Gran Premio d'Italia, Fenati crolla nella parte finale e chiude nelle retrovie

Redazione Picenotime

04 Giugno 2017

Domenica da dimenticare per Romano Fenati nel Gran Premio d'Italia, sesta tappa del Campionato Mondiale Moto3 2016/2017.

Sul circuito del Mugello il 21enne pilota ascolano dello Snipers Team lotta con i primi per metà gara portandosi anche in testa, poi lentamente scivola nelle retrovie e si deve accontentare di un deludente 13° posto. 

La vittoria va al suo ex compagno di squadra nello Sky Racing Team Andrea Migno che brucia nel finale l'altro italiano Fabio Di Giannantonio e lo spagnolo Juanfran Guevara.

In vetta alla classifica mondiale si conferma lo spagnolo Joan Mir con 108 punti davanti a Aron Canet con 74 e Fabio Di Giannantonio con 71. Fenati scende al quarto posto a quota 68 punti raggiunto da Andrea Migno. Prossimo appuntamento sul circuito di Montmelò per il Gran Premio di Catalogna.

Ecco il comunicato ufficiale sulla gara dello Snipers Team: "Si poteva far bene oggi, sul circuito del Mugello, con Romano Fenati e Jules Danilo che partivano rispettivamente dalla sesta e decima casella in griglia. Il passo, fatto registrare nel warm up da entrambi i piloti del Marinelli Rivacold Snipers team, aveva lasciato ben sperare. Per Romano è stato decisivo un contatto pericoloso causato da un altro pilota che gli ha fatto perdere la testa della gara. Risucchiato dal gruppo, il pilota di Ascoli non è riuscito a risalire nei giri finali della gara, concludendo in tredicesima posizione. La gara di Jules Danilo si è interrotta ad 11 giri dal termine, messo KO da un colpo ricevuto da un altro pilota che gli ha bloccato l'acceleratore mandando la moto a tutta velocità contro le barriere. Fortunatamente nulla di grave per il pilota. Per fortuna che, tra meno di una settimana, c'è il GP di Barcellona".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni