Corriere dello Sport: Di Mascio, Cerasi, Lovato e Petrone parlano di Orsolini

Redazione Picenotime

07 Gennaio 2017

Corriere dello Sport 7 Gennaio 2017

Anche oggi i quotidiani nazionali dedicano ampio spazio a Riccardo Orsolini, 19enne talento dell'Ascoli Picchio che ha suscitato l'interesse dei più importanti club italiani, con la Juventus che al momento appare in pole-position per ingaggiarlo (attenzione però al rilancio del Napoli). 

L'edizione odierna del "Corriere dello Sport" fa un ritratto del gioiello di Rotella attraverso i commenti di addetti ai lavori bianconeri che hanno avuto modo di lavorare con lui.

Gianni Lovato (ex direttore generale Ascoli Picchio): "Riccardo ha un'ottima famiglia che non ha mai pensato ai soldi ma a costruire un percorso giusto per il ragazzo. Il primo club a farsi avanti fu il Genoa, ci offrirono 1,5 milioni, ma preferimmo tenerlo. Ebbi contatti anche con Juventus e Roma".

Mario Petrone (ex allenatore Ascoli Picchio): "Per insegnargli la fase difensiva per tutto un ritiro lo schierai terzino sinistro. Imparò in fretta, poi tornò al suo ruolo. Ha numeri importanti ed è imprevedibile, può arrivare lontano".

Luciano Cerasi (allenatore Allievi Ascoli Picchio): "Ne ho fatto un attaccante esterno, da centravanti che era, per sfruttare al meglio un sinistro a rientrare micidiale, anche se è perfetto in tutti i ruoli. Vede la porta come pochi, è bravissimo a trovare tempo e spazio per il tiro, ha un rapporto speciale per il gol. Ricordo che una volta segnò tre reti al Cesena, ma una traversa e un palo gli negarono la quarta: era così arrabbiato, sembrava avessimo perso. E' un ragazzo determinato in campo e scherzoso fuori. Io sono di Giulianova, la cadenza si sente, nelle cene di squadra mi faceva l'imitazione...".

Cetteo Di Mascio (responsabile settore giovanile e allenatore Primavera Ascoli Picchio): "Lo definirei un ragazzo fresco, non subisce pressioni ed in questo mi ricorda Verratti che presi a Pescara. Abbina potenza, agilità, qualità, resistenza ed in molti dei 22 gol in Primavera è riuscito ad addomesticare la palla al primo controllo. Segna ed è generoso: solo davanti alla porta l'ho visto servire un compagno, sono caratteristiche da grande giocatore, E' bravo anche nella fase di non possesso. Capimmo alla Viareggio Cup 2016 che come giovane era formato. Mister Mangia lo schierò nelle ultime partite di Serie B e fu sempre il migliore". 



© Riproduzione riservata

Commenti (3)

picchio 07 Gennaio 2017 18:52

o petrone per favore dai.. ancora che fai il professore .. vai a scuola prima. tu che gli insegni cosa ? a fare cosa ?? il difensore a orsolini ????????? MA VAI A FARE UNA PASSEGGIATA !! ORONZO CANA' E' MEGLIO DI TE !!!


Pretoriano 08 Gennaio 2017 15:28

Grazie anche a Petrone preparazione
completa del giovane talento Orsolini


Ascoli70 14 Gennaio 2017 10:25

Fortuna che non pensavate ai soldi! fissati per la Juve da subito. Spero almeno sia vero che ci tiene all ascoli, dobbiamo salvarci........non facesse come Zaza!


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni