Ascoli, l'ex Marroccu riparte da dg e ds della Feralpisalò: “Vogliamo essere protagonisti”

Redazione Picenotime

20 Giugno 2017

Francesco Marroccu

Riparte dalla Lega Pro l'avventura nel calcio italiano di Francesco Marroccu. L'ex direttore sportivo dell'Ascoli Picchio, che lo scorso 30 Giugno aveva risolto consesualmente il proprio contratto con il club di Corso Vittorio Emanuele, è stato presentato oggi come nuovo direttore generale e direttore sportivo della Feralpisalò, ambizioso club lombardo che ha come presidente Giuseppe Pasini e come tecnico Michele Serena. Vi proponiamo le sue prime dichiarazioni grazie al contributo di Hervè Sacchi, responsabile della comunicazione della compagine verdazzurra.




© Riproduzione riservata

Commenti (18)

fabio 20 Giugno 2017 21:39

marroccu ad ascoli ha fatto un miracolo dopo la bufera mangia, portato in trionfo a la spezia da tutta la squadr grande uomo l'unico a lasciare sul tavolo un anno di contratto e sei andato via ringraziando la città senza pretendere nulla. lovato liquidato con stipendio di un top player di serie A e Cardinaletti rimasto a stipendio d'oro per non risolvere niente
buona fortuna marroccu


fermano bianconero 20 Giugno 2017 21:56

auguri per la tua nuova avventura speriamo che torni all'ascoli ci siamo salvati senza allenatore grazie dal fermano bianconero ascolano


asnkvola 20 Giugno 2017 22:07

La Feralpisalò.........Marroccu ma che sta a dì?


renato 20 Giugno 2017 22:24

Grande Marroccu, in bocca al lupo di cuore!


Roberto 21 Giugno 2017 06:13

sfido chiunque a lavorare con il duo anticalcio lovato e petrone, ritrovarsi con i problemi che ha creato Mangia alla squadra e salvarsi, da uomo di calcio si è affidato a daniele cacia gli ha dato in mano la squadra, risultato cacia ha fatto 7 doppiette in 10 partite, ricordo la scena di la spezia a fine partita, la squadra lo prende sulle spalle e fa festa con lui. bellini ha scelto di tenere cardinaletti l'omo del progetto, dopo 12 mesi di sofferenza siamo punto a capo, senza squadra e senza stadio, naturalmente l'agnello da sacrificare quest'anno è Cacia, perchè ha segnato 12 gol e tenuto il gruppo unito, costa troppo.
il tempo sarà galantuomo.
in bocca al lupo marroccu


massimo 21 Giugno 2017 06:51

Un grande, d Ascoli avrebbe fatto bene se solo lo avessero lasciato lavorare. gli auguro di far bene a Feralpisalò


Ascoli 1898 21 Giugno 2017 07:43

Per ciò che hai dato all'Ascoli da uomo di calcio e come persona, possiamo dirti solo grazie. Chissà che un giorno tu possa tornare per costruire un grande Picchio. Un sogno, i sogni a volte presto o tardi diventano realtà.


Giovanni 21 Giugno 2017 08:50

Ridateci marroccu per favore.
A gennaio piazzò 10 giocatori scarsi risparmio' tanti soldi, aveva chiuso per riportare antenucci ad Ascoli ma il presidente Bellini non gli diede l'ok perché Perez doveva andare al Lecce. Parole di Francesco Bellini, non ho voluto io ci teniamo Perez. poveri noi.
Ridateci marroccu


giancarlo pasinato 21 Giugno 2017 09:18

avete tutti ragione giaretta è un incapace che solo con l'operazione favilli ha messo a posto le casse del'ascoli per un bel po' di tempo, un giocatore( favilli) che la juventus l'anno scorso non ha riscattato dal livorno ,marrocu ha anche portato ad ascoli canini antonini bellomo milanovic mitrea benedicic ecc ecc ha fatto anche buone cose ma non ricordiamoci solo quello che conviene


Orgoglio Ascolano 21 Giugno 2017 10:14

Auguri per la tua nuova avventura e grazie per quello che hai dimostrato ad Ascoli


solo x il picchio 21 Giugno 2017 12:18

Mi fate ridere. Lovato almeno ci ha portato in B in un anno partendo dal nulla e tra gli altri ha preso Addae, Mengoni e Lanni che ora tutti esaltano. Stasera c'è Repubblica Ceca-Italia Under 21, in campo due talenti come Jankto e Petagna che lui ha portato ad Ascoli. Marroccu ci ha portato tante sole, che dopo quattro mesi erano pronti per la Lega Pro nel migliore dei casi e ha spaccato una società che stava funzionando


Luigi 21 Giugno 2017 18:17

Solo x il picchio, la società funzionava??? Campionato perso in maniera incredibile, siamo in serie B per il tribunale sportivo. . Non ricordi da marzo in poi cosa è accaduto tra lui petrone e la squadra? Secondo te Bellini mandava via il suo braccio destro senza motivo? La storia di Lapadula non preso per 4 becchi a Natale 2014 pur di fare dispetto ai soci che garantivano di persona la ricordi? Faraotti che non partecipa più alla vita societaria finché non è andato via lo ricordi? Quello che è accaduto tra lui e il nuovo amministratore da quando è arrivato lo ricordi?
Sai quanto alla società è costato per andare via? Tanto ma tanto caro mio solo x il picchio.
Per carità ognuno la pensa come vuole, sarà sicuramente una brava nessuno lo mette in dubbio, ma come tutti i manager sino accecati dal potere e se gli è lo togli fanno danni enormi, dicasi anche per chi mi ha sostituito , il calcio non è per tutti e per vincere bisogna saper fare bene il proprio lavoro.
Marroccu tutta la vita.


solo x il picchio 21 Giugno 2017 20:59

La cosa più giusta che hai scritto è che ognuno la pensa come vuole, però contano anche i fatti e questi, fino a prova contraria, dicono che con Lovato siamo saliti in un anno e se a Teramo si compravano le partite significa che senza quelle malefatte avremmo vinto noi. Per quanto riguarda il mercato, la storia di Lapadula ha fatto l'acido e mi sa che ognuno la racconta come gli pare, dire che non l'ha preso per fare dispetto ai soci mi sembra uno stupidaggine. Sempre stando ai fatti Lovato fece uno squadrone in C e fin che è stato solo in B ha portato Jankto, Petagna e altri giovani dai costi molto bassi e dal potenziale molto alto. Nei due anni seguenti non mi sembra che siano arrivati fenomeni. Comunque penso che siamo d'accordo nello sperare che quest'estate la musica cambi, perché per venire all'attualità, la rosa va molto migliorata per non soffrire come nello scorso campionato


sarò sempre del settembre 21 Giugno 2017 22:12

Sono per una via di mezzo tra quello che hanno scritto Luigi e solo x il Picchio.


luca 21 Giugno 2017 22:31

Marroccu grandissimo uomo prima che capace, anche io ricordo a la spezia chi ha portato i trionfo la squadra, non certo i dirigenti seduti in sede che se la litavano, lui ha lasciato i soldi gli altri hanno voluto tutto fino all'osso. bene l'importante è che stia lontano da ascoli piceno
per lcronaca del fantomatico solo x il picchio.. quest'anno in rosa di giovani promettenti c'erano felicioli, cassata, orsolini, favilli... il problema di questa società sono stati e sono soltanto i manager che di calcio non capiscono nulla e vogliono comandare anche lo spogliatoio, risultato? due anni di rischio retrocessione, ma a loro che importa pensano alla poltrona.
solo x il picchio vatte a dermì
marroccu uno di noi


Alessandro 22 Giugno 2017 08:00

Se la società lo scorso anno ripartiva con Marroccu come minimo si facevano i play off, aveva creato un gran gruppo nello spogliatoio, una sinergia tra squadra e tifosi nella difficoltà irripetibile, forse non ci si rende conto che il caso mangia aveva fatto saltare ogni equilibrio tra i giocatori, è stato capace di salvarsi senza allenatore. Ma è andata cosi gli possiamo augurare solo il megkio, magari un giorno chissà... grandissimo marroccu


marco 22 Giugno 2017 09:10

Grande Francesco marroccu l'unico a lasciare i soldi del contratto sul tavolo del presudente, dopo aver salvato il picchio. Se n'è andato da gran signore e ha ringraziato la città tanto basta. Sempre nel nostro cuore.


Marroccu il migkiore 23 Giugno 2017 09:37

La persona più competente onesta e leale che abbiamo avuto ad Ascoli dall'inizio dell'era Bellini, tra i migliori degli ultimi 20 anni.
Torna ad Ascoli prima possibile il Picchio per tornare grande ha bisogno di te.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni