COLLI, ARRESTATO SPACCIATORE MAROCCHINO GRAZIE A CANE POLIZIOTTO

Redazione Picenotime

18 Gennaio 2013


Nella tarda serata di Mercoledì 16 Gennaio, personale della Questura di Ascoli Piceno, in collaborazione con la Squadra Mobile di Teramo e con l'ausilio di unità cinofile della Questura di Ancona, ha tratto in arresto il cittadino marocchino Alaeddine Bentouil, nato il 13 Marzo 1989, regolarmente soggiornante nel T.N. e domiciliato a Colli del Tronto (AP), resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'uomo, che già gravitava nel mondo della tossicodipendenza di questa provincia, da informazioni acquisite, si era recentemente rifornito di un cospicuo quantitativo di hashish da destinare sul territorio marchigiano. Gli investigatori, al fine di interrompere l'attività delittuosa, sulla base degli elementi conosciuti, dopo aver effettuato un accurato servizio di perlustrazione e di appostamento nei pressi del domicilio del predetto cittadino extracomunitario, riuscivano a rintracciarlo all'interno della sua abitazione.

Gli agenti operanti, dunque, procedevano nei suoi confronti alla perquisizione personale, estesa, poi, alla sua dimora e all'autovettura in uso allo stesso parcheggiata nelle immediate vicinanze. Proprio durante il controllo del veicolo, il cane antidroga "Dasto" (razza pastore tedesco) della unità cinofila della Questura di Ancona, mostrava segni di nervosismo e di interessamento al mezzo, iniziando a raspare in corrispondenza del vano motore.

Il personale operante, insospettito dall'irrequietezza dell'animale, eseguiva un meticoloso controllo dell'autovettura, al termine del quale, debitamente occultati nella presa d'aria situata a destra rispetto al lato guida, dentro una busta di cellophane coperta da capi di vestiario, venivano rinvenuti due pacchi avvolti con nastro da imballaggio contenenti in totale 982 grammi di hashish.

Ultimate le formalità di rito, come da disposizioni impartite dall'Autorità Giudiziaria procedente tempestivamente informata, l'arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Ascoli Piceno.
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni