Ascoli-Juve Stabia 3-2, le voci di Cardinaletti e Vallesi (che vola in Giappone) post gara

Marco Amabili

05 Agosto 2017

Vallesi - Cardinaletti

Al termine del match vnto 3-2 dall'Ascoli Picchio contro la Juve Stabia nel secondo turno di Tim Cup hanno parlato al nostro microfono nella zona mista dello stadio "Del Duca" l'amministratore delegato Andrea Cardinaletti ed il preparatore dei portieri Gilberto Vallesi che saluta il club bianconero per affrontare una nuova avventura professionale nel campionato giapponese nelle file del Sagan Tosu.






© Riproduzione riservata

Commenti (12)

David 05 Agosto 2017 23:04

Bellini caccia i soldiiiiiiiiiiii ! Servono almeno 5 giocatori. Dopo le prime partite vedrete.difesa ridicola


Ripano 05 Agosto 2017 23:23

In bocca al lupo a Gilberto, grazie di tutto!!!
Avanti Picchio!!!!!!!


paolo m 06 Agosto 2017 00:51

difesa tutta da rifondare, completamente, salvo solo Mignanelli anche se in fase difensiva deve migliorare tanto


SGA 06 Agosto 2017 02:52

Patron mano al portafoglio altrimenti ci sara da soffrire la SQUADRA va rinforzata.


ascoli è dura 06 Agosto 2017 08:41

Buona notizia per il grande "Gibo" notizia pessima per l'Ascoli che perde un otttimo allenatore ì/preparatore e per Lanni che perde il suo maestro . Speriamo che il portierone psicologicamente non ne risenta.


matteos 06 Agosto 2017 10:51

non ho visto la partita ma sono contento per il risultato
un saluto a gilberto vallesi e gli auguro di continuare cosi anche in giappone, sara' difficile rimpiazzarlo ma la societa' sa il fatto suo
un complimento anche a favilli per la sua doppietta


Andrea 06 Agosto 2017 12:23

David stai zitto... l'abbiamo visto tutti che servono i difensori, ma ci sono modi e modi di dire le cose, inizia tu a caccià i soldi per l'abbonamento poi chiacchieri...


mirko 06 Agosto 2017 12:38

la prdita di vallesi è pesantissima, ma tanto i nostri dirigenti prendon tutto a ridere e sottogamba, se ancora parla progetto progetto dopo tutt che cosa ci si può aspettare se non un'altro uomo loro... bellini apri gli occhi, il risultato sul campo con la vittoria di coppa italia è solo n brodino che non sistema nulla, i problemi sono altrove tra i dirienti


giancarlo pasinato 06 Agosto 2017 13:41

310 ...... visto che in molti qui emettono sentenze senza sapere nulla voglio solo ricordare che la squadra giapponese dello sagan tosu è allenata da un marchigiano massimo ficcadenti, i due si conoscono da tempo e l'offerta economica per gilberto era davvero irrinunciabile,in bocca al lupo a gilberto il resto sono le solite chiacchiere destabilizzanti da chi non sa' piu' cosa inventarsi pur di cercare di fare polemica,a proposito dove sono tutti quelli che qui gonfiavano il petto e promettevano contestazione


Sandro 06 Agosto 2017 18:41

Grazie Gilberto per quello che hai fatto in questi anni, speriamo che tra qualche tempo di poterti riabbracciare ad Ascoli per riprendere il tuo posto, con persone nuove in società che apprezzano.il tuo lavoro


Giorgio 06 Agosto 2017 21:54

Ma quale grande opportunità professionale, la sua purtroppo è una scelta difficie ma è pur sempre uno che deve portare a casa da mangiare, ad Ascoli guadagnava come un operaio, la società perde una colonna portante e la gravità di questa sua scelta la vedremo a medio lungo termine, non riesco a capire come il presidente Francesco Bellini possa accettare queste cose senza chiedre spiegaioni e batter ciclio, per poi pagare certi dirigenti che da soli guadagnano più dell'intero gruppo lavoro della squadra, preparatori, massaggiatori, una cosa inconcepibile, personaggi che arrivano ad Ascoli per divina provvidenza, a turno da tre anni rischiano di appiccarci i campionati
Buona fortuna amico mio se potresti raccontare questi 6 anni di Ascoli si potrebbe scriere un libro.


Marco 06 Agosto 2017 22:52

Siamo di fronte a scelte precise, da rispettare ma non condivisibili
Sono stati messi alla porta Giorgi, Perez, Cacia, Bianchi, Augustin, Mengoni tra i calciatori
Vallesi dello staff
Fioravanti area marketing
Tutti i giovani del settore giovanile mandati via o rispediti in primavera dopo il ritiro poi facciamo giocare carpani c3ntrale di difesa.
Chi ha salvato l'Ascoli tra mille difficoltà va via.
Chi non ha saputo fare bene il suo lavoro comanda.
Alla fine si raccoglie ciò che si semina.
Contenti voi contenti tutti


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni