Carnevale Ascoli, bagno di folla anche per la chiusura. Ecco le nomination

Redazione Picenotime

01 Marzo 2017

Chiusura in bellezza, per l’edizione 2017 del Carnevale di Ascoli, con un vero e proprio bagno di folla: migliaia di persone, infatti, hanno letteralmente invaso il centro storico ascolano sin dal primo pomeriggio e fino alla tarda serata di oggi, martedì 28 febbraio, bissando i numeri da record di domenica scorsa. Un Martedì grasso che ha visto anche la presenza di tanti turisti, provenienti da diverse zone d’Italia. 

Grandissima l’attesa anche per i primi verdetti: alla fine della lunga e divertente giornata, dopo il conteggio e la verifica - da parte del notaio Nazzareno Cappelli - delle schede consegnate dai giurati, il sindaco di Ascoli, Guido Castelli, ha ufficializzato i gruppi finiti in nomination, categoria per categoria, e, quindi, candidati alla vittoria finale.

“L’elevato numero delle maschere iscritte al concorso – sottolinea il Presidente dell’associazione “Il Carnevale di Ascoli”, Alessandro Spadea - è sicuramente collegabile al montepremi che anche in questa circostanza è stato mantenuto sui livelli storici, senza le decurtazioni che purtroppo vennero effettuate nel recente passato”.

Ed ecco i nomi degli iscritti al concorso più votati dalla giuria (presieduta da Giancarlo Oresti dell’Associazione Il Carnevale di Ascoli), tra i quali, nella cerimonia di premiazione di domenica prossima a Palazzo dei Capitani (per l’indisponibilità del Ventidio Basso a causa di un già programmato evento teatrale), verranno scelti i vincitori di ciascuna categoria.

Categoria A itineranti: Nen tenghe la testa sopra li spalle e chiste nen sacce come paralli; Da Peti’: vi e pani’ mmiezze a lu traverti’; Dope lu nevo’ e li scussette ce mancava sule li cavallette.

Categoria B itineranti: La  “ messa” in sicurezza; Li zanzare all’ospedale ce sta pure a Carnevale; Non c’e’ trippa per varchi.

Categoria B fissi: Se lu ponte vuo’ ‘rrapri’ lu leone deve resali’; Pure li varche…non ci resta che piangere; Buste, quadre, e traverti’, ce sta sembre quaccosa da redi’.

Categoria C: Olio di palma vergine; Tereme annanz; Lu’ pegge ve sempre arrete; Fatt e’ fatt e’ pccate lu cappiell; Vatte  vie’ mesco’, che me fracete  lu presciutte; Santa Middie cerca la carita’; Tra mogghie e marite ne mette lu dite.

Categoria D: Posso dare un occhiata?; Na lengua chë ttagghia e cocë; N’andr’anne vengeme … tu aspetta e…; La “messa”in sicurezza; Me bagnava prima ,me bagn’pure mo’; Io sto a Cannes.

Categoria OB (Omnia Bona): Brandozzi e la mamma danno i numeri; Na lengua che ttagghia e coce; Aua’ chessa , tira li pret!!; N’andr’anne vengeme…tu aspetta e…; La”messa” in sicurezza; Tu a lu centre da veni’ pe fallo rebbevi’.



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni