CIVM e CIVSA, effettuate le verifiche tecniche e sportive della Sarnano-Sassotetto

Redazione Picenotime

19 Maggio 2017

Con il rituale affollamento delle aree paddock e le verifiche effettuate presso il Centro Congressi e sul parcheggio Bozzoni, è scattata la seconda prova del Campionato Italiano Velocità Montagna. L’Automobile Club Macerata e l’Associazione Sportiva AC Macerata hanno ricevuto la positiva risposta del mondo delle salite, con un numero record di presenze, circa 170, e l’edizione che va ad iniziare si prospetta indubbiamente tra le più esaltanti di sempre a livello sportivo. Ad iniziare dal primo confronto in Italia degli assi Simone Faggioli (Norma M20FC-Zytek) e Christian Merli (Osella Fa30-Fortech), fino al debutto di Marco Gramenzi con la nuova AR-MG Furore-Zytek. Il confronto al vertice sarà da ultimo respiro: tra le vetture sport e formula ci sarà battaglia con Omar Magliona, Michele Fattorini, Domenico Cubeda, Domenico Scola leader assoluto di campionato dopo il successo calabrese del Reventino, Francesco Leogrande con la Wolf, Luca Ligato, Achille Lombardi, Diego Degasperi con la monoposto Lola-Honda, “O’Play” passato alla categoria CN, ed anche i piloti marchigiani Andrea Vellei, ascolano con una Gloria a motore motociclistico Suzuki e Francesco Michea Carini, osimano con un prototipo Osella Pa21 Evo. Non mancano le supercar, dalle Ferrari di Lucio Peruggini, Luca Gaetani e Roberto Ragazzi, alla bellissima Lamborghini Huracan di Bruno Jarach e la Nmw Z4 di Marco Jacoangeli. Marco Sbrollini di Pergola su Lancia Delta Evo, l’ascolano Amedeo Pancotti su Bmw M5 e Abramo Antonicelli di Portorecanati su Bmw M3 in gruppo E1 Italia ed E2SH daranno sicuramente il massimo sui tornanti casalinghi. Nelle categorie inferiori tra gli altri Antonio Scappa, Salvatore D’Amico (Renault New Clio), Giuseppe Aragona (Peugeot 106), Francesco Savoia (Mini Cooper), Rachele Somaschini (Mini Cooper), sapranno dire la loro. Dieci i piloti della Sarnano Corse: Marco Gentili, Alberto Scagnetti, Carmine Ciccotelli, Sandro Tidei, Luca Attorresi, Andrea Canzonetta, Samuele Meloni, Massimo Silenzi, Piergiuseppe Monaldi ed Emanuele Miliucci. Tra le prime impressioni ecco quella dell’orvietano Michele Fattorini: “Sono al debutto con l’Osella Fa30 a motore Zytek. Per essere presenti qui a Sarnano ed a Verzegnis abbiamo sostituito le parti mancanti sulla vettura dello scorso anno, per fare le prime esperienze con queste potenze, al Trofeo Scarfiotti ci teniamo sempre, per noi è ormai è la seconda gara di casa. Speriamo di fare due manches di prove sull’asciutto per iniziare a prendere bene in mano la vettura.” 

Marco Gramenzi è in fibrillazione per il debutto con il suo nuovo bolide a base Alfa Romeo: “Ho chiamato la mia macchina Furore, che è un paese sopra Amalfi, dove le curve di una vecchia cronoscalata sono dedicate ai piloti che vi hanno corso, come “don Mimì” Scola, Maurizio Jacoangeli. Il posto è meraviglioso e la passione motoristica altrettanto. Hanno istituito un premio intitolato al tedesco Georg Plasa per un pilota delle salite in base ai risultati e alla sportività e nella prima edizione del 2015 l’hanno consegnato a me”. Domani due salite di le prove ufficiali con inizieranno alle 9,00. Il percorso verrà chiuso un’ora prima. Ingresso gratuito e bus navetta per raggiungere il percorso di gara dal paese.

La cittadina ai piedi dei Monti Sibillini si è accesa anche con i protagonisti del Campionato Italiano Salita Autostoriche. Una settantina i concorrenti che hanno risposto al richiamo della Sarnano-Sassotetto, dedicata al campione automobilistico marchigiano, vittorioso in tante gare in montagna, di durata e del GP d’Italia di F.1 del 1966. L’Automobile Club Macerata e l’Associazione Sportiva AC Macerata hanno lavorato alacremente per fornire un evento all’altezza della tradizione, superando le non poche difficoltà sopraggiunte dagli eventi sismici e dalle forti nevicate. L’Amministrazione Comunale e la Provincia di Macerata hanno creduto nella volontà di continuità e se vogliamo, di rinascita, per un evento estremamente significativo per il territorio. Il percorso di 8877 metri teatro di gara vedrà così ritornare le affascinanti vetture storiche per un nuovo confronto dopo le gare di Montefiascone, Cortona e Scarperia. Si preannuncia una bella battaglia, con in lizza Piero Lottini e Stefano Peroni con le sport Osella, Sandro Zucchi, Angelo Bologna con le sport Lucchini, il pilota di casa Pierluigi Carnevaletti di Senigallia con una Bogani, ma anche le monoposto del campione italiano monoposto, l’osimano Antonio Angiolani (March-Toyota) e Giuliano Peroni con una Martini MK32, sono candidati ad un piazzamento di vertice. Da considerare anche Tiberio Nocentini (Chevron B19), Ildebrando Motti (Porsche Carrera RS), Matteo Adragna (Porsche 911RS), Massimo Vezzosi (Bmw 2002-Schnitzer), Antonio Di Fazio (NSU Brixner) e la Alta Sport di Georg Prugger che rievoca i tempi eroici anteguerra. E’ entusiasmante rivedere le vetture che hanno scritto la storia della cronoscalata, che ha preso avvio nel 1969 dopo la scomparsa di Scarfiotti. Nei cinque raggruppamenti si potrà rivivere tanti di quegli appassionanti momenti che hanno richiamato sui tornanti maceratesi tanti campioni della montagna. I protagonisti più quotati si possono ammirare nell’area paddock di Piazza della Libertà, con due salite di prove ufficiali che domani inizieranno alle ore 14,30 dopo la conclusione delle verifiche sportive e tecniche. Antonio Angiolani, tricolore in carica per il 5° raggruppamento ci ha detto: “Malgrado alcuni problemi fisici dopo un recente intervento non sono voluto mancare a questa gara, alla Sarnano-Sassotetto vale la pena esserci. E’ legata a tanti ricordi di gioventù, vedremo cosa riuscirò a fare.”

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni