Cesena, Cacia: “Due anni fantastici ad Ascoli, ci sono rimasto male per come è finita”

Redazione Picenotime

07 Settembre 2017

Il 34enne attaccante Daniele Cacia, dopo aver realizzato 29 reti con la maglia dell'Ascoli Picchio nelle ultime due stagioni, si è presentato in conferenza stampa ai tifosi del Cesena, club che lo ha acquisito a titolo definitivo nell'ultima giornata di calciomercato. Non è mancato un riferimento alla conclusione del suo rapporto con il club di Corso Vittorio Emanuele dopo un'estate piuttosto travagliata.






© Riproduzione riservata

Commenti (82)

vincenzo 07 Settembre 2017 14:50

Signore fino all'ultimo, ma non credo si riferisca a Bellini, ma a qualcun altro, ho questa impressione, in bocca al lupo bomber!


asnkvola 07 Settembre 2017 14:54

Un signore,io rispondevo in altro modo alla domanda sul trattamento ricevuto,per quello che mi riguarda grazie mille Daniele ma forza picchio,ora stai da un'altra parte e ti auguro il meglio ma non contro L'Ascoli.


Vincenzo 07 Settembre 2017 15:00

Grande Daniele. Hai ragione.


Nostalgico 07 Settembre 2017 15:06

Mi mancavi prima ... ed adesso .... grandissimo giocatore e grandissima persona che dice quel che pensa nel bene e nel male .... ti auguro di eguagliare e superare i 24 goals di Bologna. So che incanterai anche la platea cesenate con le tue giocate da campione .... un grossissimo in bocca al lupo.


enzo titta 07 Settembre 2017 15:09

Dispiace averlo perso come giocatore e come uomo.


Luigi 1960 07 Settembre 2017 15:22

Questa intervista smentisce chi aveva dubitato sull'attaccamento di Cacia alla piazza di Ascoli e anch'io avevo dubitato. Ho apprezzato la sua sincerità e la sua sua sobrietà. Certo averlo perso in quella maniera dispiace e soprattutto è dispiaciuto a lui. Quando parla dei trascorsi estivi in cui è nata la crisi si intravede anche un pizzico di sofferenza. Tutta la vicenda è stata chiaramente gestita molto male. Era legittimo venderlo ad un'altra squadra, ma non in quel modo. In bocca al lupo bomber!


sbam 07 Settembre 2017 15:26

...ho passato due anni fantastici nn pensavo di passare queste emozioni...una piazza piccola ma grande...grazie Daniele


Andrea 07 Settembre 2017 15:26

Da tifoso ascolano posso solo dirti grazie per averci salvato da retrocessione certa il primo anno e aver contribuito con 12 gol a quella del campionato appena concluso.
Credo di non dire una eresia se sostengo che i nostri problemi sino iniziato con lovato e continuano con cardinaletti, se si sono create certe situazioni tra giocatori e dirigenza e tra soci è sua responsabilità
Il presidente farebbe bene a mandarlo a casa come ha fatto con lovato, la società è la squadra hanno bisogno di serenità che non hanno a causa di tutte queste dispute interne tra dirigenti. A prescindere dal fatto che cacia come qualsiasi altro giocatore fosse rimasto o andato via.
Gestione assurda.
È ora di finirla.


offida bianconera 07 Settembre 2017 15:40

grande bomber !! l unico che in questi ultimi anni dava del "Tu " al pallone !!!!


paolo 07 Settembre 2017 15:56

Grazie Daniele per le belle e sincere parole. Sei stato determinante per le due salvezze dell'Ascoli e i tifosi MAI ti dimenticheranno per i tuoi 29 gol e per la schiettezza del tuo carattere. Purtroppo sei stato trattato in modo inqualificabile da una dirigenza miope, arrogante e digiuna di calcio. Auguri infiniti per il record dei gol, per il prosieguo della carriera e per la tua bella famiglia.


Ugo69 07 Settembre 2017 16:10

Con questa storia l'ascoli ha perso un bomber che in B può fare la differenza.
Alcuni hanno perso la faccia, ma stanno ancora lì.


PaoloC 07 Settembre 2017 16:19

Grazie Bomber, ti riserverò un sincero applauso quando verrai a giocare al Del Duca. Per me resti un grandissimo talento e di te avremmo avuto bisogno ancora, anche in società, dove c'è qualcuno che...lasciamo stare che è meglio. Ti uguro di raggiungere il tuo record prima possibile così eviterai di "purgarci" sia in casa che fuori. In bocca al Lupo!


SGA 07 Settembre 2017 16:23

Grande bomber societa' di dilettanti la vicenda cacia come giorgi andavano gestite diversamente ma si puo' SEMPRE imparare


MARCO 07 Settembre 2017 16:46

"MAMMA MIA DANIELE CACIA"

Ciao Daniele e grazie, io ti saluterò quando tornerai da avversario.


massimo 07 Settembre 2017 17:09

Che dire... lo rimpiangeremo. Come uomo ho sempre detto che era un uomo schietto e diretto, coerente con se stesso e che non ha mezze misure. Mi sono piaciute le parole che ci ha dedicato e qualcuno si dovrebbe vergognare di ciò che ha detto contro di lui: anche in società!!!


ripano 07 Settembre 2017 17:25

Forza Picchio! e basta!!!


gianluca 07 Settembre 2017 17:40

Bellini e cardinaletti mettetevi una maschera il pomper e per sempre


Max curva sud 07 Settembre 2017 18:46

Dopo le vicende di Fontana alla Fiorentina del cakcioscommesse ad Ascoli facciamo fatica a osannare un giocatore tu qualche coro lo hai ricevuto
Al momento ero contrario ora mi pento di non averlo cantato
potevi fare il record con noi e scrivere ancora pagine importanti col picchio
Cosi purtroppo non sarà perché bellini dopo lovaro ha dato in mano la società a un politicante che pensa solo alla poltrona
Grande bomber e grande uomo Ascoli non dimentica


Mirko 07 Settembre 2017 19:12

Nel calcio come nella vita le persone schiette sono le uniche di cui ti puoi fidare fino in fondo. Purtroppo in società abbiamo gente che non ti merita e hai fatto bene a tirargli il collo fino alla fine! Grazie delle emozioni che ci hai regalato e... in bocca al lupo!


Ze 07 Settembre 2017 19:44

Grande persona e grande giocatore avrei voluto vederti fare il record con il pikkio peccato. Grazie di tutto!


Fermano Bianconero 07 Settembre 2017 20:00

La vicenda di Cacia è stata gestita in maniera assurda, credo che i nostri special dirigenti non avrebbero il coraggio di mettersi davanti alle telecamere e fare un confronto con Cacia, da ora in avanti faranno di tutto per evitarlo, perchè hanno mentito a noi, a lui e soprattutto al presidente Bellini, quando leggo qualche tifoso che dice o scrive, ma che sarà successo? qualcosa è successo!!! non è successo assolutamente nulla, Cacia era un problema per dirigenti ai quali interessa solo ed esclusivamente il grande stipendio che prendono ad Ascoli. Abbiamo perso un forte giocatore e un'uomo vero, abbiamo pagato il calciatore più forte che avevamo, con più gol in attività, per andare a giocare a Cesena, credo abbia dell'incredibile, in questi due anni se non ci fosse stato lui la salvezza non si raggiungeva neanche col binocolo. Qualcuno dovrà renderne conto a tutti i tifosi, il signor Cardinaletti cosa dice? Ricordo nel Picchio in tour, che in pratica è stato un'amichevole a Porto San Giorgio, perchè poi a Monte Urano, andò in scena la farsa, mentre noi stavamo con i nostri figli ad aspettare cacia e gli altri, la società mandò i ragazzini.


Peppeb 07 Settembre 2017 20:02

Grazie di tutto Daniele.
In bocca al lupo sincero per il record che sono sicuro frantumerai.
Un applauso ed un coro anche da avversario non te lo negherà nessuno.
A te il record a noi la salvezza.


gianluca 07 Settembre 2017 20:02

Bellini e cardinaletti... il pomper e per sempre


Paolo65 07 Settembre 2017 20:16

Mai banale , persona molto intelligente , ma dopo i dovuti ringraziamenti, rimango sempre con la scelta della società.


Maurizio 07 Settembre 2017 20:29


Ragazzi forse qualcuno non sa e fino all'ultimo giorno di mercato la Sambenedettese ha proposto a Cacia un contratto da serie B, non chiacchiere, naturalmente lui non sarebbe mai andato, ma vi rendete conto che potevamo pagae 250.000 euro di buonuscita a Cacia per alndare alla Samb? Io credo che ci debbano spiegare tante cose i nostri dirigenti. Negli almanacchi del calcio rimarrà che Daniele Cacia ha realizzato 29 gol in due stagioni con a maglia dell'Ascoli. che abbiao raggiunto la salvezza e andiamo verso i 22 campionati di B che vanno ad aggiungersi ai 16 di A.


Davide 07 Settembre 2017 20:46

Mbe ...lo scorso anno ha chiesto però 3 anni di contratto....


Davide 07 Settembre 2017 20:47

Chissà xche..


MARIO78 07 Settembre 2017 20:51

Grazie a Cacia ma adesso non c'è più e quindi.....pensiamo ai giocatori che abbiamo .....


zazzà 07 Settembre 2017 20:54

Tanto di cappello, un signore e un grande campione, nn bisognava trattarlo così, mai e poi mai


fa 07 Settembre 2017 21:16

6 UNICO BOMBER...NON HO ALTRE PAROLE!


Francesco 07 Settembre 2017 21:45

Cacia ha pagato la coerenza ed essere uno che non.le manda a dire, ha fatto 29 gol è dirigente in campo, quello che è successo negli ultimi 15 mesi è da record di autolesionismo, i nostri guai sono iniziati a marzo 2016, in quella famosa conferenza stampa dove venne presentato l'attuale amministratore delegato, mentre ce n'era un' altro, bellini dice che faraotti non versa le quote, faraotti rispose con un comunicato molto duro, è passato un anno e mezzo, tutto è tornato punto a capo come nel gioco dell'oca, faraotti dopo aver detto che cardinaletti ce lo.invidia tutta italia, non farà più fa sponsor... qualcosa non torna.
Cacia a differenza di tutti gli altri aveva capito cosa serviva per salvarsi, i rinforzi!
Qualsiasi cosa abbia detto ai dirigenti ha fatto bene anzi benissimo, chiunque avrebbe detto incapaci.
Andatevi a rivedere tutte le conferenze stampa qui su Piceno time sembra di essere su scherzi a parte. Oggi viene detta una cosa domani il contrario.
L'importante era mandare via cacia



Luigi 1960 07 Settembre 2017 21:45

Paolo65 io la penso come te e sto dalla parte della società, ma proprio per questo spero che la società impari la lezione da questa vicenda. Cacia si poteva e si doveva vendere in maniera totalmente diversa e l'Ascoli ci avrebbe guadagnato sia economicamente sia come immagine. A Cesena se la ridono per il fatto che gli abbiamo consegnato su un vassoio d'argento il più forte attaccante della Serie B di tutti i tempi, pagandogli praticamente l'acquisto... Se con Cacia ci si fosse parlato con calma durante il ritiro estivo, facendogli capire che per quest'anno la società avrebbe seguito una linea diversa puntando su Favilli e su altri giocatori, forse lui stesso avrebbe chiesto la cessione e tutto si sarebbe risolto di comune accordo. Oppure, se Cacia avesse accettato di non avere più garantito il posto di prima punta in squadra, si sarebbe potuta trovare una soluzione diversa, spalmandogli magari l'ingaggio su un ulteriore anno di contratto. A quel punto avremmo avuto un'arma letale in più in panchina, pronta a scendere in campo all'occorrenza. Così come lo era Campanini negli ultimi anni di attività calcistica, quando Mazzone lo mandava in campo nella ripresa per fargli sparare i colpi decisivi per abbattere le difese avversarie.
Io non so cosa possa essere successo appena finito il campionato da indurre il Presidente Bellini a prendere quella posizione così netta dichiarando pubblicamente che Cacia doveva andarsene via. Forse non lo sapremo mai, ma immagino che ci siano state una serie di incomprensioni accumulate nel corso dell'anno. Un anno particolarmente travagliato dove secondo me ci sono stati diversi problemi di spogliatoio, tanto che anche Aglietti ad un certo punto voleva andarsene prima di finire il campionato. Inoltre il fatto che Cacia, prima ancora del rompete le righe di fine stagione, abbia subito cominciato a dire che avrebbe voluto restare ancora all'Ascol perché si era affezionato alla piazza, mi fa pensare che anche lui sapesse di qualche nodo che sarebbe presto arrivato al pettine. Considerato tutto ciò, credo che appena finito il campionato sarebbe stato preferibile far decantare la situazione, poi con calma convocare un summit societario in cui decidere di comune accordo la linea societaria da seguire per il seguente anno. Ormai però le cose sono andate diversamente e non ci si può fare più niente. Ora è tempo solo di rinserrare i ranghi e sostenere il Picchio, sperando che per il futuro la gestione societaria migliori. Segni positivi ce ne sono. Forza Picchio!


Era na vodda 07 Settembre 2017 22:18

Bella intervista. In bocca al lupo Pomper e grazie per i punti e le emozioni che ci hai regalato. Qualcun altro, se conosce la vergogna, si mettesse una maschera.


Luciano 07 Settembre 2017 22:25

Grazie Cacia per le emozioni che ci hai regalato in questi due anni, senza di te probabilmente non eravamo in serie B, il pallonetto a Storari rimarrà uno dei gol più belli realizzati da u giocatore del Picchio, quanto ho goduto quel giorno a vedere Storari in ginocchio, 29 gol non si possono dimenticare, un grande applauso per te.


Signore 07 Settembre 2017 22:29

Uno dei pochi giocatori che teneva alla città e alla maglia, mandato via così.. ok abbiamo Favilli che sicuramente andrà in doppia cifra, ma non è questo il punto.. meritava più rispetto per quello che ha dato, anche fargli fare la preparazione con noi, nemmeno questo.. bah


POTENZA ⚡PICENA 07 Settembre 2017 23:43

ciao DANI ci hai regalato emozioni forti in più sei un uomo tutto d ' un pezzo.....oggi vanno bene solo quello che abbassano la testa! in bocca al lupo RE DEI BOMBER !


ENRICO 07 Settembre 2017 23:46

GRANDE UOMO E GRANDE CALCIATORE
MERITI RISPETTO E RICONOSCENZA DA PARTE DI TUTTA LA TIFOSERIA ASCOLANA.
GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE HAI DATO ALL'ASCOLI
I TUOI GOAL CI HANNO PERMESSO DI RIMANERE IN B
NON MERITAVI DI ESSERE TRATTATO IN QUESTO MODO
TI AUGURO IL MEGLIO...


Gstar - saudade SBN74 08 Settembre 2017 00:30

Prima di tutto voglio ringraziare pubblicamente lo staff del sito che, molto gentilmente, ha risposto - in privato - ad una mia domanda...seguirà anche una risposta "privata" tra noi...
della serie "non ci sono più le mezze stagioni" dico delle ovvietà: il presidente paga e fa quello che vuole; dà e ritira deleghe ai dirigenti, prolunga e cessa i contratti dello staff tecnico e dei giocatori...e Dio solo sà quant'è vera questa cosa, e quante ne stiamo vedendo in questi anni che oserei definire "balordi" dal punto di vista gestionale..
credo che la vicenda Giorgi e Cicia, rispettivamente alfiere ascolano e il bomber dell'Ascoli calcio sancisca definitivamente la fine di un certo "tifo organizzato" ad Ascoli...
visto che piace tanto guardare e interfacciarci con le grandi tifoserie vorrei fare una domanda: se a Bergamo Percassi avesse cacciato nello stesso modo con cui sono stati cacciati Giorgi e Cacia, un giocatore di Bergamo e il bomber della squadra, il Bocia e tutta la tifoseria non avrebbero chiesto spiegazioni?
Tante belle iniziative extra calcistiche, organizzazione, trasferte, cori e battere le mani...ma se alla fin fine sulle questioni che riguardano la squadra e la sua gestione siamo ridotti a striscioni l'ultima e la prima di campionato e a due righe di comunicato a poche ora dalla fine del calciomercato bella non è...e io sono sempre più nostalgico..amen..WLF!


Sarnano bianconera 08 Settembre 2017 01:35

Una bravissima persona e gran giocatore, come lui, anch io sono solito esternare delle perplessità e critiche costruttive nel mio lavoro e questo non va giù ai mediocri. Da sempre é così, lo schietto e diretto innesca lo yes man con la sua sete di rivalsa vendicativa. Sabato in curva al solito ma questi dirigenti mi fanno pena.


Luigi 1960 08 Settembre 2017 06:43

Un'ultima considerazione sul caso Cacia. L'attaccante nell'intervista appare naturalmente molto ben disposto verso il Cesena e si propone come una persona molto remissiva e senza tante pretese, affermando di avere accettato la proposta cesenate senza fare problemi: contratto annuale con opzione sul secondo, lasciando alla società la facoltà di valutare e decidere per un ulteriore rinnovo annuale. Tuttaviai è molto facile "accontentarsi" di un ingaggio annuale di 225.000 euro più bonus vari poi ulteriormente irrobustito dalla buonuscita ascolana che si dovrebbe aggirare sulla stessa cifra. Ciò significa che il bomber per quest'anno si è "consolato" con circa 500.000 euro per compensare il "triste" distacco dalla "piccola grande piazza" ascolana. Visto quindi che ha già ottenuto la sua consolazione, penso che possa anche fare a meno delle lacrime dei tifosi piangenti per la sua partenza, almeno delle mie. Riconosco a Cacia le sue qualità tecniche a livello calcistico, gli sono grato per il fondamentale contributo dato all'Ascoli per la permanenza in Serie B e gli auguro ogni bene per il suo futuro calcistico ed extrascolastico. Avrei però gradito che questa sua apparente riduzione di pretese in fase di contrattazione l'avesse avuta anche l'anno scorso, quando sfruttando furbescamente l'allora interessamento del Bari riuscì ad aggiustare il suo ingaggio sulla base di 360.000 euro annuali e a garantirsi la stessa quota anche per l'anno successivo. Accettando quelle sue non certo umili e remissive pretese l'Ascoli dimostrò davvero di essere una "piccola grande piazza". Piccola perché è comunque una città di provincia di appena 50.000 abitanti, grande perché accettando all'epoca quelle pretese del giocatore la società fece il passo più lungo della gamba, che non avrebbero fatto neanche società di città ben più grandi e importanti di Ascoli. Quando Cacia dice che non è il tipo di giocatore che va a fare il "lecchino" con i tifosi e che perciò non si mette a baciare la maglietta della squadra, a parte quella del primo amore del Piacenza, dice il vero. Lui è il tipico attaccante d'area che pensa solo a metterla dentro, e anche fuori dal campo ha imparato molto bene come segnare punti a suo favore, senza neanche passare per l'assist di un procuratore. Il bravo Daniele è un fine calcolatore, per questo mi sembra molto improbabile la sua moralistica esternazione sui direttori sportivi che non sarebbero più come quelli di una volta come invece, a suo dire, lo è ancora il cesenate Foschi. Adesso i ds secondo lui sarebbero diventati tutti dei freddi ragionieri aziendali distaccati dalle squadre (che stesse pensando a Giarretta...?). Forse però non si accorge che nel frattempo anche i giocatori sono molto cambiati e sanno fare molto meglio i propri interessi rispetto a quelli di qualche decennio fa. Quind,i visto che Cacia non è un lecchino dei tifosi eviti però di diventarlo dei direttori sportivi, considerando anche che ormai, quasi a fine carriera, non gliene saranno rimasti poi cosi tanti da contattare. Comunque io continuo a preferire Giarretta a Foschi. Sempre e solo FORZA PICCHIO!


solo l'ascoli 08 Settembre 2017 07:30

bgiorno tecnicamente e x quello che ci ha dato in queste due stagioni nulla da eccepire e grazie di tutto , x il resto bellini è un signore e un giorno raccontera' la sua verita' e in molti dovrete chiedergli scusa,x il resto le societa' proprieta' magazzinieri tesserati giocatori passano la fede x l'ascoli calcio( mi piace di piu') resta sempre la stessa x me è cosi' da oltre quaranta anni , a me interessano le sorti del'ascoli calcio e con tutto il rispetto non quelle di daniele cacia , domani ci aspetta una partita rognosa contro una squadra tosta nonostante lo zero in classifica tutti e dico tutti testa al novara aiutiamo la squadra e basta con daniele cacia , lo chiedo cortesemente anche alla redazione se continuiamo cosi' rischiamo seriamente di farci male da soli e in questa stagione non ce lo possiamo permettere , di nuovo grazie di tutto daniele cacia ma è arrivato il momento di guardare oltre, buona giornata a tutti


Giovanni 08 Settembre 2017 07:49

Grazie Daniele siamo ancora in serie B solo grazie ai tuoi gol mentre i nostri dirigenti si facevano la guerra per farsi rinnovare il contratto


ascoli è dura 08 Settembre 2017 08:50

Per definirlo in 2 parole : Cacia goal e famiglia.
Mi mancheranno le nostre chiacchierate, i tuoi bimbi che giocavano con imiei, il tuo modo schietto,cortese mai banale. La tua disponibilità verso tutti quelli ch ti fermavanano.
Purtroppo l'attuale società non è all'altezza della città e dei tifosi.
Resterò sempre tuo tifoso ,amico mio mi mancherai.......


Dueeffe 08 Settembre 2017 09:44

Ma non vi sorge il dubbio che ci sia stato qualcosa di irreparabile tra i due e la società?? Io una domanda me la farei!! Perché cambia società ogni due anni?


Paolo65 08 Settembre 2017 09:49

Dovuti tutti i ringraziamenti e gli auguri , al calciatore e alla persona, Cacia non è il solo depositario della verità , sarebbe bello sentire anche Bellini.MAURIZIO, Facci sapere come avrebbe pagato i 250.000, che con i contributi si raddoppia, lascia perde la classica sparata di Fedeli , peccato che qualcuno abbocchi.


WALL_E 08 Settembre 2017 09:50

Sarò ripetitivo, non meritavi di essere trattato così, indipendentemente da cosa sia successo.

Auguri Daniele batti il record "con noi" alla faccia di chi ti odia, se perdi la partita peró è meglio ;)


Marco Santarelli 08 Settembre 2017 10:05

Buongiorno solo l'ascoli, sono d'accordo con te sul fatto che i calciatori possano essere ceduti, qui si discute sul metodo...
Alla Juventus Bonucci sembra che creasse qualche problema nello spogliatoio, addirittura sembra da alcuni organi di stampa che nell'intervallo della partita con il Real Madrid sia quasi arrivato alle mani con alcuni compagni, destabilizzando l'armonia della squadra, eppure la società non lo ha messo in "quarantena", hanno deciso di venderlo curando i loro interessi senza umiliare il caciatore.
A me sembra che il comportamento della società sia stato troppo intransigente fino ad arrivare all'autolesionismo, a meno che Cacia non abbia fatto qualcosa di indicibile!!
Il tempo è galantuomo forse un giorno si saprà la verità e magari hai ragione tu, nel frattempo però concedici qualche perplessità...
,Ciao buona giornata.


Paolo2 08 Settembre 2017 11:34

Va bene tutto... lui un mega campione e la società piena di dilettanti. Capisco anche questi isterismi x la sua partenza ma adesso credo proprio che basti. Non se ne può più. Dopo Cacia il calcio in Ascoli è finito? Ha detto che chiarirà in altre sedi, lo facesse e si sbrigasse pure. Pensiamo a Cacia e non pensiamo all'Ascoli.... ah mi raccomando a Cesena andiamo a tifare Cacia non l'Ascoli eh!!!!


Albardialbissola 08 Settembre 2017 11:38

Le chiacchiere.... queste sono un problema grosso...ci facciamo male da soli per "sentito dire"
Senza queste stupidaggini l ambiente sarebbe più sereno e anche noi
Grazie bellini per quello che stai facendo e grazie a cacia per quello che ha fatto
Forza picchio forza rosseti favilli e santini...c è una b da mantenere


fa 08 Settembre 2017 12:30


addirittura dobbiamo chiedere scusa a bellini?!?!?!?ma dai x favore...abbiamo regalato l attaccante piu' forte della serie b pagando anche parte dell ingaggio e io dovrei ringraziare bellini???magari spiegaci anche il perche'...no??e' un signore a spendere i soldi quello si..x i dirigenti e x i cavoli suoi!!!!!CACIA RIMARRA' NELLA STORIA DELL ASCOLI...


Ugo69 08 Settembre 2017 12:55

Mo quando si sono messi d'accordo tra loro se su Cacia il problema era economico o tecnico ce lo diranno.
Cacia qualche tempo tempo fa ha detto che non consentiva a nessuno di mettere in dubbio la propria moralità e non é stato ancora smentito.
Questi sono i fatti.
C'è modo è modo di trattare le persone e di risolvere anche i rapporti professionali.
Signori si nasce disse Totò


Gianrico 08 Settembre 2017 13:29

Fosse per me, ti metterei al posto di Cardinaletti!
Grande Cacia, grande Uomo!


sarò sempre del settembre 08 Settembre 2017 13:40

Sono d'accordo con Luigi 1960 e solo l'Ascoli. Grazie dei tuoi 29 gol, ma io porto l'Ascoli.


Franz 08 Settembre 2017 13:47

Se in questi due anni non ci fosse stato Cacia, ci sarebbe stato un altro e magari avrebbe anche segnato di più come è accaduto con Favilli. Cacia non si affeziona alle società ed ai suoi tifosi ma fa esclusivamente gli affari suoi. Lo si capisce guardando, oltre allo stucchevole tira e molla dello scorso anno, anche alle innumerevoli squadre cambiate nel corso della sua carriera. Quest'anno, grazie al meticoloso ed ottimo lavoro di Giaretta, abbiamo tanti campioncini di proprietà che devono solo crescere: diamo loro tempo ed avremo grosse soddisfazioni. L'importante è l'Ascoli, non Cacia!


solo l'ascoli 08 Settembre 2017 13:54

un giorno non troppo lontano si sapra' la verita' su questa storia il tempo è sempre galantuomo fa',i giocatori che hanno fatto la storia del'ascoli calcio con tutto il rispetto x daniele cacia sono altri in campionati diversi dalla serieB poi ognuno è libero di pensare quello che vuole , x il resto permettimi di dirti che sono mesi che denigri presidente e societa' oltre a ripeterti che non sono mai stato d'accordo con il tuo pensiero pur rispettandolo x il bene di tutti sarebbe ora di andare oltre a daniele cacia ,in quanto al'attaccante + forte della serie B non sono d'accordo ne riparliamo tra un paio di mesi perche' secondo me davanti abbiamo giocatori che non ci faranno rimpiangere cacia di proprieta' e di 14 anni + giovani,un saluto a marco santarelli buona giornata anche a te


ENRICO 08 Settembre 2017 14:10

l'Ascoli prima di tutto e fin qui siamo tutti d'accordo, ma l'Ascoli non e' di Bellini né dei suoi dirigenti. L'Ascoli e' della citta' di Ascoli e dei suoi tifosi per cui chi la gestisce ha l'onore e l'onere di rappresentarla nel migliore dei modi. E' Importante preservare la buona immagine della societa' come ha sempre fatto il Presidentissimo Costantino e dispiace constatare come in questa circostanza si e' venuti meno a questo principio. Cacia e Giorgi hanno sempre dimostrato serieta' e attaccamento alla maglia e la dirigenza per come ha gestito la situazione ha causato un danno all'immagine dell'Ascoli
SI spera che in futuro non accadano piu' situazioni cosi' spiacevoli. SEMPRE FORZA ASCOLI


Darius 08 Settembre 2017 14:34

Grazie bomber per le due salvezze che insieme agli altri tuoi compagni ci avete regalato. Continuo a leggere commenti misteriosi di presunti bene informati sulle tue eventuali colpe nella vicenda. Ora che sei un calciatore del Cesena la dirigenza potrebbe raccontarci tutto e chiarire in modo definitivo. Sono sicuro che ciò non avverrà perché non c'è niente da raccontare se non la superficialità di persone che non sanno gestire i problemi di una squadra di calcio. In bocca al lupo per tutto bomber.


matteos 08 Settembre 2017 14:40

giovanni 1960 sono d sccordo con te


matteos 08 Settembre 2017 14:42

luigi volevo scrivere no giovanni


Amolascoli 08 Settembre 2017 15:34

L'estate scorsa ci ha costretto a passarla aspettando un segno, poi con tutti i soldi che ha avuto, ha fatto 12 gol, molti su rigore e il primo forse neanche suo. Perez titolare avrebbe fatto sicuramente di più


Era na vodda 08 Settembre 2017 16:00

Gstar hai colto nel segno. La gestione dei casi Cacia e soprattutto Giorgi decreta la nascita della prima curva aziendalista d'Italia. Siamo in attesa da due mesi della versione della società, io ricordo solo "Cacia se ne deve andare". Rimaniamo in paziente attesa, c'è tempo.


gian paolo 08 Settembre 2017 16:21

Daniele, sei stato grande qui ad Ascoli e da ascolano di auguro di battere il record nella partita di settembre proprio contro l'ASCOLI così Cardinaletti e Bellini potranno rendersi conto dell'ennesima caxxxata che hanno fatto.


fa 08 Settembre 2017 17:05

io guardo i fatti ...e mi dicono che la societa' e' stata incompetente sulla questione cacia...mi rimane difficile fare applausi come vorresti tu...poi se tu la vedi diversamente mi dispiace per te che non ci arrivi...ma non preoccuparti del fatto che non la pensiamo uguale... che tra l altro ormai l hanno capito anche i muri....ti dico solo che ascoli bisogna anche viverla x capirla!!e aggiungo che se non era x cacia stavi a fare il derby con i cuginetti!!ti saluto e buona giornata anche a te.


Gabriele 08 Settembre 2017 17:53

Io non posso credere ci sia gente che si augura di veder segnare Cacia e che l'Ascoli perda per fare un dispetto a Bellini e Cardinaletti...No, sta gente non può tifare la mia stessa squadra,sono incredulo, inorridito, disgustato!


solo l'ascoli 08 Settembre 2017 19:17

bsera fa' ognuno resta con le proprie convinzioni ci mancherebbe altro e io non faccio applausi a nessuno ho anche scritto che bellini ha gestito male la storia certe questioni andavano discusse in separata sede e non in conferenza stampa , sul fatto che non ci arrivo puo' anche darsi ma non dispiacerti x me non ce ne bisogno credimi .... e non denigrare tutti quelli che non la pensano come te , se non era x bellini cacia ad ascoli non lo vedevi giocare questa è la verita', e molto probabilmente il derby con i cuginetti come li chiami tu neanche lo giocavi,buon fine settimana


Giustizia 08 Settembre 2017 19:27

Cesena - ascoli 2-0
Doppietfa del pomper, e vaiiiiiii
Che godimento, ciao gabriele


Albardialbissola 08 Settembre 2017 20:47

Lasciamo stare cacia. Ormai cacia è un giocatore della samb...............ah no......ahahah ahahahah ahahahahahah


massimo 08 Settembre 2017 20:51

franz ,,cheeee favilli ha segnato piu di cacia ?????? ahahahah mo lo vedi quanti ne sena favilli x fortuna c e rossetti in due forse arrivano ai gol che fara cacia


sarò sempre del settembre 08 Settembre 2017 21:47

Massimo giustizia e Gianpaolo, mi raccomando, se venite a Cesena non sbagliate curva.....e' quella del Cesena o Cacia FBC dove dovete andare....


Luca 08 Settembre 2017 21:56

Non c'è cosa più ignobile che scrivere post, facendo credere alcune cose quando in realtà si vuole il contrario, ci sono utenti che sistematicamente scrivono appena vedono qualcosa che non gli garba, ma la cosa veramente incredibile è che vogliono far passare gli altri come, il male assoluto, le vedove della vecchia società, da ingrati, da non tifosi, mentre loro sono stati sempre al fianco della società, hanno fatto tanto per vedere Bellini presidente dell'Ascoli.. Dispensano consigli disinteressati (all'apparenza) ma dietro hanno interessi da difendere...
Anche solo essere considerati e invitati a fare gli aperitivi da qualche dirigente..... TANA!


matteos 08 Settembre 2017 22:06

gian paolo bellini ha prrso l ascoli quando non lo voleva nrssuno
a me basta gia questo
avra' fatto i suoi errorie proprio da quelli ha imparato che di cacia non ne aveva bisogno quest anno


valerio 08 Settembre 2017 22:14

Il pomper è sempre come dice il capitano Giorgi, tutto il resto non conta!


Giustizia 08 Settembre 2017 22:23

Settembre non ti preoccupare, giustizia sarà fatta.


Luigi 1960 09 Settembre 2017 00:03

È comunque sicuramente una storia finita male che non doveva finire in quel modo. Rispetto i sentimenti di Cacia come uomo e di chi lo ha conosciuto e apprezzato come persona innanzitutto. Prima di ogni considerazione tecnica c'è sempre la persona. L'ambito dei rapporti interpersonali è sempre quello più difficile da gestire in ogni contesto, specialmente quando ci sono in ballo anche interessi economici e responsabilità diverse che impongono delle scelte. Da questa storia penso che tutti abbiano da imparare qualcosa, poiché tutti i soggetti in causa avrebbero potuto svolgere meglio la loro parte. Anche noi sostenitori del Picchio forse dovremmo imparare di più a rispettarci e a non giudicarci se non la pensiamo alla stessa maniera. Mi rendo anche conto che per chi vive in Ascoli questa vicenda sia stata emotivamente più sentita. Ora però credo sia meglio per tutti non continuare a esasperarci su questa vicenda. Chi ha conosciuto Cacia come persona e lo ha apprezzato continuerà a farlo e ne ha tutto il diritto. Ognuno tifa come vuole e alla fine è comunque bene ricordarsi che siamo tutti appassionati di uno sport bellissimo, che a volte ci fa gioire e a volte ci fa piangere, ci fa divertire e ci fa arrabbiate, ma in fondo è proprio questo il bello del calcio. Un caro saluto a tutti (anche a quei rosiconi della samb.... hihihi).


jeannette 09 Settembre 2017 00:36

bene, adesso spero che il capitolo Cacia possa considerarsi chiuso. alla fine sarò anche cinico ma se n'è andato con le tasche piene di soldi, c'è gente che sta messa peggio di lui.... . L'Ascoli resta, I giocatori passano....


Gabriele 09 Settembre 2017 01:20

Sento odor di arrosticino...
Giustizia è stata fatta nelle sedi opportune!


Andrea 09 Settembre 2017 07:01

Cacia ormai fa parte del passato, come Giorgi, hanno dato tanto al picchio, ma oggi si discende in campo, sosteniamo i ragazzi.
Il che non significa giustificare quello che è accaduto, chi ha fatto ridere l'italia per due mesi, dovrà spiegare a Bellini e ai tifosi.
Non pensate che Bellini la farà passare liscia a chi ha dato 500.000 euro netti, quasi un milione lordo, che la società dovrà pagare in due anni a Giorgi e Cacia,


Albardialbissola 09 Settembre 2017 10:19

La giustizia trionferà ....quindi attendiamo la serie d del teramo


MAX 09 Settembre 2017 16:41

CARO ANDRE IL SIG. BELLINI E' IL PRIMO RESPONSABILE DI QUELLO CHE E' ACCADUTO. E' LUI CHE DECIDE E DA SUBITO HA DETTO CHE CACIA ANDAVA VENDUTO, PER CUI NESSUN ALIBI.


Ugo69 09 Settembre 2017 17:12

Stavolta il conte max tè raggiò


Giustizia 09 Settembre 2017 17:36

Per i due veggenti e novelli maghi otelma gabriele e al bar.
A me del teramo non mi interessa proprio. E casomai vanno ringraziati i dirigenti di quella squadra per la serie B regalata.
La giustizia sarà fatta nei confronti delle persone trattate come sono state trattate, in particolare Cacia, che vi piaccia o no.
Oggi bella partita è?


MAX 09 Settembre 2017 20:37

BELLINI DISSE CHE IN TRE ANNI AVREBBE PORTATO L'ASCOLI IN SERIE A . BENE ORA SIAMO AL TERZO ANNO DI GESTIONE BELLINI E SE INVECE DI FARCI ANDARE IN A CE FA RETROCEDE IN C E' MEGLIO CHE IN CANADA CE RIMANE PE' SEMPRE...


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni