Comune-Ascoli Picchio, due proposte per rinnovo convenzione ''Del Duca''

Marco Amabili

08 Giugno 2016

Curva Sud - Stadio ''Del Duca''

Si dovrebbe tenere nella giornata di Venerdì 10 Giugno un importante incontro tra il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli ed i massimi dirigenti dell'Ascoli Picchio. Tema del confronto, secondo le informazioni in nostro possesso, il rinnovo della convenzione, a partire dalla prossima stagione, dello stadio "Del Duca" che proprio domani mattina vedrà il via ufficiale dei lavori per il rifacimento della Tribuna Est.

L'amministrazione comunale proporrà al club bianconero due modelli diversi di concessione del bene. Il primo prevede una concessione pluriennale dello stadio, sulla falsariga di quanto già fatto per il circolo Morelli e per la piscina comunale di Via Spalvieri, a fronte di lavori a carico dell'Ascoli Picchio, che nello specifico dovrebbero riguardare la ristrutturazione e la ricostruzione della Curva Sud (tema ritenuto di prima importanza dall'Arengo). Se la società di Corso Vittorio Emanuele non dovesse accettare questa proposta, si passerebbe al piano B: ovvero un normale affitto a fronte di un corrispettivo economico.


© Riproduzione riservata

Commenti (6)

albardialbissola 08 Giugno 2016 18:35

Convenzione gratuita all ascoli per 99 anni.....


Pietro 08 Giugno 2016 20:02

Da tifosissimo del pikkio penso che il ns presidente dovrebbe fare uno sforzo per dotarsi di uno stadio di proprietà....albardialbissola...... Ti chiedo una cosa....come la penserebbero tutti gli ascolani ai quali non interessano le sorti della nostra squadra... I disoccupati..... Gli indigenti.... Quelli che x vari motivi sono costretti ad andare a mangiare da zarepta... Se succedesse quello che tu ti auspichi?


bruno 08 Giugno 2016 21:19

la prima proposta è assai ragionevole


mimmo 08 Giugno 2016 22:27

Ci vuole un bel coraggio a chiedere i soldi per giocare in un stadio ridotto in quelle condizioni...terreno di gioco compreso.


albardialbissola 08 Giugno 2016 22:34

Il del duca è una struttura morta...se non lo utilizza l ascoli va in decadenza...per il comune è un bene che non frutta e da spese...dandolo in concessione gratuita (essendo pubblico non si può vendere) dai l opportunità di reinvestire e tenerlo in vita in quanto nessuno lo ristrutturerebbe se non rientra delle spese dell investimento...fare lo stadio di proprietà in un altra zona (e quindi averne due) sarebbe assurdo per una realtà come ascoli...


sarò sempre del settembre 08 Giugno 2016 23:03

Convenzione gratuita per 100 anni, con completamento dello stadio a carico del Picchio


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni