San Benedetto, alghe sospette in mare. Interviene la Guardia Costiera

Redazione Picenotime

13 Luglio 2016

Durante la giornata odierna la Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto ha coordinato due distinte  operazioni di assistenza a natanti in difficoltà.

La prima segnalazione è pervenuta in mattinata, da parte di un natante di circa 5 metri con a bordo 2 persone di equipaggio (padre e figlio) con motore in avaria. Lo stesso si trovava a circa 1 miglio dalla costa al traverso del litorale del Lido di Fermo. A seguito della chiamata è intervenuto prontamente il personale della Guardia Costiera di Porto San Giorgio con il battello pneumatico G.C. 285. Giunti rapidamente in zona, i militari hanno fornito assistenza al natante fino al suo ormeggio nel club nautico del Lido di Fermo.

La seconda segnalazione è pervenuta nel pomeriggio, da parte di un gommone di circa 5 metri con le batterie in avaria, con a bordo un ragazzo ed una ragazza, situato a circa 3 miglia di distanza al largo del litorale di Porto San Giorgio. A seguito della segnalazione è intervenuta prontamente la motovedetta CP 2086 della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto. Giunti sul posto i militari hanno fornito assistenza all’equipaggio del gommone in difficoltà, riuscendo a riavviarne il motore e, successivamente, a scortarlo fino al suo ormeggio nel circolo del Lido di Fermo. In entrambi i casi, gli equipaggi del natante e del gommone assistiti godevano di buona salute.

Durante la mattinata, inoltre, a seguito di una segnalazione di presunto inquinamento nelle acque destinate alla balneazione, prospicenti il litorale di San Benedetto del Tronto, è intervenuto prontamente un gommone dipendente, il quale ha riscontrato la presenza di alghe in galleggiamento di colore verdastro. I militari hanno provveduto ad effettuare un campionamento dell’acqua ed ad inviarli all’ARPAM di Ascoli Piceno per un’analisi dettagliata.



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni