Terremoto, Errani: “Si stanno portando via tutte le macerie in aree pubbliche”

Redazione Picenotime

14 Agosto 2017

Vasco Errani

"Si stanno portando via tutte le macerie in aree pubbliche". Ai microfoni del Giornale Radio Rai è il commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani, come riporta l'agenzia Dire, a fare il punto in vista della visita del presidente Paolo Gentiloni oggi pomeriggio ad Arquata del Tronto, rispondendo alle proteste dei sindaci. 

"Per la prima volta per questo terremoto - racconta Errani - è stato fatto un provvedimento che prevede anche lo sgombero delle aree private dai detriti dei crolli grazie alle strutture pubbliche, previo consenso del proprietario che però può anche decidere di provvedere nell'ambito del progetto di ricostruzione. Sulla questione 'casette', poi - aggiunge Errani - c'è da fare una distinzione. Per esempio nel Lazio, nell'Umbria la situazione è molto avanzata, mentre per le Marche, dove la zona colpita dal sisma è molto più estesa, nei prossimi 2-3 mesi ci sarà un'accelerazione tesa a dare una risposta sostanziale a questo problema". 

Rispondendo a chi gli fa notare che oggi Gentiloni visita Arquata ma ad accoglierlo ci sarà anche il malumore dei sindaci delle zone colpite dal sisma per la questione del credito di imposta, Errani spiega che "il credito d'imposta è lo strumento attraverso cui le imprese nei limiti del de minimiis, perchè l'Europa consente solo questo, non pagheranno i tributi e i contributi. L'impegno che il governo ha preso, io sono certo che lo rispetterà fino in fondo". 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni