Bari, Sabelli salta l'Ascoli: crociato rotto. Greco: “Teniamo vive speranze”

Redazione Picenotime

07 Maggio 2017

Giuseppe Greco

Il Bari dovrà affrontare il prossimo impegno con l'Ascoli, in programma Domenica 14 Maggio alle ore 15 allo stadio "San Nicola", senza Stefano Sabelli. Ecco la diagnosi ufficiale sull'infortunio accusato dall'esterno destro nel match pareggiato contro l'Avellino: "Il difensore Stefano Sabelli si è sottoposto, questa mattina, a risonanza magnetica dopo l’infortunio di Avellino. Gli esami strumentali hanno evidenziato la rottura del crociato anteriore del ginocchio destro. Nei prossimi giorni si sottoporrà ad ulteriore visita medica".

La squadra di Stefano Colantuono è sempre più lontana dai playoff a due giornate dal termine del campionato di Serie B, ma il centrocampista Giuseppe Greco non ne vuole sapere di arrendersi. Ecco le sue dichiarazioni: “Il pari con l'Avellino. Non ci accontenta. Cercavamo la vittoria per il discorso playoff e per dare una soddisfazione alla gente giunta qui. Dispiace perchè nel primo tempo avevamo fatto una buona partita, nel secondo tempo poi la voglia di pareggiare l’incontro da parte dell’Avellino non è mancata. Pressioni? Ci potevano stare, loro si giocavano tanto oggi. Avremmo potuto fare anche un secondo gol ma non ci siamo riusciti - ha detto Greco, come riporta il sito Barinelpallone.it -. I playoff si allontanano sempre di più? Il campionato è strano, siamo ancora li. Lavoreremo in queste due settimane per tenere ancora viva ogni speranza. Il mio futuro? Quando sono venuto qui a Bari ho fatto una scelta ben precisa. Non è un alibi ma è chiaro che non sono mai stato al cento per cento. Credo che questo gruppo meriti di essere riconfermato in gran parte, perchè sotto il profilo dell’impegno e della professionalità non si possa dire nulla. Purtroppo alcune cose non si sono incastrate al meglio. I salti di qualità vanno fatti a 360 gradi. Messaggio ai tifosi? Dispiace per loro, dire qualsiasi cosa in questo momento sarebbe superfluo. L’amore che loro provano per questa maglia non è capibile da parte nostra, è troppo forte. Noi però stiamo dando tutto. Abbiamo passato mesi a lavorare tanto ma senza raccogliere quanto magari avremmo meritato in più”.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni