Papa incontra comunità colpite da sisma. Castelli: “Ci ha detto che tornerà a primavera”

Redazione Picenotime

05 Gennaio 2017

''Tornerò a primavera, ci ha detto il Papa congedandoci". Il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, riferisce così, all'agenzia Dire, dell'incontro con il Papa dei primi cittadini dei comuni terremotati di Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo nell'aula Paolo V, a cui ha partecipato anche Vasco Errani, commissario straordinario per la ricostruzione e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. 

"Non è stata un'udienza formale e tradizionale, abbiamo detto insieme un'Ave Maria con molta semplicità - continua il sindaco-. Il Papa ci ha detto: ''Non avete bisogno di sermoni ma di tenerezza''". Il Pontefice ha dato un messaggio forte, molto apprezzato dagli amministratori: "Oltre al calcestruzzo e alle tubature è necessaria la ricostruzione dei cuori perchè, sono testimone di questo, c'è un mestizia di fondo nelle comunità colpite dal sisma, che non è inerzia nè pessimismo". Castelli sottolinea che soprattutto tra chi è stato sfollato questo sentimento si mescola all'incertezza: "In molte realtà - racconta - c'è una situazione surreale: la vita continua normalmente ma chi vive fuori di casa vice una situazione di disorientamento, perchè siamo in una fase in cui stiamo completando le schede sull'agibilità degli edifici, ma ancora non è chiara la procedura per rientrare a casa. Le persone sono composte ma serpeggia preoccupazione per l'incertezza sui tempi".

Il Papa ha poi sottolineato che "dobbiamo usare molto le mani per ricostruire, ma anche per stringerci, per essere comunità". Il messaggio insomma è stato che "serve speranza, non tanto ottimismo: il Papa ci ha detto che l'ottimismo può servire ma è un atteggiamento umano superficiale, che potrebbe anche tramontare in un minuto. Invece la speranza è qualcosa di solido e di questo noi comunità terremotate abbiamo bisogno". 

L'incontro arriva all'inizio di un anno che sarà delicato. "Sarà un 2017 sicuramente impegnativo e pieno di incertezze - conclude Castelli - ma sappiamo di poterlo affrontare con un cuore rafforzato grazie a questo meraviglioso e unico incontro con Papa Francesco".





© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni