Basket Serie C2, la Cestistica Ascoli cade in piedi a Falconara

Redazione Picenotime

24 Febbraio 2014

CESTISTICA ASCOLI PICENO
La gara, sempre corretta, trova le due squadre particolarmente concentrate ed il pubblico stesso rimane in "sospensione". E' difficile prevedere le cose, considerato quello che si presenta agli occhi di tutti: 2 squadre che non si temono e che viaggiano in parallelo pertutto il primo tempo. Azioni individualmente belle e trame collettive da applauso. Solo al terzo quarto i tifosi locali si scaldano, vedendo la propria squadra accellerare nel punteggio, reso più agibile per l'assenza nei due quarti del play ascolano Smikle (infortunato) e per il quinto fallo di Mattei, per i quali il giocatore non comprende le motivazioni ad eccessiva fiscalità. Il Falconara si porta avanti con determinazione, forte non solo della sua equipe ma, in modo particolare, del 37enne Benini, che gioca per gran parte del tempo con freschezza giovanile e con padronanza sotto place e da fuori area. Atleta, come altri, ancora di categoria superiore e che rafforza la convinzione del bravo coach Regiani che solo strani eventi potrebbero negare la promozione. Alla fine tutti al fair play con gli ascolani sereni per l'impegno profuso, anche se privati dal contributo di Smikle, prima, e di Mattei dopo.

1° Q: Partono bene gli ospiti con tre triple consecutive di Addazi, che disorientano il pubblico, ma Bartoli e Benini non tremano ed infilano, alternandosi, ben 1 5 / 2 4 del punteggio del quarto. Smikle esce per contusione senza rientrare più ed inizia la rotazione dei giovani ascolani Cavoletti (96), Luzi (96), Magheri (96), Nai (93), Fazzini(93). Tutti i giovani mantengono bene il loro ruolo.

2° Q: Benini produce ancora 10 punti, coadiuvato da Chiorri e Mosca, che ne realizzano 13 . Alcune azioni da moviola ai danni degli ospiti, ma la gara rimane incerta nel quasi silenzio sacrale del pubblico, forse colpito dalla dinamicità dei giovani ascolani.

3° Q: Coach Reggiani rimane "silenzioso", comprendendo che i suoi stanno giocando nel giusto modo e che hanno birra in corpo anche per il secondo tempo. Così è! Benini riparte con costanza ed infila 11 punti. Dopo 2 minuti la Cestistica si trova il bonus ed i locali non sbagliano i TL ( 11 fino al momento senza alcun TL concesso alla Cestistica  nei 3 quarti giocati), e il  Falconara, con merito, prende il largo. Un particolare di merito a Benini non solo per i canestri ed i rimbalzi e come torre nei momenti di pressing, ma soprattutto per dominare sotto la plance senza aver stimolato gli arbitri ad alcun fallo da fischiare (solo uno a fine gara). Nota lieta per Bartoli, che svolge un lavoro spesso umile e a disposizione della squadra.

4° Q. Benini è stanco? No ! Gioca ancora il quarto tempo per regalare al pubblico altri 10 punti e, questa volta, aiutato da Bartoli e c. Il quarto mantiene il divario nel punteggio con la nota lieta che a 3'.44' dal termine la Cestistica trova l'occasione dei 2 TL, ma la disabitudine per non averli tirati durante la gara porta all'errore di entrambi. Forse la stanchezza: visto che la stessa Falconara ne sbaglia 3/4. Fine gara, sincere congratulazioni tra le squadre, elogio ai vincitori (squadra più forte del girone) e appuntamento alla finale...play off.

TABELLINO
 
AMATORI FALCONARA - CESTISTICA ASCOLI    85 -67

FALCONARA (85): Chiorri 12, Oprandi 4, Esposito ne, Di Luca ne, Vaccaro, Mosca 10, Bartoli 14, Peloni 4, Ciarallo 5, Benini 36. All. Reggiani

ASCOLI (67): Fazzini, Smikle 5, Ciccorelli 12, Mattei 7, Cavoletti, Addazi 12, Luzi, Nedwick 21, Nanni 7, Magheri 3. All. Caponi

PARZIALI: 24-21, 23-20, 21-12, 17-14.

Arbitri: Iacomucci e Vedovi

 


PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni