Jerez de la Frontera, vince Binder davanti a Bulega. Fenati settimo

Redazione Picenotime

24 Aprile 2016

Romano Fenati chiude al settimo posto il Gran Premio di Spagna, quarta tappa del Campionato Mondiale Moto3 2016.

Sul circuito di Jerez de la Frontera, dove ha vinto due volte in carriera, il pilota ascolano non riesce a lottare nel gruppo di testa ma conquista comunque punti preziosi che gli permettono di salire a quota 47 nella classifica iridata (proprio nel finale Fenny viene superato dal ceco Jakub Kornfeil e dallo spagnolo Joan Mir quando la quinta posizione sembrava sicura). 

Vince dopo una grande rimonta il sudafricano Brad Binder (sempre più leader della graduatoria con 77 punti) davanti agli italiani Nicolò Bulega (compagno di squadra di Fenati nello Sky Racing Team, ora quarto in classifica con 36 punti alle spalle di Fenati) e Francesco Bagnaia ed allo spagnolo Jorge Navarro (secondo nella classifica iridata con 62 punti).  Prossimo appuntamento in calendario l'8 Maggio a Le Mans per il Gran Premio di Francia. 

COMMENTI DEI PROTAGONISTI

PABLO NIETO - Team Manager: "Nicolò ha fatto davvero una bellissima gara. Non è facile gestire la tensione della pole a 16 anni, ma lui è rimasto concentrato e ha trovato la forza di fare quel sorpasso mozzafiato all’ultima curva. Ha staccato fortissimo e si merita tutti i nostri complimenti. Romano chiude al settimo posto dopo un weekend difficile dove ha faticato a trovare il giusto feeling. Andrea, considerato l’infortunio al polso, ha fatto una grande gara con il gruppo degli inseguitori. Il bilancio è assolutamente positivo, ma non dobbiamo mollare e rimanere sempre concentrati".

ROMANO FENATI - Pilota Sky Racing Team VR46: "Chiudo la gara al settimo posto dopo un weekend difficile. Ho faticato a trovare il giusto feeling durante le libere e non sono riuscito a spingere a fondo. In gara sono partito bene, ho tirato in testa al gruppo degli inseguitori ma ho faticato a tenere il ritmo negli ultimi giri".

ANDREA MIGNO - Pilota Sky Racing Team VR46: "Tagliare il traguardo in 11esima posizione dopo l’infortunio al polso è un buon risultato. Sono partito forte, mi sono agganciato al gruppo, ma non riuscivo ad essere aggressivo come avrei voluto a causa del dolore. Abbiamo fatto un gran lavoro in questo weekend e dobbiamo continuare in questa direzione a Le Mans".

NICOLÒ BULEGA - Pilota Sky Racing Team VR46: "E’ stata una gara davvero incredibile. Non sono partito male, mi sono subito agganciato a Navarro e Bagnaia e ho tenuto il loro ritmo per tutta la gara. Quando Binder ci ha raggiunti, aveva un altro passo e non sono riuscito a stare con lui. Sono rimasto concentrato e ho pensato a non sbagliare. Forse avevo qualcosa in meno rispetto a loro (Navarro e Bagnaia ndr) ma quando è iniziato l’ultimo giro mi sono detto: devi provarci fino in fondo. Ho attaccato sin dai primi metri e all’ingresso dell’ultima curva ho lasciato i freni e chiuso gli occhi. Conquistare a Jerez la prima pole in carriera e il primo podio è parte di un sogno che si realizza. Voglio ringraziare la mia famiglia e tutto il team: senza il loro supporto non sarei mai arrivato sino a qui".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni