebbe il merito, 50 anni fa, di portare a San Benedetto la “Tirreno Adriatico”: nel ricordare la figura del padre, la dr.ssa Marcheggiani ha invitato i ragazzi a praticare questo sport, salutare e pieno di ideali. 

Infine i bambini hanno seguito una lezione sul ciclismo, sull’uso della bicicletta da corsa e sulla sicurezza in strada tenuta dal tecnico del “Pedale Rossoblù” Vito Santroni e dagli atleti Cristina Curzi e Nicolas Morganti che si sono esibiti con la propria bici. 

Alle 13 una delegazione di 40 ragazzi della scuola dell'Istituto “San Giovanni Battista” si è spostata nell’area portuale dove ha potuto assistere alla partenza degli atleti impegnati nella cronometro finale lungo il circuito cittadino. 


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni