Basket Serie C2, Cestistica Ascoli superata in casa dal Pedaso

Redazione Picenotime

24 Marzo 2014

CESTISTICA ASCOLI PICENO
Incontro interessante tra due delle squadre più forti del girone. Il Pedaso al gran completo, la Cestistica con solo 7 atleti (i rimasti dai noti infortuni precedente gara). Gli ascolani in campo con 4 under, ma perde subito Cavoletti per un involontario colpo avversario e forte ematoma.

I 6 disponibili si ridurranno a 5 dopo l'uscita di Mattei per 5 Falli. Recupera, seppur un pò claudicante l'americano Nedwick. La gara va avanti di pari passo: velocità e difese forti, con iniziali errori a canestro da ambo le parti. Vittoria finale al Pedaso che merita sicuramente il secondo posto, dopo un avvio di campionato lento. Onore alla Cestistica di essere stata sempre in partita fino ai minuti finali, ma il campionato degli infortuni ultimi ne ha limitato tutto il forte potenziale. Il Pedaso ha potuto usufruire di ben 4 bonus per gli ospiti, mentre la Cestistica ha beneficiato dell'unico bonus degli avversari a 3 minuti dal termine della gara, con Mattei già fuori per 5 falli apparsi molto, molto, molto dubbiosi.

1° Q: Difese da ambo le parti, qualche errore di troppo, ma la Cestistica si porta sul 6-0. A 5 minuti dal termine ancora forte difese e Cestistica 8-2. Iniziano il gran lavoro Manfrin e Mosconi fino al 13/13, poi la Cestistica chiude a+ 2 : 19-17.

2° Q: Buon momento per gli ascolani che aumentano gradualmente il vantaggio fino a 27/19 con Cavoletti alle cure mediche e fine gara. Il Pedaso inizia un forte recupero con l'intero quintetto. Qualche errore dalla lunetta per gli ospiti e la Cestistica va a + 10 (29/19). L'infortunio a Cavoletti ed i 3 falli Nedwick e 3 Mattei non permettono al coach Caponi di operare particolari cambi. Ne approfitta con determinazione il Pedaso che riesce a portarsi a -1 (38/37) .        
                                                             
3° Q: All'intervallo coach Caponi deve pensare più a rincuorare il suo piccolo drappello, scosso anche dall'incidente del giovane ascolano. Si riprende col Pedaso che accellera  nel tiro e nella manovra a fondo campo. La Cestistica si trova dopo pochi minuti con 4 falli di squadra e a 2 minuti dal termine con ancora bonus (5/2). Qualche mormorio nella panchina ascolana, ma il Pedaso merita per il suo impegno. Sorpassa la Cestistica a 4 minuti dalla fine (45/47) e cresce d'intensità fino al +12 finale del quarto (47/59). 
     
4° Q. Primo tiro libero dalla lunetta per Mattei dopo qualche minuto. Gli ascolani non perdono ritmo, anche se la stanchezza si sente. Quinto fallo a Mattei, fallo in attacco che il giocatore accetta obtorto collo e con forte ironia. Spazio all'unico giocatore rimasto, Luzi (1996) e con Nedwick a 4 falli. Mancano 7 minuti, la Cestistica cresce e si porta a -8, e con 5 minuti da giocare. Il Pedaso no perde concentrazione e, quando avviene, coach Camarri chiede sospensione e dinamismo. La squadra risponde. La Cestistica sbaglia ben 5 tiri liberi, ma Vallesi, D'Angilla ed un ordinato Belleggia mantengono il vantaggio del +5 fino alla fine.

Abbraccio, scambi di auguri per il prosiego in una partita che premia la qualità dell'organico degli ospiti e l'attuale condizione di forma. Per la Cestistica un bravo a tutti, perchè hanno saputo "soffrire" e mantenere lo spirito di squadra e la coesione nel gioco, nonostante tutto!

TABELLINO

CESTISTICA - PEDASO  60-65

CESTISTICA  AP: Smikle 9, Ciccorelli 6, Mattei 18, Cavoletti (inf.), Luzi 4, Nedwick 21, Nanni 2; All. Caponi

PEDASO: Manfrini 12, Domesi, Vallesi, Stampatori, Di Angilla, Meconi, De Fenza, Monterubbianesi, Belleggia,  Mosconi, All. Camarri / Ass. Ionni  (tabellini non leggibili)

Arbitri: GUERCIO e VESCOVI
                                                                                                                                                                                      
Comunicato società. Non è più possibile che il gestore dell'impianto sportivo crei grossi problemi alla nostra società, privando spesso gli atleti dell'acqua calda alle docce. Succede troppe volte, nonostante le avvertenze fatte anche all'Amministrazione comunale e nonostante i regolari impegni di spesa sempre onorati dall'ASD Cestistica AP. La società si scusa con i propri atleti per la pazienza sempre dimostrata e con le società che avessero incontrato parte di queste difficoltà. Qualora ciò si ripeterà, l'ASD Cestistica AP sospenderà ogni forma di pagamento all'Ente gestore dell'impianto. L'Amministrazione comunale è pregata di verificare il rispetto degli obblighi contrattuali delle società vincitrici degli appalti.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni