CALZE APPESE AI CAMINI, ARRIVA LA BEFANA IN ITALIA E NEL MONDO

Redazione Picenotime

06 Gennaio 2013


Nella nostra cultura dopo Natale e le feste di fine anno arriva la Befana, un po' nonna e un po'strega buona, che incarna a pieno la saggezza femminile, generosa e paziente, che premia i bimbi buoni e può anche ammonire quelli disobbedienti.

La figura della Befana è tipica del folklore di alcune zone dell'Italia centrale, diffusasi poi in tutto il Paese. La tradizione la descrive mentre vola su una scopa e fa visita ai bambini la notte precedente il 6 Gennaio, riempiendo le calze appese all'albero di Natale o ai camini.

La leggenda narra che i Re Magi bussarono alla sua porta per avere indicazioni su come raggiungere il luogo dove era nato Gesù Bambino, ma essa non accettò di andare ad accompagnargli, poi se ne pentì e provò a raggiungerli, ma ormai erano lontani. Per rimediare preparò un carico di dolci da portare a Gesù, ma non sapendo esattamente dove trovarlo bussò di casa in casa per tutta la notte, regalando dolci ad ogni bambino buono che incontrava, sperando che uno di questi fosse il figlio di Giuseppe e Maria. Da allora girerebbe per il mondo, facendo regali a tutti i bambini, per farsi perdonare.

"La Befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, con la veste ricamata...", così recita una delle più famose filastrocche, e secondo la più classica iconografia essa arriva con un gonnellone scuro e ampio, un grembiule con le tasche, uno scialle, un fazzoletto o un cappellaccio in testa ed un paio di vecchie ciabatte.

In Italia il rito della Befana vuole che si debba appendere al caminetto, o vicino una porta o una finestra della casa, una calza grande, in modo da trovarla il giorno seguente piena di doni o di carbone. La calza di lana è un indumento scelto non a caso, dal momento che simboleggia il cammino ed il lavoro dell'anno nuovo.

L'Epifania è festeggiata in diversi modi nel mondo:

- In Spagna a portare i doni non è la Befana, bensì i Re Magi. Il 6 Gennaio tutti i bambini si svegliano presto per scartare i regali che essi hanno lasciato. Mentre il giorno precedente mettono davanti alla porta un bicchiere d'acqua per i cammelli assetati;

- In Francia nel giorno della Befana si prepara un dolce speciale, all'interno del quale si nascondono una fava, chi la trova diventa il re o la regina della festa;

- In Islanda il 6 Gennaio viene chiamato il tredicesimo, perchè da Natale fino a questa data trascorrono 13 giorni. Si svolge una fiaccolata, alla quale partecipano anche il re e la regina degli elfi, che finisce con un falò e con fuochi d'artificio;

- In Romania la festa dell'Epifania rappresenta la venuta dei Re Magi, i bambini vanno lungo le strade e bussano alle porte per chiedere se possono entrare per raccontare la storia. Di solito come compenso ricevono qualche spicciolo;

- In Germania i tre Re Magi portatori di doni vengono accolti con ogni tipo di omaggo, mentre preti e chierichetti bussano ad ogni porta per chiedere donazioni ed offrire in cambio canzoni sacre.

La Befana, purtroppo, tutte le feste porta via, quindi godiamoci a pieno questo ultimo giorno di festività e buona Epifania a tutti!

© riproduzione riservata
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni