Operazione “Countdown” Guardia Costiera, tutela filiera pesca e salute pubblica

Redazione Picenotime

13 Gennaio 2017

Si è conclusa l’operazione complessa, su scala nazionale, della Guardia Costiera denominata “Countdown” - svoltasi durante le ultime festività natalizie. 

Tale operazione ha visto impegnati anche i Comandi territoriali del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera presenti sul territorio marchigiano, coordinati dalla Direzione Marittima di Ancona - 7° Centro di Controllo Area Pesca, diretta dal Contrammiraglio Francesco Saverio Ferrara, durante la quale sono stati intensificati i controlli lungo l’intera filiera ittica, dal mare ai principali mercati ittici della penisola, fino alla tavola dei consumatori, per evitare che nei cenoni italiani possano trovarsi prodotti ittici pescati e commercializzati illegalmente, a seguito della crescente richiesta che si registra in corrispondenza del  predetto periodo.

L’attvità di coordinamento svolta dal 7° Centro di Controllo Area Pesca, si pone come interfaccia periferica, operativa e amministrativa, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, che ha impiegato, nel solo periodo di riferimento, circa 200 uomini e donne, impegnati in 168 missioni a mare a terra, che hanno portato, su tutto il territorio regionale, all’elevazione di n. 27 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di 39.288,00 €, rilevando quale violazione ricorrente la commercializzazione di prodotto ittico privo del previsto bollo sanitario, l’errata etichettatura del prodotto e/o la sua rintracciabilità, nonché, l’esercizio di attività di pesca in luoghi e zone vietate, al sequestro di 350,00 Kg di prodotto ittico e, all’inoltro presso la Procura della Repubblica competente per territorio di n. 2 comunicazioni di notizia di reato, di cui n.1 per violazioni delle norne in materia di sicurezza della navigazione (art. 1231 del Codice della navigazione) e n. 1 per frode nell’esercizio del commercio (art. 515 C.P.), per non aver correttamente informato la clientela in merito alla commercializzazione di prodotto ittico congelato/decongelato. I controlli hanno portato, altresì, all’esecuzione di n.26 sequestri amministrativi (17 cestini – 6 cogolli – 3 reti) e n. 1 sequestro penale (3 nasse).

Il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – Maurizio Martina – ha affermato: “L’operazione Countdown dimostra, ancora una volta, l’efficacia del nostro sistema di controlli. Il lavoro degli uomini e delle donne della Guardia Costiera garantisce verifiche capillari a tutti i livelli della filiera in ogni periodo dell’anno. Questo non è solo sinonimo di qualità e sicurezza per i consumatori ma anche di tutela e conservazione di un grande patrimonio come l’ecosistema marino. Bene dunque il lavoro portato avanti fin qui. Andiamo avanti senza abbassare la guardia e salvaguardando un settore fondamentale per l’economia del nostro Paese”.

Le attività di controllo proseguiranno per assicurare il rispetto delle norme in materia di tracciabilità e rintracciabilità del prodotto ittico, nonché il corretto esercizio delle attività di pesca, garantendo, al contempo, la salvaguardia della salute pubblica e la tutela delle risorse biologiche”.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni