"SATIRIASI", CAMMINANDO CONTROMANO CON VELIA LALLI

Redazione Picenotime

26 Febbraio 2013


Secondo appuntamento del nuovo anno al Boccaccio Life di Ascoli Piceno con la rassegna di cabaret "Satiriasi", l'ambizioso progetto - rigorosamente vietato ai minori di 18 anni - che per la stagione 2012/13 propone lo Stand-Up Comedy, ossia un genere di comicità adulta, irriverente e corrosiva. Per l'appuntamento di Febbraio, in programma Giovedì 28 con inizio alle ore 22, arriva la prima ed unica donna del gruppo, ossia Velia Lalli.

"Siamo sicuri di saper scegliere sempre il peggio per noi?". Nel monologo di Velia Lalli si cercano le risposte a domande futili e fondanti, come questa. Cresciuta in una famiglia cattolica e borghese, Velia Lalli ben presto decide di liberarsi dalle briglie dell'educazione ricevuta e di far vivere i suoi lati peggiori, trovando nel peggio di sè la sua collocazione esistenziale. Il suo spettacolo è l'espressione senza filtri e spesso sconveniente, di uno sguardo sorpreso, allibito, ma in fondo divertito, sull'ipocrisia delle azioni quotidiane, delle relazioni, delle convenzioni. È il non senso delle cose a cui comunemente diamo senso.

Secondo la nostra stand-up comedian "il successo oggi è la più grande forma di libertà. Le persone comuni, come me, non possono permettersi tutto: una donna, ad esempio, non può mettersi di avere un rapporto con uno più giovane e pensare che sia un successo, deve prima avere successo, poi mettersi con uno più giovane!". E conclude con questa massima: "Camminando contromano puoi guardare in faccia l'umanità. Altrimenti finisci sempre per guardargli il culo!".

La bellissima Velia Lalli ha frequentato l'Accademia del Comico e la scuola teatrale Palestra dell'Attore di Roma. Si divide tra la scrittura di satira vietata ai minori di 18 anni ed il cabaret, partecipando a vari laboratori (tra cui Zelig Hard) e festival nazionali. Parallelamente svolge l'attività di cantante jazz con una personale formazione con cui rivisita le intramontabili canzoni degli anni Trenta e Cinquanta.
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni