ASCOLI CINICO, CROTONE ABBATTUTO 2-0 GRAZIE A SONCIN E LOVISO

Redazione Picenotime

06 Ottobre 2012


Per l'ottava giornata del campionato di Serie B Ascoli di scena tra le mura amiche contro il Crotone. I bianconeri cercano il riscatto dopo il ko di misura con il Sassuolo, al cospetto della squadra di Drago che nelle ultime 4 partite ha raccolto solo un punto, Arbitra il 29enne Michael Fabbri della sezione di Ravenna.

Formazioni: Silva punta ancora su Feczesin e Soncin in attacco. A centrocampo recupera Di Donato, affiancato da Loviso e Fossati. Drago dà fiducia a Pettinari in avanti supportato da Calil, Gabionetta e De Giorgio

min. 0- Inizia il match, terreno in buone condizioni, temperatura estiva al Del Duca. Ascoli in classica casacca bianconera, Crotone in rossoblu

min. 2- Cross basso di Gabionetta dalla sinistra, allontana in spaccata Peccarisi

min. 3- GOL Ascoli con Soncin, che sfrutta di testa un perfetto traversone di Feczesin dalla corsia mancina. Terza rete in campionato per il Cobra

min. 7- Gabionetta in verticale per Pettinari, chiude bene Faisca

min. 11- Ascoli vicino al raddoppio con Feczesin, che spizza sopra la traversa una punizione tagliata di Loviso

min. 15- Lancio dalle retrovie di Abruzzese che finisce lemme lemme tra le braccia di Guarna. Crotone con poche idee

min. 17- De Giorgio e Calil combinano bene in area bianconera, poi la palla si perde sul fondo

min. 19- Corner di De Giorgio, stacca Eramo ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta

min. 22- De Giorgio viaggia sul binario di destra ma il suo traversone finisce abbondantemente alto

min. 24- Traversa di Abruzzese di testa su punizione di De Giorgio. Incerto Guarna nella circostanza

min. 26- Ammonito Calil per un fallo a centrocampo su Loviso

min. 27- Tocco intelligente in verticale di Fossati per Soncin, chiude in corner Abruzzese

min. 28- Giallo per Peccarisi per un intervento falloso in area calabrese

min. 30- Ammonito anche Ricci per fallo su Calil, arbitro severo

min. 33- Pettinari penetra con troppa facilità in area, chiude in scivolata un ottimo Ricci

min. 35- Due assist in successione dalla destra di De Giorgio, respinge con decisione un superbo Peccarisi

min. 38- Espulso Calil per doppia ammonizione, fallo dubbio della punta rossoblu su Pasqualini a centrocampo. Crotone in 10

min. 42- Cross di Correia, gira di testa Eramo ma è fuorigioco

min. 44- Soncin prova a tenere palla in area ospite, ma commette fallo e l'arbitro ferma il gioco

min. 45- Eramo dentro per Vinetot, ancora offside. Due minuti di recupero

min. 47- Finisce il primo tempo, Ascoli in vantaggio grazie a Soncin, ma il Crotone in 10 non intende mollare

--------------------------------------------------------

min. 46- Si riparte. Drago inserisce Checchucci per Correia, stesso undici per il Picchio

min. 47- Piazzato di De Giorgio per la testa di Checchucci, pallone a lato

min. 49- Ammonito pure Loviso per fallo su Gabionetta

min. 51- Gol annullato ad Abruzzese che deposita in rete in evidente posizione di offside

min. 53- Giallo meritato per Scalise per un fallaccio su Eramo. Il terzino bianconero era diffidato

min. 56- Destro di Eramo dal limite che sfiora il palo. Ascoli in affanno contro un Crotone garibaldino

min. 58- Espulso anche il tecnico rossoblu Drago per proteste, pomeriggio poco brillante per l'arbitro

min. 61- Botta di De Giorgio da fuori che si perde in Curva Sud. Crotone in forcing

min. 64- Primo cambio per Silva: dentro Zaza per Feczesin

min. 66- Rasoterra di Eramo non trattenuto da Guarna, salva in corner Scalise

min. 68- Di Donato non ce la fa, al suo posto Russo

min. 70- Giallo per Zaza, vistoso fallo di mano in attacco

min. 72- Ammonito Vinetot, fallo piuttosto ingenuo al limite su Fossati

min. 73- GOL Ascoli con una splendida punizione di Loviso, imprendibile per Concetti. Secondo gol in campionato per il regista bianconero

min. 77- Per il Crotone esce Galardo, al suo posto Maiello

min. 80- Sventola di Gabionetta dai 20 metri che si alza sulla traversa. Esce Fossati per Capece

min. 83- Botta di Capece da posizione angolata che si perde in Curva Nord. Per i rossoblu entra Ciano al posto di De Giorgio

min. 86- Ci prova Eramo dalla distanza, non va

min. 87- Ammonito Maiello per un bruttissimo fallo su Loviso che avrebbe meritato il cartellino rosso

min. 88- Punizione potente di Maiello respinta da Guarna. 2544 spettatori al Del Duca

min. 90- Cinque minuti di recupero. Il Crotone chiude coraggiosamente in avanti, ma ormai il risultato è in ghiaccio

min. 91- Ammonito anche Russo, pioggia di cartellini gialli per i giocatori bianconeri

min. 94- Crampi per Loviso, di gran lunga il migliore in campo

min. 95- Finisce il match, l'Ascoli vince 2-0 ma soffre più del previsto contro un Crotone in dieci sin dal finale di primo tempo per il rosso comminato a Calil. I bianconeri salgono a 9 punti in classifica, rossoblu fermi a quota 5

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Ricci, Peccarisi, Faisca; Scalise, Fossati (80' Capece), Loviso, Di Donato (68' Russo), Pasqualini; Soncin, Feczesin (64' Zaza). All. Silva.

CROTONE (4-2-3-1): Concetti; Correia (46' Checchucci), Vinetot, Abruzzese, Migliore; Eramo, Galardo (77' Maiello); Gabionetta, Calil, De Giorgio (83' Ciano); Pettinari. All. Drago.

RETI: 3' Soncin, 73' Loviso

PAGELLE

Guarna: Voto 5,5. Stranamente distratto, sbaglia un paio di uscite e non ha senso della posizione quando Abruzzese colpisce la parte alta traversa. Svagato.

Ricci: Voto 6,5. Concentrato e senza fronzoli, ha di fronte Gabionetta ma non gli concede troppo campo. Strepitoso un salvataggio in scivolata su Pettinari in area piccola. Animus pugnandi.

Peccarisi: Voto 6,5. Di testa è praticamente imbattibile, ma anche di piede sa pulire l'area da par suo. Si conferma uno dei bianconeri più in forma. Solido come il granito.

Faisca: Voto 6. Vasco non va ancora al massimo, ma con esperienza riesce a limitare le serpentine di un frizzante De Giorgio. Da segnalare un paio di uscite dalla difesa in bello stile. Vecchia volpe.

Scalise: Voto 5,5. Dopo tante corse sfrenate sulla fascia si prende un pomeriggio di semi-riposo. Bada esclusivamente alla fase difensiva e si becca un giallo che lo costringerà a saltare il match con l'Empoli. Serve una sosta ai box.

Fossati: Voto 6. In una partita da sciabolate a centrocampo, il suo fioretto non è spesso efficace, ma riesce a recitare la sua parte accendendosi ad intermittenza con giocate di buona fattura. Al fianco di Loviso e Di Donato può migliorare tanto. In crescita.

Di Donato: Voto 5,5. Non è al top fisicamente e si nota in maniera palese, si sacrifica per la causa e cerca di opporsi alle iniziative dei peperini Eramo e Galardo. Condottiero ferito.

Loviso: Voto 7. Vederlo calciare le punizioni è una gioia per gli occhi e per l'anima, Concetti lo conosce ma non può nulla sul suo arcobaleno. In più mette tanta sostanza sulla mediana in fase di interdizione, con tackle degni del miglior Gattuso. Incantevole.

Pasqualini: Voto 5,5. La panchina contro il Sassuolo non lo ha stimolato, è in fase calante ed un ottimo De Giorgio non lo aiuta a fargli ritrovare fiducia. Non crolla solo grazie alla solita tenacia, ma deve ritrovarsi. Spento.

Soncin: Voto 6,5. Il primo pallone che tocca lo spedisce alle spalle di Concetti con un colpo di testa comodo comodo. Il Cobra sta vivendo una seconda giovinezza ed ora sarà durissima togliergli il posto. Letale.

Feczesin: Voto 6,5. Regala un pallone praticamente perfetto a Soncin per il decisivo gol del vantaggio. La sua fisicità è fondamentale per far salire la squadra nel primo tempo, poi cala nella ripresa e viene giustamente sostituito. Uomo squadra.

Zaza: 5,5. Silva lo inserisce per sfruttare gli spazi in contropiede, ma il "mohicano" bianconero non riesce mai a pungere beccandosi il solito cartellino giallo per uno sciocco fallo di mano. Abulico.

Russo: 6. Il suo ingresso dà sostanza al centrocampo, si aspetta ancora di ammirare però lo smagliante mediano che aveva stupito tutti gli addetti ai lavori con la maglia del Verona. Gregario.

Capece: 6. Prova la conclusione in tre circostanze, ma non riesce mai ad inquadrare la porta di Concetti. Il coraggio non gli manca, la precisione sì... Bombardiere.

Silva: Voto 6. Non sempre si può vincere dando spettacolo come contro Spezia e Cesena, ma la sua squadra soffre troppo una volta espulso Calil. Fa bene a dare ancora fiducia a Soncin in avanti, forse era il caso di concedere un turno di riposo ad un Di Donato incerottato. Prende e porta a casa.

Fabbri: Voto 5. Pioggia di cartellini al "Del Duca", colpa di un arbitro che non riesce a mantere nel giusto binario una gara non propriamente cattiva. Eccessive le espulsioni di Calil e del pacato Drago, da rosso un intervento durissimo di Maiello su Loviso. Protagonista, in negativo...

© riproduzione riservata
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni