Ascoli Calcio, il saluto amaro di Nicoletti: “Scusatemi, ho fallito”

Redazione Picenotime

15 Dicembre 2013

E' durata un mese l'avventura di Costantino Nicoletti nelle vesti di ammnistratore unico dell'Ascoli Calcio. Il 42enne manager fiorentino, al termine della partita con il Gubbio, ha chiesto scusa a giornalisti e tifosi nel corso di un'amarissima conferenza stampa, salutando una città che comunque gli ha regalato affetto e sostegno. Al suo fianco il braccio destro Raffaele Auriemma ed il dimissionario direttore generale Vito Miceli. Termina così l'ultracentenaria storia dell'Ascoli Calcio 1898, domani mattina alle 8:30 appuntamento alla Procura della Repubblica.



© riproduzione riservata



Commenti (5)

Patrick 16 Dicembre 2013 01:04

Non capisco invece di criticare Nicoletti bisognava portarlo in trionfo a spalle per tutta la città,l'unico che si è ribellato a questi signori ,i veri artefici del nostro fallimento,ci ha messo la faccia e non è scappato ,anzi ha sempre affrontato tutti a viso aperto,10,100,1000 Nicoletti grazie Presidente.


fabio 16 Dicembre 2013 07:13

BENIGNI STAVA DIVENTANDO UNA PALLA AL PIEDE DA MOLTO TEMPO... LO SAPPIAMO TUTTI...ALCUNE COLPE SON SUE ALTRE NO...NOI FINO A QUANDO IL TRIBUNALE NON CI DARA' UNA RISPOSTA A COME SIAMO FINITI IN QUESTO BARATRO NON POSSIAMO ALZARE I TONI!!!
UNA COSA è CERTA ...QUI AD ASCOLI DOPO GLI ANN INDIMENTICABILI DEI DIABOLICI ANCHE NOI TIFOSI ABBIAMO FALLITO!!! BASTI RICORDARE L'ULTIMO ANNO IN SERIE A: ABBONAMENTI A 50 EURO E POCO PIU DI 3.000 ABBONATI!!!!! SIAMO POCO ATTACCATI AI COLORI SE NON PER POCHI INTIMI!!!!!!!!! OFFIDA SEMPREBIANCONERA!!!!!!!ODIO AI PESCIARI!!!!


Patrick 16 Dicembre 2013 13:50

Caro Fabio posso spiegarti il perchè,io sono nato tifoso dell'Ascoli ai tempi di Rozzi e della A,questa è una piazza abituata al grande calcio e alla serie A,già la B se non la fai per salire questa piazza non risponde,figuriamoci la c,ti faccio un esempio ieri a Bari in B ci stavano 2500 spettatori,loro come noi sono abituati ad altri palcoscenici,solo che ci sta una bella differenza tra la grandezza delle due città ,Bari è 15 volte più grande di Ascoli ,noi come tifoseria rendiamo solo in A ,purtroppo questa è la realtà,ma se in A ci sono in pianta stabile Chievo e Parma da tanti anni non vedo perchè noi che abbiamo una storia incredibile col presidente giusto non ci possiamo stare.


LUCA 16 Dicembre 2013 16:37

Ho paura del colpo di coda...spero di sbagliarmi ma questi non molleranno facilmente...
poi mi chiedo ma sti tizi che fanno le domande,dove vivono ,da dove vengono?
grazie


LUCA 16 Dicembre 2013 16:47

Qui non deve essere tutto dovuto oggi come oggi la serie B sarebbe un lusso!
La tifoseria tutta deve rispondere...oggi sono stato insultato perchè ieri ero alla partita
Ci vuole mentalità,vedi Verona,allo stadio sempre presenti a prescindere,chi scende in campo è l'Ascoli calcio,i colori del cuore,non chi per loro.
Per quanto concerne il discorso che rendiamo solo in A ho dei dubbi,secondo me ci siamo imborghesiti cambio generazionale senza tralasciare che constestiamo anche i ragazzi di 19 anni che vanno in campo con questa situazione e senza stipendio da 7 mesi come dicono


PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni