Ascoli Piceno tra i pochi Comuni italiani con assicurazione terremoto

Redazione Picenotime

14 Settembre 2016

Ascoli Piceno

Il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli intende impostare sul tema della sicurezza il proprio triennio di mandato che dopo il sisma deve essere necessariamente aggiornato. "Dobbiamo dare alla comunità notizie adeguate per fronteggiare ciò che si è venuto a creare dopo il terremoto - sottolinea il primo cittadino ascolano, come riporta l'agenzia Dire -. La situazione non è drammatica ma ci sono state lesioni in alcune proprietà immobiliari private che impongono l'istituzione di un apposito 'ufficio terremoto' da parte del Comune".
Un ingente lavoro è stato fatto anche sui 29 plessi scolastici del capoluogo piceno, strutture agibili che da Lunedì 19 Settembre ospiteranno in totale sicurezza gli studenti ascolani per l'avvio ufficiale dell'anno scolastico. "Altro tipo di situazione è la grande questione nazionale dell'adeguamento sismico - aggiunge Castelli -. Aspettiamo dal Governo il cosiddetto piano 'Casa Italia' finalizzato a mettere in sicurezza, secondo specifici criteri antisismici, tutte le scuole italiane, fra queste anche le scuole di Ascoli. Un conto è l'agibilità garantita dalla certificazione di tecnici Aedes, altro invece è l'ulteriore intervento generale di messa in sicurezza dell'Italia che tutti noi auspichiamo".
Il Comune di Ascoli ha cercato di adottare la massima precauzione nella gestione del rapporto con calamità naturali come il terremoto. "Siamo fra i pochi comuni d'Italia - prosegue Castelli - ad aver contratto un'assicurazione contro il sisma. Saremo coperti fino a 5 milioni di euro per i danni cagionati a tutto il patrimonio pubblico del nostro Comune: scuole, edifici comunali, chiese e altre strutture di proprietà pubblica. Abbiamo investito milioni di euro in questa direzione dal 2009 ad oggi nonostante le ristrettezze economiche imposte da un Governo nazionale che negli anni non è stato tenero nei confronti delle realtà locali".
Nella giornata di domani si terrà proprio ad Ascoli Piceno un incontro tra il sindaco Castelli ed i rappresentanti dell’Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) per fare il punto della situazione dopo il sisma del 24 agosto, al fine di assicurare il massimo coordinamento, la necessaria condivisione e la conoscenza delle iniziative già messe in atto e da adottare. "Fino al termine del mio mandato da primo cittadino metterò la sicurezza sempre al centro dei nostri programmi - aggiunge Castelli -. I turisti non sono scappati da Ascoli e stiamo facendo il possibile per mantenere alto il livello dell'attrattività turistica della nostra splendida città. Non abbiamo mai mollato e non molleremo, ne è riprova la sistemazione a tempo di record, in appena cinque giorni, della Torre Civica del Palazzo dei Capitani".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni