Ciclismo su pista, velocisti ascolani sugli scudi agli Italiani Elite

Redazione Picenotime

04 Luglio 2016

Ancora un dominio assoluto dei velocisti ascolani ai recenti Campionati Italiani Elite di Dalmine (in provincia di Bergamo) dove i fratelli Francesco e Davide Ceci ed il cugino Luca Ceci hanno monopolizzato interamente i podi delle specialità del Keirin e della Velocità manifestando anche con tempi di assoluto valore internazionale una netta superiorità in entrambe le specialità veloci della pista.

Nella prima giornata di gare era Francesco Ceci (Fiamme Azzurre – Team Ceci Dreambike) ad imporsi in una spettacolare finale del Keirin davanti al cugino Luca Ceci (Team Geta 2020) e al fratello Davide Ceci (Team Ceci Dreambike), con il piemontese Dario Zampieri (U.C.Biella) in quarta piazza davanti al lombardo Mattia Geroli (Busto Garolfo) e all’abruzzese Giacomo Del Rosario (U.C. Aran Cucine).

La seconda giornata prevedeva il torneo della Velocità subito partito con un grande equilibrio tra i migliori con le qualificazioni dei 200 mt. che facevano registrare brillanti prestazioni cronometriche per una pista all’aperto e in cemento come quella di Dalmine ovvero 1° Francesco Ceci (10”517) – 2° Luca Ceci (10”584) – 3° Mattia Geroli (10”632) – 4° Davide Ceci (10”634) – 5° Dario Zampieri (10”917) – 6° Giacomo Del Rosario (11”129).

L’avvincente ed equilibrato torneo della Velocità si concludeva con la vittoria finale di Luca Ceci (Team Geta 2020) davanti ai cugini Davide e Francesco Ceci (Team Ceci e Fiamme Azzurre) con Mattia Geroli (Busto Garolfo) in quarta piazza, 5° Dario Zampieri (U.C.Biella) e 6° Giacomo Del Rosario (Aran).

Per Francesco Ceci, al rientro in gara dopo un infortunio che lo ha costretto ad uno stop forzato di oltre un mese, quello del Keirin è il 23° titolo italiano assoluto conquistato confermandosi così tra i plurititolati di sempre mentre per il cugino Luca il titolo nella velocità rappresenta un ritorno al tricolore dopo qualche anno di numerosi piazzamenti.

Il doppio podio (argento e bronzo) per il più giovane dei Ceci (Davide), già 9 volte tricolore, rappresenta il trampolino di lancio per una stagione 2016/2017 sicuramente al alto livello internazionale e la conferma della bontà e supremazia nazionale della scuola dei velocisti piceni.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni