Offida, al Serpente Aureo appuntamento con ''La Bela Stagione''

redazione picenotime.it

06 Aprile 2017

Giorgio Colangeli

Forti emozioni al Serpente Aureo per l'apertura de "La Bela Stagione", lo scorso 4 aprile,  con la straordinaria partecipazione di Giorgio Colangeli, che è stato accolto da un caloroso abbraccio al quale ha risposto con un inchino.  “Nonostante il giorno infrasettimanale è stata la presenza del pubblico è stata davvero impressionante. Al di là di ogni mia più ottimistica aspettativa”.

Le oltre 150 persone sono state condotte dal grande attore in un vero e proprio viaggio, intenso ed emozionante nei primi 6 canti di quella che è considerata la cantica più umana, dove si recupera tutta la verità della vita vissuta. “Per descrivere il Purgatorio – ha spiegato Colangeli -  Dante usa spesso i connotati del paesaggio terrestre: si vede il cielo, si vede l'alternarsi del giorno e della notte, contrariamente a quanto accadeva nell'Inferno dove il tempo era interiore. Il tempo del Purgatorio è quello dell'essere umano e poi ci sono l'amicizia e la solidarietà, come nella nostra vita di ogni giorno. Una parola che ricorre è frate, cioè fratello” Il Purgatorio viene descritto da Colangeli come un alveare, dove ognuno fa qualcosa per se stesso inserito in comunità civile, come dovrebbe essere, ma purtroppo non è la società in cui viviamo oggi. Inoltre l’attore ha invitato tutti a riflettere sulla cultura frammentata di questo periodo -  in cui ognuno sa fare qualcosa nello specifico -  dove si è perso il legame tra tutte le discipline e di fatti lo scopo etico e morale della cultura stessa. 

“Ringrazio le insegnanti, i ragazzi, le associazioni di Offida e il pubblico che ha partecipato numerose, oltre, ovviamente,  Colangeli e Lucilio Santoni, che ha curato l’evento – conclude la Bosano -  per un assessore alla Cultura questa è una grande soddisfazione”. Il prossimo evento de “La Bella Stagione” si terrà il 24 aprile con la presentazione del libro “E poi libri e ancora libri” di Federico Garcìa Lorca a cura di Lucilio Santoni.

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni