AD ASCOLI LA PRESENTAZIONE DEL ROMANZO STORICO SULL'EPOPEA ITALICA

Redazione Picenotime

18 Gennaio 2013


Sono i popoli Italici i protagonisti del rivoluzionario romanzo storico dello scrittore Nicola Mastronardi, "Viteliù - Il nome della libertà" (edito da Itaca Edizioni e in tutte le librerie dello stivale da Dicembre), che sarà presentato con un esclusivo recital-spettacolo Sabato 19 Gennaio, alle ore 18, negli spazi della Libreria Rinascita (nella Sala Conferenze in Piazza Roma ad Ascoli Piceno).

Sono i Sanniti, Marsi, Piceni, Peligni, Lucani e i valorosi dodici popoli dell'Appennino Centrale che, per la prima volta, durante quella è stata storicamente definita la Guerra Sociale, si unirono per difendere la propria indipendenza di fronte alla cieca prepotenza della fazione conservatrice romana, seguendo il loro anelito di libertà e dando origine alla prima nazione che si chiamò Italia.

E fu proprio Ascoli Piceno (Asculum) lo scenario in cui nel 91 a. C. la popolazione si ribellò, trucidando tutti i romani presenti in città, e innescando la scintilla della Guerra Sociale. Uno scontro cruento che vide i popoli Italici (Vitelios, termine osco che significa figli del toro) opporsi alla Roma di Crasso e Silla, uniti politicamente sotto un unico nome: Viteliù, il termine osco originario da cui derivò la parola latina Italia. Un viaggio entusiasmante tra le valli e i monti dell'Alto Molise, la Marsica, la Conca Peligna, gli splendidi paesaggi abitati dai Piceni, conduce i protagonisti del romanzo storico a riscattare la memoria di grandi popoli la cui storia è rimasta perduta nei secoli.

Introduce la serata del 19 Gennaio nella Libreria Rinascita l'assessore Andrea Maria Antonini. La presentazione è a cura dell'archeologo Luca Speranza, che intervisterà l'autore del primo romanzo storico sull'epopea italica, Nicola Mastronardi. Ci sarà anche il consigliere nazionale dell'Ordine dei Giornalisti, Vincenzo Cimino. Ma non finisce qui: gli attori Giorgio Careccia, Luca Cataldi e Barbara Petti, interpreteranno in un recital i testi salienti del romanzo, accompagnati dalla musica inedita creata ad hoc dal pianista Simone Sala.
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni