Cna Ascoli e Fidimpresa Marche, nuovi bandi imprese attivi sul territorio

redazione picenotime.it

11 Gennaio 2017

Balloni - Capriotti

In attesa degli sviluppi relativi all’Area di crisi industriale complessa del Piceno, la prima opportunità 2017 – in ordine cronologico – per le imprese consiste nella riapertura, a partire dal 2 gennaio, dello sportello della Nuova Sabatini per la presentazione delle domande di accesso ai contributi, grazie allo stanziamento di nuove risorse finanziarie.

Ma non è tutto. Cna e Fidimpresa Marche di Ascoli Piceno segnalano, inoltre, ulteriori opportunità di finanziamento a disposizione in questo avvio di 2017 per le imprese del territorio. La sintesi dei bandi è riportata qui di seguito.

BANDO PER IL SOSTEGNO AL CONSOLIDAMENTO DELL’EXPORT MARCHIGIANO E ALLO SVILUPPO DEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

POR Marche FESR 2014-2020 Regione Marche

SOGGETTI BENEFICIARI:

Le Micro, Piccole e Medie Imprese e le Cooperative (in forma singola o aggregata) con sede operativa nella Regione Marche.

TIPO DI INTERVENTO:

Misura A – Acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione

Misura B – Partecipazione ad iniziative e missioni economiche indirizzate ai mercati esteri (in forma singola o aggregata)

Misura C – Partecipazione a fiere internazionali estere (in forma singola o aggregata)

COSTI AMMISSIBILI:

Misura A – Acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione

ricerca di fornitori, partner, agenti e distributori esteri;

analisi di settore, ricerche di mercato e altri studi direttamente riconducibili;

supporto legale, fiscale, contrattuale per l’estero;

assistenza tecnica per tematiche legate all’internazionalizzazione; informazione/formazione riconducibile ai temi della internazionalizzazione.

Misura B – Partecipazione ad iniziative indirizzate ai mercati esteri

ricerca di partner, fornitori agenti o distributori esteri;

assistenza agli incontri da parte di personale qualificato e interpretariato;

affitto sale per incontri, produzione di materiale promozionale e altre spese direttamente legate all’iniziativa.

Misura C – Partecipazione a fiere internazionali all’estero

affitto spazi espositivi, allestimento, pulizia stand e allacciamenti;

servizi di traduzione ed interpretariato;

trasporto a destinazione di materiali e prodotti (solo campionario);

esclusivamente per la partecipazione in forma aggregata spese per altri servizi erogati dal soggetto attuatore connessi alla partecipazione alla fiera.

ENTITA’ DELL’AIUTO:

Contributo pari 50% dell’investimento ammissibile (il contributo massimo per ogni azienda è pari a Euro 15.000)

RISORSE DISPONIBILI:

Euro 1.937.497,84 – di cui Euro 968.748,92 destinati ad imprese aggregate e Euro 968.748,92 ad imprese singole

SCADENZA BANDO: 30 GENNAIO 2017


BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA INNOVAZIONE E AGGREGAZIONE IN FILIERE DELLE PMI CULTURALI E CREATIVE , DELLA MANIFATTURA E DEL TURISMO

POR Marche FESR 2014-2020 Regione Marche

SOGGETTI BENEFICIARI:

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando le micro, piccole e medie imprese culturali e creative.

Sono consentite reti con la partecipazione di massimo 8 partner a condizione che almeno due di questi siano micro imprese.

In ogni caso non sarà consentito che un solo partner sostenga più del 50% dei costi ammissibili. Ai raggruppamenti di imprese potranno collaborare anche le grandi imprese anche se le spese sostenute dalle stesse non saranno ritenute ammissibili al contributo.

TIPO DI INTERVENTO:

Progetti aziendali di innovazione organizzativa e gestionale delle imprese operanti a vario titolo nell’ambito culturale e creativo (a titolo esemplificativo assetti, configurazioni, procedure, strumenti operativi e risorse umane, azioni di integrazione orizzontale e verticale, promozione, internazionalizzazione).

Progetti aziendali di investimento quali acquisizione di mezzi di produzione ed insediamento di nuove attività che favoriscano la ‘cross fertilization’ tra i settori interessati in spazi attrezzati pubblici e privati.

Progetti di sviluppo di processi, prodotti e servizi innovativi da parte delle imprese culturali e creative per la conoscenza del territorio e delle produzioni locali.

Progetti di sviluppo di processi, prodotti e servizi innovativi da parte delle imprese culturali e creative con le altre filiere produttive del territorio come ad esempio quella della manifattura e del turismo utili a migliorare l’integrazione tra settore culturale e altri settori.

COSTI AMMISSIBILI:

Progettazione entro il limite del 10%

Spese di personale (entro il limite del 40%)

Spese per servizi di consulenza (gestionali, commerciali, consulenze specialistiche, marketing, internazionalizzazone, etc. etc)

Spese di fidejussioni, legali, assicurative, notarili

Spese per altri servizi strettamente pertinenti alla natura del progetto da finanziare

Spese per brevetti e licenze

Strumentazione, attrezzature, macchinari, impianti, hardware e spese di connessione e impianti (mezzi mobili solo se strettamente necessari al ciclo di produzione)

Costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi direttamente imputabili alle attività svolte

Opere murarie ed assimilate (entro il limite del 20%) solo in caso di opzione De Minimis

Programmi informatici know how conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi

N.B. - Nel caso in cui i contributi siano concessi nell’ambito del Regime De Minimis, saranno considerate ammissibili e quietanzate le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2016 ed entro il termine ultimo di 18 mesi dalla data del decreto di concessione del contributo.

Nel caso in cui i contributi siano concessi nell’ambito del Regime di Esenzione i progetti devono essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di partecipazione.

IMPORTI AMMISSIBILI:

L’importo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto per i singoli beneficiari non può essere inferiore a Euro 50.000,00 e superiore a Euro 150.000,00, per gli associati non può essere inferiore a Euro 150.000,00 e superiore a Euro 400.000,00.

ENTITA’ DELL’AIUTO:

50% sulle spese ammissibili

RISORSE DISPONIBILI:

Euro 3.279.976,94

Gli importi saranno indicativamente suddivisi tra le due graduatorie in misura del 60% a favore dei progetti di rete e del 40% a favore dei progetti singoli.

SCADENZA BANDO: 28 FEBBRAIO 2017


BANDO ISI INAIL AGRICOLTURA 2016

SOGGETTI BENEFICIARI:

L’Asse 1 è riservato a giovani agricoltori organizzati anche in forma societaria.

L’Asse 2 per la generalità delle imprese agricole.

TIPO DI INTERVENTO:

L’Inail finanzia le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.

COSTI AMMISSIBILI:

Acquisto o noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.

IMPORTI AMMISSIBILI:

Massimo Euro 60.000,00 ed un minimo di Euro 1.000,00, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande. Il contributo, pari al 40% dell’investimento (50% per gli imprenditori giovani agricoltori).

RISORSE DISPONIBILI:

REGIONE MARCHE Euro 833.033,00

SCADENZA BANDO: 20 GENNAIO 2017

BANDO ISI 2016

L’Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto:

Progetti di investimento

Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Il contributo, pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di Euro 130.000 (Euro 50.000 per i progetti di cui al punto 4), viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea).

Prima fase:

Inserimento online della domanda e download del codice identificativo.

Dal 19 aprile 2017, fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, nella sezione “Accedi ai servizi online” del sito Inail le imprese registrate avranno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni