Ascoli Picchio, Bellini amministratore unico. Dimissioni di tutti i membri del CdA

Redazione Picenotime

11 Ottobre 2017

Francesco Bellini

Importantissime novità nei quadri dirigenziali dell'Ascoli Picchio dopo l'assemblea dei soci che si è tenuta oggi pomeriggio alle ore 15 negli uffici della sede di Corso Vittorio Emanuele.

Ecco quanto deciso nel comunicato ufficiale pubblicato sul sito del club bianconero:  "In data odierna si è tenuta, presso la sede dell'Ascoli Picchio FC 1898 in Corso Vittorio Emanuele, l'assemblea dei soci: presenti Giuliano Tosti (7,87 %) e Gianluca Ciccoianni (2,25 %), mentre Battista Faraotti (11,23 %) è stato rappresentato per delega da Cristiano Fioravanti. Collegati in video conference il socio principale Francesco Bellini (78,65 %) e la Signora Marisa Bellini. Presenti, inoltre, il legale Maria Cristina Celani e i componenti del Collegio Sindacale Alfredo Sperandio e Sandro Tassoni.

L'Assemblea ha preso atto delle dimissioni di tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione e, su proposta del socio di maggioranza Bellini, ha deliberato di affidare la conduzione del Club ad un Amministratore Unico, individuato proprio nella persona del già Presidente Francesco Bellini. Nei prossimi giorni sarà definito il quadro operativo della Società".

E' opportuno precisare che Battista Faraotti, Giuliano Tosti e Gianluca Ciccoianni restano a tutti gli effetti azionisti dell'Ascoli Picchio FC 1898 con le percentuali evidenziate nel comunicato, con Francesco Bellini socio di maggioranza con il 78,65% delle quote.





© Riproduzione riservata

Commenti (116)

Ceascu 11 Ottobre 2017 18:57

Logica conseguenza di una società dove vogliono comandare in tanti ma i soldi li caccia solo Bellini .


SEGUACE 11 Ottobre 2017 18:59

Apposto


francesco 11 Ottobre 2017 19:12

Mi viene da piangere.......


massimo 11 Ottobre 2017 19:16

Ceascu diciamo che bellini vuol fare di testa sua senza ascoltare gli altri allora li liquidi e continui a fare come ti pare ok hai la maggioranza xo gli altri li devi anche ascoltare cmq non è cambiato niente prima sbagliava bellini ora sbaglia sempre bellini quindi non è cambiato niente


quinto decimo 11 Ottobre 2017 19:17

Ma che sginifica? Serve chiarezza, che comunicato è? Bellini diventa amministratore unico perche i soci si sono dimessi? E perchè si sono dimessi? E quanto tempo dobbiamo aspettare??? Io non ci capisco più nulla, non si può scherzare sulle spalle di noi poveri tifosi che da anni assistiamo a situazioni assurde, VOGLIAMO CHIAREZZA!


MARIO78 11 Ottobre 2017 19:17

E' giusto lui caccia e garantisce i soldi necessari- La soluzione Cardinaletti non poteva reggere ci ha provato ma non ha funzionato, per certi ruoli ci vogliono persone di spessore. A noi tifosi deve funzionare la squadra in campo e poi se funziona pure la società siamo contenti.Forza ragazzi.


mala 11 Ottobre 2017 19:25

Scelta saggissima, ora potremo fare riferimento solo a lui, nel bene e nel male. Presa di posizione molto responsabile da un punto di vista personale da parte chi già in questi anni si è già preso una non indifferente responsabilità economica.


Ceascu 11 Ottobre 2017 19:28

Anche a me piacerebbe avere gli ascolani al comando però Bellini ha una potenza economica devastante ,e gli altri soci non possono reggerne il passo.Bellini facci divertire e vediamo di allestire una rosa degna del picchio.In serie B abbiamo sempre dominato e adesso ci tocca soffrire .Cambiare registro France'


Luca 11 Ottobre 2017 19:35

Tutto nella norma,non cercate scoop, allarmismo e critiche gratuite!!!


mimmo m 11 Ottobre 2017 19:38

penso che abbia anticipato ad ora quello che aveva intenzione di fare a gennaio. semplice conseguenza delle ultime figuracce fatte a livello societario. dopo tre anni di deleghe prende in mano la situazione.


asnkvola 11 Ottobre 2017 19:38

Bah,normale epilogo ,sicuramente perdiamo in competenza,dal punto di vista economico non cambia nulla,ora sarebbe interessante capire se queste uscite valgono anche per il picchio village,anche lì mi sembra che ci sia più di un socio di mezzo,comunque difficile attribuire colpe ma chi sta aldilà dell'oceano non accetta consigli di alcun tipo,la rottura è facilmente intuibile,soldi gettati al vento con Cacia e Giorgi......


Propugnaculum 11 Ottobre 2017 19:42

Credo ci sia nulla di repentinamente nuovo. Credo si tratti di uno step già da tempo programmato. Il presidente lo aveva in qualche modo preannunciato che nel futuro si sarebbe occupato del Picchio più di persona. Il vecchio CdA è stato dunque lo strumento di un programmato passaggio . Non vedo rivoluzioni o altro. Il presidente aveva anche precisato che in una società si lavora per la società indipendentemente dai titoli che si hanno ma per ciò che si fa. Vedo anche sotto questo profilo coerenza e ugualmente coesione di intenti.


jaki 11 Ottobre 2017 19:50

semplice
tutti e tre i soci sono persone serie
la verita' verra fuori
BELLINI non ti far ingannare dal gatto e la volpe


Luigi 1960 11 Ottobre 2017 19:51

Occorre aspettare per capire meglio. Per ora meglio astenersi da ogni giudizio. Mi sembra comunque chiaro che il Presidente voglia ridefinire tutto il management societario e le varie competenze. Forza Picchio!


matteos 11 Ottobre 2017 20:13

io la penso come quintodecimo


Ramon 11 Ottobre 2017 20:39

Io sono con il presidente ,doveva farlo tanto tempo fa ,poi il proverbio che dice "dove sta tanto all a canta' nzfa mai di'" è verissimo forza picchio


carlo 11 Ottobre 2017 20:46

Forza Venezia sabato sarete ultimi ahah


Adex 11 Ottobre 2017 20:49

Era ora.


Roberto 11 Ottobre 2017 20:50

Anche io vorrei essere propositivo, ma non trovo nulla per essere ottimista, bellini sta in canada e qua comandano sempre gli stessi, quelli che ci hanno portato sull'orlo del baratro. Vi faccio le mie riflessioni:

L'ascoli presieduto da Francesco bellini sta avvicinandosi alla conclusione, non c'entra più unità, non c'è un progetto vero, due mesi fa è stato presentato valori perché coordinamento a dire del presidente non era stato capace di fare la convenzione e aveva trovato un buco di bilancio, in questi due mesi abbiamo assistito a cose indescrivibili.
Tutto dipenderà dai risultati, la situazione può durare 2 anni se le cose vanno discretamente e 2 mesi se non arrivano i risultati.
La società è una contraddizione continua, quello che era scritto sul comunicato di 10 giorni fa, ovvero tutto va bene non ci sono problemi... SOLO 3 MILIONI DI DEBITI... è stato smentito il giorno dopo e stravolto oggi, basta rivedere le dichiarazioni e conferenze stampa su Piceno time, da due anni a questa parte, ci dobbiamo mettere le mani nei capelli, qualcuno parla di forza economica di bellini... i soldi della serie B bastano e avanzano per fare buoni campionati, le sue scelte sbagliate in 3 anni sono costate milioni di euro, ha scelto un amministratore che dati e fatti alla mano, ha portato la società all'esplosione.
Il picchio village non è della società.
Quel gruppo forte e granitico di 4 ascolani uniti dalla passione, che hanno rivelato la società non esiste più. Ora ci manca che qualcuno dica, la colpa è dei soci.
Dobbiamo sperare di non retrocedere ma credo che il destino di questa società e di bellini sia segnato, al di la di ogni cosa.


guido 11 Ottobre 2017 20:53

Società ( anzi impresa ) più forte.
Forza Ascoli.


manuele 11 Ottobre 2017 21:09

Ramon dove sta tanti alli a canta... I soci non li ho mai visti cantare qua cantavano solo quelli che bellini metteva a suo posto i risultati si sono visti ha ragione Roberto quando dice.. il destino di questa società e di bellini sia segnato Questo ci riporterà in c chi vivrà vedrà


sarò sempre del settembre 11 Ottobre 2017 21:16

È stato fatto un reset della società, nulla di allarmante. Semplicemente Bellini tornerà a metterci la faccia. I soci resteranno, tranne uno. Quando il presidente tornerà a gennaio, tutto sarà più chiaro.


Ramon 11 Ottobre 2017 21:34

Rispondo a Carlo il pesciaro ,vi voglio ricordare che nelle marche ,il vostro calcio ha fatto sempre pena ,sarete ricordati solo per i fallimenti ,se provi a vedere la nostra storia ci sono risultati come 4-2 a Milano contro l'Inter 3-2 aTorino contro la Juve ,questi sono storia voi li sognate la notte . Poi volevo dire guardate le grandi società a decidere è una sola persona forza picchio


Raccico 11 Ottobre 2017 21:43

Vai Bellini era ora! Sei tu il patron nel bene e nel male. Tirare dritto è importante e necessario . Vai babbo bellini!!!!!!


amedeo 11 Ottobre 2017 21:45

Per certi versi sembra che Bellini voglia ripercorrere le orme del presidentissimo rozzi.....questa e' una buona cosa......rozzi non delegava trattava in prima persona . ora il problema e'......rozzi masticava molto di calcio , Bellini ????????


Gigi 11 Ottobre 2017 21:48


Credo che in molti non abbiano capito. Intanto chiarirei un aspetto: le dimissioni dei soci sono dal Cda e non comportano uscita dalla società. In pratica è stato azzerato il Cda e si è tornati a una situazione simile a quella di maggio 2016, quando ‘i pieni poteri erano stati dati a Cardinaletti, Ora l'amministratore unico è il Presidente, nonché azionista di maggioranza Francesco Bellini che aveva anticipato questa mossa (anche se sembrava dovesse essere per gennaio,). Non vedo quindi questi allarmismi e farneticazioni (questo ci riporta in C e sxxxxxxte varie). Perché che cambia da ora in poi? In fatto che i soci si sono dimessi dal CdA è una catastrofe? Fosse che invece inizia un periodo un po’ più “logico” con uno solo che caccia la moneta, e si prende onori e oneri??


Picchio78 11 Ottobre 2017 21:50

Premesso che era già stata organizzata la cosa, quindi di comune accordo il cda doveva sciogliersi e i consiglieri si dovevano dimettere, ma, questo non vuole dire che non sono più soci, come specificato, anzi gli ascolani sono soci a tutti gli effetti, non esiste più la figura di Cardinaletti,a Bellini che giustamente comanda la baracca! secondo me ed altri che hanno scritto è la conseguenza logica dopo tanto chiacchierare di alcune figure che vi erano state messe, a torto! Quindi ora tutto passa per le mani di Bellini direttamente, è secondo me le cose andranno meglio in società. Poi un caloroso saluto vorrei rivolgerlo a carletto che si ripresenta qui a portare fortuna,voi siete primi fino a quando fedeli e supermercati hanno voglia di avviare qualche soldino, poi tornerete nell'anonimato e ai vostri fallimenti, cosa che vi riesce molto bene!! Noi stiamo la storia del calcio voi dei tribunali fallimentari!! Forza magico Picchio!!


Raccico 11 Ottobre 2017 21:50

I soci di minoranza se avessero voluto il " comando" avrebbero dovuto scucire denari in tempi non sospetti! Con il 2% il 7% il10% si decide il nulla . Forza Bellini tira dritto sulla tua strada


Alessandro 11 Ottobre 2017 21:54

Stasera è stata messa una grossa pietra tombale sulla società nata tra l'entusiasmo generale, dire che era ora che Bellini prendesse questa decisione significa o non conoscere i fatti o non essere tifosi dell'Ascoli, come si è arrivati a questo punto? Perchè Bellini ha dovuto fare questa assemblea in fretta e furia, dopo che aveva detto prima di ripartire che tutto era apposto? Guardiamo la realtà non qello che ci fa comodo, stiamo assistendo ad una farsa da oltre un anno e mezzo, l'Ascoli è l'ultimo dei pensieri di chi Bellini ha messo a capo della società, continue polemiche, scelte di dirigenti sbagliate e perseverate, ripenso solo alle parole sul palco di piazza arringo e sembra passato un secolo. Bellini grande uomo e imprenditore, ha avuto fino ad oggi una fortuna incredibile, se pensiamo a tutti i soldi sperperati nelle scelte che lui ha fatto, li ha recuperati con una serie B arrivata in tribunale e la vendita di Orsolini, non ha mai ascoltato i soci in particolare Giuliano Tosti che lo ha sempre appoggiato e ha tirato fuori soldi veri non chiacchiere, per mandare la primavera a Vareggio e sistemare tante cose due anni fa, oltre a fare la sua parte come sponsor dopo che aveva riconsegnato GRAUITAMENTE le quote a Bellini. Giuliano Tosti lo aveva capito dal primo giorno, mentre noi ascolani ci facevamo abbindolare dalle conferenze stampa dove venivano illustrati proJetti mai venuti alla luce, una stuazione contraria alla realtà. Abbiamo mantenuto la categoria grazie ad uno spogliatoio di giocatori veri e uomini, come Lanni, Mengoni, Addae, Carpani, Cinaglia, Giorgi, Cacia, Perez, Jankto, Almici, Felicioli, tutta gente che gli ha permesso fino ad oggi di avere gli introiti della serie B, altri presidenti hanno impiegato 7 anni prima di arrivare in serie B e hanno messo decine di milioni di euro. La fine di questa società è stata decretata quando il presidente ha nominato Cardinaletti amministratore unico, marzo 2016, da quel giorno tutto è andato a rotoli, non capisco ancora come Faraotti anche lui dimissionario possa aver detto a Giugno che Cardinaletti ce lo invidiava tutta Italia, per poi cambiare idea e non fare più lo sponsor alla società una volta che un suo collaboratore è stato esautorato del ruolo nell'area Marketing. Da ascolano spero vivamente che i risultati sorreggano questa società, perchè se dovesserro arrivare sconfitte, con questo clima sarebbe il baratro.


marco 11 Ottobre 2017 21:55

Tante volte è meglio che il popolo non sappia, percè se sa si rivolta, ma mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi per non vedere è peggio, hanno fatto un'assemblea in videoconferenza, decisa in tre giorni, è stato azzerato il CDA, PER VOI è TUTTO APPOSTO? per me era tutto apposto se Bellini stava qua, decideva ogni coa lui, senza dirigenti che fanno danni, domani al picchio village e in sede ci saranno sempre gli stessi, gli odini li daranno sempre gli stessi che hanno creato il caos in questi mesi, mentre gli unici non mettere più piede ne in società ne al campo saranno i soci, che anche se in piccola parte (si fa per dire) i soldi li cacciano non li prendono.
Tenetevi Cardinaletti e mi raccomando andate al campo di allenamento a dirgli bravo, la nostra società non esiste più, forse non ve ne siete accorti.


giorgio 11 Ottobre 2017 21:58

sono preoccupato amici tifosi, è tutto giusto quello che dite, ma vi rendete conto come dice quinto decimo che qui si cambia di continuo??? da un anno e mezzo l'assetto societario è stato stravolto a più riprese, pazzesco. Faccio un esempio: che fine ha fatto Valori, uomo chiamato da Bellini appena lo scorso luglio per sanare una situazione di pesante buco di bilancio e totale confusione nei rapporti con il Comune per lo stadio? Sono parole di Bellini, ci sono i video, e dopo tre mesi si ricomincia tutto da capo? Quale sarà ora il futuro di Cardinaletti? E Galeati che era appena entrato? I soci manterranno le quote lo stesso? Faraotti non va in assemblea ma manda al suo posto un uomo che appena due mesi era stato gentilmente messo alla porta dalla stessa società? Io ho fiducia piena in una persona onesta come Bellini, un grande imprenditore, ma se qualche marziano ci guarda crede che siamo da mesi -anni direi- su SCHERZI A PARTE!


Davide 11 Ottobre 2017 22:15

Oh Carlo! Grazie di esistere....senza di voi con chi ridevamo....la vostra "storia calcistica"(se cosi la si puo chiamare)a dir poco deprimente....noi sempre e x sempre la regina delle marche e x tantissimi anni di tutto l adriatico quindi torna in acqua e continua ad annaspare sempre e x sempre sotto ma tanto sotto di noi.......e intanto......continuate a rosicare


commercialista 11 Ottobre 2017 22:22

in una società quando i soci non hanno unità di intenti la soluzione migliore è nominare un amministratore unico, se poi coincide con il socio di maggioranza, che è quello che più degli altri corre il rischio imprenditoriale, è meglio.
in bocca al luco Fracesco!


Luca 11 Ottobre 2017 22:26


Gigi perchè fai lo gnorri, ma come fai anche stasera a voler far passare l'esatto contrario di quello che accade in società? le dimissioni dei soci sono atto dovuto per la volontà del presidente, che ha la maggioranza e dopo aver convocato l'assemblea ha deciso di essere amministratore unico, ma perchè si è arrivati a questo perchè va tutto bene? Non ti risulta che ci sono problemi? Bellini ha fatto bene a nominare Cardinaletti amministratore? Come stanno i bilanci in attivo? Secondo te le cose vanno bene così, con Bellini amministratore unico e sta in Canada? A chi affida da domani le redini della società e chi decide le cose sempre Cardinaletti? Ti sta bene quello che è successo fino ad oggi? Rispondi senza fare lo gnorri, che deve difendere per forza qualcuno, che deve dire he tutto profuma quando il tanfo è insopportabile. La società non ha nè capo nè coda


Emidio Celani 11 Ottobre 2017 22:28

Io sono nato in Ascoli e porto l'Ascoli, ma non mi faccio prendere per il cxxo da nessuno, Bellini compreso, da Ascolano sono stufo di vedere queste sceneggiate, caro Bellini se vuoi tenere la società bene e farla andare bene, torna qua in ascoli e guidala, l'Ascoli non è una farmacia, altrimenti vendila e basta, ti ripeto siamo veramente stufi. Poi è ora che il signor Cardinaletti se ne vada e subito, ha combinato solo problemi, l'amministratore di una società dove non riportano i conti, si litiga di continuo, se ne deve andare immediatamente, non pensate che possiamo sopportare questa situazione in eterno, sabato allo stadio gli ascolani si faranno sentire statene certi. L'Ascoli ha una storia e una dignità, non la faremo certamente saccheggiare da chi è venuto qui a fare quello che vuole. Bellini cacciali immediatamente altrimenti vattene pure tu. Basta


POTENZA ⚡PICENA 11 Ottobre 2017 22:29

Vorrei coinvolgere la redazione di picenotime nel pregara di Ascoli -venezia sarebbe carino salutare domizi ;mandando sul maxischermo la sua punizione bomba all' olimpico di Roma che mandò in visibilio la marea ascolana ...scatenando un boato da paura !!!


massimo 11 Ottobre 2017 22:30

Indovinate chi ha creato tutto questo caos, non è difficile... CDA NON CDA DOMANI SARA' AL SUO POSTO, STIPENDIO SALVATO E SOCI FUORI DAI CXXXXXI.. non è cambiato nulla, Bellini si fida più dei dirigenti che dei soci, avrà i suoi motivi, era l'unico modo per metterli fuori, lo ha fatto subito senza aspettare Gennaio, però due mesi fa ha presentato Valori per sistemare lo stadio, i conti e la comunicazione, che fine avrà fatto?


Simone 11 Ottobre 2017 22:35

Io credo che nella mente di molti tifosi ci sia tanta incredulità, inutile negarlo la fiducia in questa società è ai minimi termini, l'hanno ridotta a qualcosa che noi ascolani non sentiamo più nostra, sembra che noi tifosi diamo fastidio, eppure vorrei vedere senza i tifosi cosa sarebbe l'Ascoli, Bellini hai finito i bonus, può cambiare anche dieci volte al giorno le cose, non ti crede più nessuno, tranne quelli tipendiati e i vecchietti all'allenamento. Questa non è più la mia società, io amo l'Ascoli calcio 1898 noi siamo l'Ascoli calcio 1898, caro Bellini quello che stai facendo con il nostro Ascoi non ci piace, fattelo dire, forse è meglio che vendi la società, non servono miliardi di dollari e aerei, serve una società a misura d'uomo, con te non lo sarà mai. tutto qua


nando 11 Ottobre 2017 22:38

Io mi fido di Bellini, se fa questo è sicuramente solo per migliorare, un uomo di successo come lui non credo ami darsi la zappa sui piedi, forse sbaglia solo a fidarsi delle persone sbagliate, ora è da solo e deciderà da solo, non può fallire


Sga 11 Ottobre 2017 22:44

Le dimissioni dei soci ascolani e' preoccupante cosa e' avvenuto? Ok rimangono come azionisti con le loro quote ma rimango perplesso


MAX 11 Ottobre 2017 22:45

MI SEMBRA DI ASSISTERE AL GIOCO DELLE TRE CARTE....MA POI COME SI PUO' AMMINISTRARE UNA SOCIETA' DA 7.705 KM DI DISTANZA, PER DI PIU' CON ASSAI POCA COMPETENZA CALCISTICA ( SONO I FATTI CHE PARLANO)....MAH


Max curv sud 11 Ottobre 2017 23:00

Ragazzi è tutta una sceneggiata, c'è altro dietro, cda azzerato com fosse notizia, ma dai non facciamo finta di nulla, questa società è esplosa. Dove sta il presidente Bellini in Canada? Qua chi comanda Cardinaletti, comandava ieri e lo farà domani, tifosi Ascolani aprite gli occhi.


Mimì 11 Ottobre 2017 23:01

Non capisco tutte queste preoccupazioni, i soci si sono dimessi dal CDA, ma è una pura formalità in quanto non avevano nessun potere decisionale prima e tanto meno adesso che non ci sono più........


Volpe Grigia 11 Ottobre 2017 23:05

Innamorato dell'Ascoli Calcio, mi chiedo:" Ma doveva arrivare ad essere Presidente della Squadra l'unico ascolano NON innamorato dell'Ascoli." Ad Ascoli senza la "malattia", di Rozziana memoria e senza l'approvazione del "popolo ascolano"...non puoi fare il Presidente....ma puoi fare il proprietario Canadese....con Tosti Presidente. E allora si....Bellini....


Giuseppe da cagliari 11 Ottobre 2017 23:20

Buona sera a tutti, dico la mia su questa situazione, e nel contempo rispondo a quello che ho letto:
le dimissioni dei soci e dovuta per nominare Amm. Re Unico e a scanso di equivoci bellini nel bene e nel male deciderà lui. Le quote societarie rimangono come sono e gli stessi verranno nominati nel nuovo consiglio direttivo direttamente da bellini, per quanto riguarda dottor Valori lo nominate senza sapere che una persona per l'incarico avuto deve lavorare nell'ombra per la convenzione dello stadio e relazione dei conti, cosa volete che sia sempre in prima pagina per sapere per dire e una brava persona. In qualunque ammistrazione c'è sempre chi lavora molto a basso profilo, i veri tifosi vanno allo stadio, discutono della partita, del modo di giocare, dei risultati, e se tutto va male si tifa anche se si retrocede, quello che succede nella dirigenza non mi interessa, l'importante è non tornare nella situazione antecedente 2014 e sapete di che parlo. Tutto l'altro è bla bla bla
SEMPRE FORZA PICCHIO PRIMA TUTTO E TUTTI


Ridateci il nostro Ascoli Calcio 1898 11 Ottobre 2017 23:37

Per favore cavalier Bellini, faccia una cosa nobile, che le darebbe lustro, lei ha sbagliato tutto o quasi, ha sperperato soldi suoi e della società, perchè tutta quella gente da pagare mandata via la paga la società, ci risparmi ogni volta una incaxxxtura, ceda la società a qualcuno che ama l'Ascoli calcio 1898, sono almeno 2 anni che non ne azzecca una, nè le dichiarazioni nè le persone da mettere in società, per tenere una società in maniera normale basta poco, invece lei l'ha riempita di persone che non servono, che costano una tombola, le assicuro che tranne un 10% di adepti, la quasi totalità dei tifosi non ne può più, è stufa di vedere queste situazioni. Cavalier Bellini, dalla nomina dell'amministratore unico Cardinaletti è iniziato il tracollo della società, oggi stiamo molto ma molto peggio di quando lui è arrivato, in ogni ambito, ci spiega come mai non lo ha mandato via? Lovato è stato liquidato per molto meno, Marroccu è andato via lasciandole il contratto sul tavolo senza pretendere nulla... dopo una salvezza miracolosa. Questo signore invece è intoccabile... mah... Ridateci il nostro Ascoli Calcio 1898


matteo 11 Ottobre 2017 23:38

Bellini è ora che decidi cosa vuoi fare, o tieni la società come si deve e stai qua, oppure vendila e liberaci da questa angoscia quotidiana, se pensi che noi accettiamo di vedere ancora Cardinaletti ad Ascoli sbagli, l'Ascoli ha una storia e noi la difenderemo.


Paolo da Pesaro 11 Ottobre 2017 23:39

calma ragazzi, ma pensate che Bellini abbia fatto questo per ripicca? sta giocando coi suoi soldi, non è mica impazzito, io credo in lui, noi pensiamo a fare i tifosi e a incitare la squadra, non occupiamoci di cose che non ci spettano per favore


Luca (AP) 11 Ottobre 2017 23:43

Quoto in toto “Ridateci il nostro Ascoli Calcio 1898”. Analisi inappuntabile.


Giuseppe 11 Ottobre 2017 23:49

Mi associo in pieno a Ridateci il nostro Ascoli !!!


asnkvola 12 Ottobre 2017 00:55

I soci rimangono ha detto Faraotti .......


Sono molto preoccupato 12 Ottobre 2017 08:00

L'assemblea dei soci che si è svolta ieri, non ha nulla di programmato ne tantomeno ci proietta verso chissà quale pianeta del sistema solare, pochi gorni fa Bellini è ripartito dicendo che tutto andava a meraviglia, la società è sana, poi di colpo ha cambito idea, ed ha azzerato il cda, dato che lui non è in Italia su quali basi ha deciso di fare questa cosa così velocemente? Perchè qualcuno tra i suoi uomini di fiducia gli hanno detto qualcosa di rilevante nei giorni successivi alla partenza, più di qualcosa. Ora che è amministratore unico cosa cambia in società? Nulla! Stamattina ogni cosa è al suo posto come ieri, in soietà ed al Picchio Village, ha semplicemente tolto definitivamente la parola ai soci, se mai l'hanno avuta, è una sua scelta vedremo se giusta o sbagliata. A me sembra una battaglia tutti contro tutti che il presidente non potrà govenrare dal Canada, almeno non affidandosi a chi fino ad oggi ha dimostrato diportare la società lontana dalla città e dalla sua passione per la squadra. Io sono molto ma molto preoccupato, perchè Bellini sta in Canada e qua i pieni poteri, sono in mano a chi ha portato la società a dividersi in maniera irreparabile.


Luigi 1960 12 Ottobre 2017 08:04

Ho letto attentamente tutti gli interventi e capisco le molte motivate preoccupazioni di tanti tifosi. Non entro nel merito delle tante questioni sollevate, ma ribadisco la necessità di pazientare ed aspettare prima di fasciarsi troppo la testa. Ho apprezzato molto l'intervento di Giuseppe da Cagliari a cui porgo un caloroso saluto.


sandro 12 Ottobre 2017 08:07

Quest'anno ci sarà molto da soffrire, ma tanto... Come può una squadra avere serenità con tutti questi cambiamenti di società e tutti questi veleni, sono troppe le persone che pensano SOLAMENTE alla propria poltrona e non al bene dell'Ascoli, troppe..........


Francesco 12 Ottobre 2017 08:09

Stiamo assistendo ad un teatrino indecoroso, non c'è nulla di cui essere soddisfatti, altro che ora comanda Bellini e decide lui, perché fino ad oggi chi ha comandato e scelto i dirigenti i soci di minoranza?
Ma per piacere, s e si è arrivati a questo punto la responsabilità è di chi ha amministrato la,società, ovvero cardinaletti, ha avuto pieni poteri in tutto, Bellini ha sbagliato ancora una volta ad oggi la società nata il 6 febbraio 2014 non esiste più. Incrociamo le dita.


LORENZO CAPRO' 12 Ottobre 2017 08:36

OGGI PER LA PRIMA VOLTA SONO COMBATTUTO PERCHÉ HO GRANDISSIMA STIMA DI BATTISTA, GIULIANO E GIANLUCA E PERCHÉ SONO TIFOSISSIMO E SEMPRE PROPOSITIVO, QUINDI MI RIMANE DIFFICILE DARE GIUDIZI AFFRETTATI E CRITICI . INVECE NOTO CHE MOLTI DI VOI NON ASPETTANO ALTRO PER CONTESTARE TUTTO, TUTTI E TUTTE LE DECISIONI CHE VENGONO PRESE. AVETE CONTESTATO LA SCELTA MARESCA E I FATTI VI DANNO TORTO, AVETE CRITICATO LA SCELTA DEI GIOVANI E ANCHE QUI AVETE FATTO BRUTTA FIGURA. QUESTO PER FARVI CAPIRE CHE PRIMA DI PARLARE DOBBIAMO CAPIRE COSA C'È DIETRO QUESTA DECISIONE, IO L'HO DETTO PIU VOLTE, SONO TIFOSO DEL PICCHIO E DI CHI CI METTE FACCIA E SOLDI , QUINDI POTREBBE ESSERE LA VOLTA BUONA CHE IL PRESIDENTE VOGLIA CREARE QUALCOSA DI MOLTO GRANDE. SAREI STATO PIU' CONTENTO CHE INSIEME AL PRESIDENTE FOSSERO RIMASTI I SOCI, INTANTO DIAMO IL MIGLIOR IN BOCCA AL LUPO AL PRESIDENTE E ASPETTIAMO GLI EVENTI E LE NUOVE DIRETTIVE PER DARE GIUDIZI. IO SARÒ SEMPRE QUI HA SOSTENERE IL MIO MAGICO PICCHIO E LA MIA SOCIETÀ , FINO A PROVA CONTRARIA. DOMENICA VINCIAMO


Giuseppe da cagliari 12 Ottobre 2017 09:07

UN SALUTO A LUIGI 1960,
e a tutti i tifosi del grande grande Picchio


Giusto così 12 Ottobre 2017 09:31

Questa è la soluzione che auspicavo da un anno e mezzo. Che poi Cardinaletti resti a scadenza come dipendente (non più amministratore) perché ci sono da chiudere alcune situazioni aperte (Favilli) ci sta ed è logico. L'importante è avere liberato il Club da interessi e chiacchiere al suo interno con il Presidente che avrà oneri ed onori di qualsiasi scelta (compresa questa). Sin dal primo giorno ai soci è stata data più importanza di quella che, sia per le quote che per il ruolo che andavano a ricoprire, sarebbe stato giusto dare. Si è creato un conflitto di immagine e di competenze a tratti imbarazzante a causa di deleghe e contro-deleghe, ripensamenti e ripicche. Si sono generati conflitti di interesse economici e di relazioni con la tifoseria. Da oggi in poi il Presidente Bellini è il mio unico referente e se avrò da rivolgere qualche critica a qualcuno almeno saprò a chi. Passo giusto ed improcastinabile.
Ora sotto con il campo perché sabato non mi dispiacerebbe vincere. Forza Picchio.


Andrea 12 Ottobre 2017 09:50

Fossi stato in faraotti che reputo grande imprenditore, avrei evitato di fare qualsiasi dichiarazione, negli ultimi 2 anni ha emesso comunicato contro le scelte di bellini, è mancato dal cda per mesi poi si è incontrato con Bellini e su sino riavvicinarsi, poi è stato mandato via Fioravanti non ha più fatto lo sponsor che invece fa a San Benedetto, a volte il silenzio è oro. Non si chi mette al primo posto l'Ascoli in questa società faccio fatica a capirlo.


Ugo69 12 Ottobre 2017 09:57

Tutto va bene, tutto apposto.
Dopo na settimana ennesimo ribaltone.
Chi ci capisce è bravo. Chiederei a qualche devoto se ha compreso, dopo tre anni, quale è il magnifico progetto.
Sono sempre stato scettico e tale resto.
Per avere certezze rivolgersi al bar.


Luigi 1960 12 Ottobre 2017 10:23

Questa accelerata che ha dato il Presidente avrà sicuramente delle motivazioni a noi non troppo chiare, ma ciò non significa che non abbiano ragione d'essere. Mr Francesco Bellini in una recente intervista aveva già messo in chiaro che d'ora innanzi a comandare sarebbe stato lui. Mi sembra che i fatti stiano confermando le sue parole. Se ha deciso di non aspettare gennaio per azzerare tutto vuol dire che era necessario intervenire ora, possiamo star qui a disquisire all'infinito ma cosi è e così sia. Ora che a noi piaccia o meno il suo Canadian way è un altro discorso, però io voglio rispettarlo e rimanere fiducioso. In fondo sono pochi gli anni del nuovo corso societario ed è in qualche modo fisiologico che ci siano forti scosse prima di trovare un assetto societario stabile e affidabile. Speriamo che lo sciame sismico duri poco e che presto si definisca tutto l'organigramma. Penso che S.E. il Vescovo sia sempre disponibile in cattedrale per dare un supplemento di benedizioni.....


Giuseppe V. 12 Ottobre 2017 10:26

Ma come si fa a dire che Bellini non ne ha azzeccata una? Oppure esortarlo a vendere, ma chi se la compra? Che vivete sulla luna? Come ha scritto qualcuna sopra pensiamo a tifare che è meglio e prima di far commenti su dinamiche amministrative della società cerchiamo di capire se ne siamo all'altezza. Forza Picchio sempre.


ascoli è dura 12 Ottobre 2017 10:37

Ragazzi può essere una buona cosa anche perché far sperperare i propri soldi ad altre persone non è il massimo... chiaramente se Bellini rimane ad Ascoli se sta in Canada no. Appena ha nominato Cardinaletti per occuparsi al suo posto dell'Ascoli , subito arrivano Giaretta e Aglietti..... In società ho sempre visto le cose peggiorare da allora in poi fino a questa estate con teatrini assurdi,nonostante le continue smentite di circostanza con la società è trasparente,progetto,dirigenti che ci invidia tutt'europa .... bla bla bla. Il manico deve essere uno e deve stare ad Ascoli e le chiacchiere fa li pidocchi.......


fa 12 Ottobre 2017 10:38


CARDINALETTI TE NE DEVI ANDARE AL PIU' PRESTO!!! RIDATECI IL NOSTRO ASCOLI 1898...BELLINI VENDI LA SOCIETA' FACCI QUESTO FAVORE E TI POTRAI GODERE IL CANADA TUTTI I GIORNI----TU CONTENTO E NOI DI PIU'!!!


Ferruccio 12 Ottobre 2017 10:40

Bellini che comanda da solo mi sta bene, ma non può farlo dal Canada, altrimenti qua si litiga di continuo. Se vuole gestire l'Ascoli da solo deve trasferirsi a lungo in Italia, solo così spariranno chiacchiere, equivoci e veleni. Forza Presidente, portaci in alto e basta errori!


Gigi 12 Ottobre 2017 10:44

Per fa:
parla per te!! Se tu saresti contento che Bellini venda, affari tuoi, ma non dire NOI DI PIU' perchè ti arroghi il diritto di parlare per tutti e ti assicuro che non tutti la pensano come te, io per primo.


Giuseppe V. 12 Ottobre 2017 10:51

Per i mal informati , Rozzi quando prese l'Ascoli non sapeva neanche che il campo era rettangolare.


Mandrillo 12 Ottobre 2017 11:16

Giuseppe V, su chi se la compra si può discutere, che le azzecca tutte mi sembra un esercizio di devozione che nennemo Caprò oserebbe fare.
Sembra piuttosto che si voglia rendere difficili le cose abbastanza normali. Ditemi voi se é difficile gestire uma società in cui un socio ha l'80% e in pratica è padrone e sotta, come su dice.
Se la società fosse in mano a cinque soci con il 20% ciascuno, per ricaparli ci vuole l'intervento dei caschi blu dell'onu????
Incomprensibile!!!!!!!!


stelloneBN 12 Ottobre 2017 11:45

Bla Bla Bla....fuffa


bruno 12 Ottobre 2017 11:47

Posso capire la scelta di Bellini anche se rischiosa, molto meno l'atteggiamento di Faraotti, non lo capisco proprio e sembra sempre più lontano dalla Società, non capisco proprio il motivo o forse sì...


Giovanni 12 Ottobre 2017 11:49

Giuseppe non nominare Rozzi per cortesia,Bellini è una brava persona ma purtroppo non ha la passione e l'amore verso l'ascoli che aveva rozzi, vive tutto in modo freddo e distaccato, sceglie giornalisti, ragionieri e politici per guidare una società di calcio, così non si fa calcio, non si rispetta la,storia dell'ascolto, la società è stata capace di disertare il funerale della signora franca, se non fosse stato per un qualcuno che ha preteso alle 20.00 il comunicato neanche le 2 righe mettevano, sono fuori dal mondo, chi amministra la società pensa solo alla poltrona. Per quanto mi riguarda, se Bellini fa direttore generale cardinaletti, esternero' il mio disappunto allo stadio.


ripano 12 Ottobre 2017 11:49

FA..... parla per te. NOI CHI?


Ascolano doc 12 Ottobre 2017 11:58

Giuseppe v c'è un "dettaglio" non secondario. Il grande Costantino stava di casa in Ascoli e comandava Lui. Per non parlare di passione e quan'altro.


IL POMPER 12 Ottobre 2017 12:12

Scusate ma il problema non era Cacia-Giorgi?????
A quanto pare il problema è altrove.
Sbagliare è umano, perseverare non creto. (detto alla Crozza)


paolo 12 Ottobre 2017 12:13

Quindi Cardinaletti nuovo Direttore Generale e gli altri tutti fuori? Ecco la dimostrazione che al Presidente non interessa nulla, cioe' ZERO, dele parere e delle aspettative dei tifosi. Al primo posto gli affari e il dio denaro, il pallone puo' attendere. Io l'ho sempre detto e, spessissimo, sono stato censurato e adesso.....beccatevi questa !


Giuseppe V. 12 Ottobre 2017 12:21

Mandrillo va bene discutiamone ... chi conosci che vuol comprarla? Giovanni se parliamo d passione è un altro conto, sai anche a Rozzi è venuta col tempo (come l'appetito che vien mangiando) e qui sta anche a noi a fargliela venire. Per quanto riguarda l gestione della società... il calcio pane e salame è finito a meno che non sei tra i dilettanti quindi la società deve avere delle figure professionali coi c...caxxi. Le figuracce recenti ? Sono d'accordo ma non si possono imputare al Pres. ma ad altri e qui mi fermo perchè ne ho da dire e sarei troppo lungo.


carlo 12 Ottobre 2017 12:39

A me quello che scrivono finalmente era ora adesso comanda lui ahahah povera nu ma voi ci fate o ci siete?? xche fino adesso chi comandava tizio o caio ahahahah va bene va pensiamo a vince sabato chi li non è cambiato niente comandava lui continua a comandare lui niente di nuovo


alessandro 12 Ottobre 2017 12:46

Questo amministrata il tutto dal Canada??? Mah dovrà stare 24 ore al giorno al telefono ahahah cmq mi sembra che ha detto che da gennaio sarà più presente si trasferirà temporaneamente??? Vedremo


Nazzareno 12 Ottobre 2017 12:46

La mia personale idea è che Bellini abbia fatto una scelta giusta e per certi versi ovvia per chi ha in questi anni mal digerito un cda dove si condivideva con la città intera tutto quello che avveniva all'Interno della squadra e della società. Finirà ora il teatrino del me l'ha detto quello o questo. Adesso l'unico che comanda è Bellini che non è tipo da condivisione sociale delle scelte. Che poi stia in Canada o sulla Luna poco importa basta che sappia scegliere con competenza e un pizzico di fortuna i suoi dipendenti. Con i soci ascolani poi vedrete sono rose e fiori perché non c'è solo l'Ascoli Picchio ma altre società in cui vanno e andranno a braccetto oer molto tempo. Ovviamente il calcio è cambiato e i Rozzi, Viola, Pellegrini e Moratti per fare un esempio non esistono più in Italia per essere soppiantati da finanziarie cinesi o imprenditori americani. Siamo a questo punto, prendere o lasciare.
Costretto comunque a prendere sabato sarò ancora lì, sempre nostalgIco di Costantino.


Mandrillo 12 Ottobre 2017 12:49

Giuseppe V, il si può discutere era da intendersi che probabilmente è difficile trovarlo uno che se la compra, ma non impossibile.
Resta il fatto che agli occhi del tifoso comune, il susseguirsi di tutte queste vicende, appare abbastanza disorientante.


dus80 12 Ottobre 2017 13:28

Sono d accordo co capro',l Ascoli va sempre sostenuta e Bellini deve essere lasciato in pace......ricordiamoci sempre che ci ha salvato dal baratro.....


sarò sempre del settembre 12 Ottobre 2017 13:46

Sto con Gigi e Giuseppe da Cagliari. Quando andremo in A, perché ci andremo, dopo voglio sentire su cosa si attaccheranno per criticare il presidente. Ripeto ciò che ho detto in altro post, su Cardinaletti Bellini ha ancora le mani legate per via del suo ruolo in lega, ma se ne andrà, non preoccupatevi.
Società finita....andremo in C.....sono solo dei blablablablabla'.........


Ascoli 1898 12 Ottobre 2017 13:52

Auspico vivamente che il presidente Bellini volti pagina, come prima cosa mandi a casa subito l'amministratore Cardinaketti, fonte di divisioni e problemi in società da quando è ad Ascoli.


Moncheri 12 Ottobre 2017 13:58

Quindi non era Rozzi ad avere fiuto nella scelta dei giocatori..ma le persone che aveva scelto come collaboratori (per esempio Panichi).tutte persone del territorio se non ricordo male,ero ancora piccolo.al contrario di cio' che avviene oggi.


Paolo65 12 Ottobre 2017 14:00

A tutti quelli che vorrebbero che Bellini lasci.
A chi dovrebbe lasciare o vendere la società?


Paolo65 12 Ottobre 2017 14:30

FA, Comprala tu, oppure puoi presentare un imprenditore .


Albardialbissola 12 Ottobre 2017 14:41

Al contrario tuo Ugo che sei pieno di dubbi e parla senza conoscere...io non posso fare commenti sulla situazione in quanto non so come possono essere andate le cose
Però ho un opinione...secondo me si ridurranno le chiacchiere in giro
Troppa gente faceva uscire notizie di disturbo senza fondo di verità
Per il resto come società non è cambiato quasi nulla


Luigi 12 Ottobre 2017 14:56

Complimenti ragionier cardinaletti non era facile portare a termine questo grande progetto.
La società è divisa ora può comandare, missione compiuta.


paolo 12 Ottobre 2017 15:09

Vedo, leggendo gli ultimi commenti, che qui nessuno ha ancora saputo che a Cardinaletti sono stati datti tutti i poteri. DIRETTORE GENERALE ! Tutti gli altri sono ZERO. E sparisce subito anche Valori. Contenti cari tifosi ?


Fabio 12 Ottobre 2017 15:34

Sabato gli ascolani dimostreranno a chi non ha capito, che ha fatto male i conti, a qualcuno fischieranno le orecchie, adesso continuate a scrivere...


ripano 12 Ottobre 2017 15:45

Il Direttore Generale non è altro che un dipendente senza alcun potere di firma etc. ...e comunque a Gennaio 2018 scade il contratto.... Ce la facciamo a starcene tranquilli e tifare?
Il CDA era un colabrodo, spifferi, chiacchiere etc

Secondo me è una scelta azzeccata, comanda quello che mette i soldi. Spero solo che riesca ad essere presente e che se deve lasciare qualche delega non la lasci in mani sbagliate


Nico da Roma 12 Ottobre 2017 15:55

Serie A


fa 12 Ottobre 2017 15:56

i vari gigi e ripano forse godono di questa situazione...saranno contenti di questa societa' montata e rismontata non so quante volte...saranno contenti che cardinaletti ha avuto pieni poteri...come tra l altro richedeva la curva da tempo...qua si fa il contatrio di tutto ...e senza ascoltare il parere di nessuno...ma c'e' qualcuno che ancora festeggia!!contenti voi..e cmq parlo a nome di molti ...


Ascolano doc 12 Ottobre 2017 16:17

Se è vero che qualcuno diventa direttore generale stiamo apposto.
Però c'ho piacere per i tifosi genuflessi.


Mandrillo 12 Ottobre 2017 16:30

Scopriamo dal ripano che il direttore generale è un dipendente qualunque, che non può fare nulla. Allora perché nominarlo, tanto comanda quello che caccia i soldi. Si risparmierebbe uno stipendio pesante, così ci si potrebbe pagare l'attaccante che ci manca.


Grazie Bellini 12 Ottobre 2017 16:34


Ripano lei ha,scritto una grande scioxxxxzza, per sua informazione e verso tutti gli utenti di Piceno time, le posso dire con certezza assoluta, che a cardinaletti il contratto scade a giugno 2019, rinnovato non molti tempo fa dal presidente Francesco bellini. Basta mettersi ll'anima in pace, comanda chi ha la maggioranza in società e sceglie i suoi collaboratori. Saluti.


tiziano 12 Ottobre 2017 16:36

Avanti da solo presidente, non hai piu bisogno di nessuno, caccia tutti e tira dritto, hai il destino del nostro amato Picchio tra le mani, basta errori e puntiamo finalmente alla serie A, ce lo meritiamo dopo troppi anni di sofferenze e polemiche


Alessandro 12 Ottobre 2017 16:44

Questi sono i risultati quando si destinano incarichi importanti, di una squadra di calcio storica come l'Ascoli, per amicizie e consigli del palazzo, a giornalisti e ragionieri.
Questo non è il mio Ascoli.
Mi dispiace Bellini ma non mi rappresenti più, voglio un presidente vero che mi trasmetta passione non un freddo calcolatore di business.


Solestante 12 Ottobre 2017 16:51

Lorenzo mi piacerebbe farti capire che i problemi societari non sono una cosa a parte rispetto alla squadra
Alla lunga i giocatori pagheranno questa confusione che li circonda, noi tante cose non le sappiamo ma questi sono blindati e pressati anche mentalmente, basta vedere la questione mengoni perez
I giocatori non sono robot arriveranno momenti difficili e se la squadra non ha figure vere al suo fianco tracolla


Mandrillo 12 Ottobre 2017 17:13

Ripano che ci dai notizie sballate??
Vabbè che non ti prendiamo troppo sul serio, ma cerca di essere un po' più preciso.
Fino a dire forza picchio e grazie presidente ci arriviamo da soli.


Ascolano e me ne vanto 12 Ottobre 2017 17:57

Stiamo facendo ridere tutti, una società di gente che pensa solo ai suoi interessi, senza capo ne coda, La sede sembra beautiful o meglio l'ufficio di collocamento, dopo quasi 4 anni sarebbe ora di costruire una società che si possa chiamare tale.


Gigi 12 Ottobre 2017 18:21

Per fa:
perchè non dovrei godere di questa situazione? Che mi manca?
Io sono un semplice tifoso a cui piace andare allo stadio, tifare la propria squadra, gioire per i successi e soffrire per le sconfitte. Punto.
Non sono un dirigente, non sono un socio, non conosco le dinamiche interne della società, non conosco il lavoro che svolgono o che non svolgono i dipendenti.
So che il socio di maggioranza è una persona onesta, finanziariamente a posto, che ci sta mantenendo in serie B, che non mi sta facendo vergognare davanti all'Italia intera per tasse, o stipendi o fornitori non pagati.
A me va più che bene, se a te ed altri questo non piace, contestate, nessuno vi sta limitando, ma se scrivete e parlate e io la penso in modo diverso, ho lo stesso diritto che hai tu di controbattere.
Poi tu rimani della tua opinione, io della mia.


ripano 12 Ottobre 2017 18:23

All'utente "grazie Bellini" : non so di questa proroga del contratto, magari poteva citare la fonte.

A tutti gli altri: il direttore generale è un dipendente, con deleghe che ancora non conosciamo. Ad oggi un enorme ridimensionamento dell'incarico, prima Amm. Unico, poi Delegato e adesso Direttore (forse).

Tutti volevano che Bellini si mettesse al comando. Fatto....

Però stranamente ad alcuni non va bene manco questo....


ascoli club brescia 12 Ottobre 2017 19:00

Da Brescia tutti con Bellini! Presidente non ascolti i gufi. Forza Ascoli e lasciamo lavorare la Società in pace


MAX 12 Ottobre 2017 19:45

BELLINI DOVREBBE QUANTO MENO RENDERE CONTO DELLE SUE DECISIONI PER RISPETTO DELLA CITTADINANZA E DEI TIFOSI.....L'ASCOLI CALCIO NON E' SOLO COSA SUA. QUI OGNI GIORNO C'E' NE UNA NUOVA E A NOI SORGONO SEMPRE PIU' DUBBI VISTO CHE NON SI FORNISCE ALCUNA SPIEGAZIONE DI CIO' CHE ACCADE. NON E' CHE SI VUOLE CONTESTARE A PRIORI, ANZI, MI SEMBRA CHE FINO AD ORA I TIFOSI SONO STATI MOLTO PAZIENTI PER AMORE DELL'ASCOLI CALCIO MA FIN QUI LE PROMESSE FATTE SONO STATE DISATTESE, LA CONFUSIONE DEI RUOLI REGNA SOVRANA E SI SONO TENUTI IN PIU' CIRCOSTANZE ATTEGGIAMENTI INDECOROSI E IMBARAZZANTI. BELLINI DIMOSTRI MAGGIORE CONSIDERAZIONE NEI CONFRONTI DELLA TIFOSERIA FORNENDO DELUCIDAZIONI VISTO CHE SIAMO IN MOLTI A CHIEDERLO.....DOVREBBE SFORZARSI AD ESSERE PIU' TRASPARENTE E SOPRATUTTO SINCERO, NON MI E' PIACIUTO QUANDO ULTIMAMENTE IN UNA INTERVISTA HA DICHIARATO CHE CACIA E' VOLUTO ANDAR VIA QUANDO DALL'INIZIO DELL'ESTATE PIU' VOLTE HA RIBADITO CHE CACIA DOVEVA ANDARSENE PERCHE' NON RIENTRAVA NEL PROGETTO.... PRESIDENTE ORA CHE SI E' ASSUNTO TUTTE LE RESPONSABILITA' VEDIAMO COSA CI RISERVA IL FUTURO, SPERO VIVAMENTE CHE IL PEGGIO SIA PASSATO


Osservatore 12 Ottobre 2017 20:56


Scusate tutti. In una società qualsiasi chi possiede più azioni e chi caccia I soldi per ripianare il bilancio Negativo. Ha il diritto di decidere Su tutto. Gli altri soci. Rimangono Solo figurativi perché. Hanno BelliniPerso il loro capitale investito Con il passivo della società e ora Il denaro fresco. Lo metterà solo Un signore. Di nome BELLINI........ Meditate gente meditate......


Picchio78 12 Ottobre 2017 21:24

Cari signori, qui sento dire un ascco di cose, non va bene che cardinaletti era amministratore unico, poi declassato ma non va bene, ora direttore generale e bellini al comando non va bene neanche, sento dire che la società deve rendere conto a noi forse a ragione, ma scusate una fabbrica che cambia la fisionomia societaria rende conto agli operari? Ma fatemi il piacere.
Se questa decisione è stata presa un motivo ci sarà.
Sono sicuro che a gennaio Cardinaletti verrà fatto fuori, Bellini resterà più tempo ad Ascoli e ci divertiremo, è ormale che per una società nata neanche anni fa ci siano continui aggiustamenti fino a che noin si trova la giusta strada.
Per chi chiede amore e passione dicop che i tempi sono cambiati, e difficilmente in italia e nl resto d'europa si troveranno presidenti tifosi!
Per ora va bene cosi siamo in B e ci resteremo e fra qualche anno andremo in A.
Pazienza Pazienza!


fa 12 Ottobre 2017 21:27

hai ragione Gigi..ma non ci vuole molto a capire che questa società è nu casi'!se questo ti lascia tranquillo ..che dire.. ti invidio!io la penso esattamente come MAX.ti saluto


Zelig di ascoli 12 Ottobre 2017 21:40

Dopo tre anni stiamo punto e da capo. Mo vediamo che succede, ma non mi aspetto niente di che.


Luigi 1960 12 Ottobre 2017 21:52

Leggo molti tifosi preoccupati per il fatto che il signor Cardinaletti pare che resti come Amministratore Delegato. Mi sembrano preoccupazioni eccessive, poiché tutto fa presagire che il Presidente Bellini voglia comunque prendere direttamente lui in mano le redini della società. Quella dell'AD sarà una mera forma di rappresentanza. Dopo il declassamento da Amministratore Unico a Delegato si profila un ulteriore depotenziamento di fatto del ruolo di Cardinaletti, poiché Mr Bellini da gennaio comincerà una nuova fase della sua presidenza rendendosi fisicamente presente in Ascoli. A quel punto Cardinaletti conterà ancora di meno, fino a quando nel 2019 la sua figura sfumerà definitivamente. Licenziarlo subito per accontentare la piazza non avrebbe portato alcun vantaggio, ma avrebbe forse solo creato qualche inimicizia in Lega, cosa che è meglio evitare. L'importante è che il Presidente abbia inquadrato bene la situazione e si sia reso conto del perché di tanti problemi che ultimamente hanno contrassegnato la gestione societaria. Quindi avanti e fiducia.


Luca 13 Ottobre 2017 11:01

Oggi leggendo i quotidiani abbiamo avuto la conferma, qua ci sono campioni mondiali di giravolte.
Presidente Bellini valuta bene ma vai avanti da solo.


Giulio 13 Ottobre 2017 12:55

Ha ragione luca credo si riferisca ad uno dei soci, è una cosa icredibile, se andiamo a rivedere su Piceno Time tutto quello che ha dichiarato nelle conferenze stampa, altro che giravolte, doppio salto mortale carpiato (termine dei tuffi)
Spero che il presidente Bellini non si faccia prendere in giro ancora una volta, oggi fanno una cosa domani dicono il contrario.


sarò sempre del settembre 13 Ottobre 2017 12:58

Forse Luigi 1960 ha spiegato meglio di me ciò che dico da qualche giorno. Cardinaletti andrà via ma non ora, per via delle firme che ha messo in lega. Intanto è stato declassato, di più non si poteva fare. Pensiamo al campo che è meglio.


Il grande sughero 13 Ottobre 2017 14:52

C'è chi riesce sempre a galleggiare, accada quel che accada.


domesc 14 Ottobre 2017 02:16

Non sò esattamente come stanno le cose, ma sta storia stà prendendo una brutta piega....spero non finisca male per l'Ascoli Calcio. Personalmente non ho mai creduto a chi compra squadre di calcio senza una vera passione per questo sport. per vezzi personali, per poi presentarsi come i salvatori della patria.


Giuseppe da cagliari 14 Ottobre 2017 13:30

Per tutti i grandi opinionisti, ed esperti di amministrazioni ora vasta. Tutti allo stadio per essere vicini al grande picchio e tifare per far sì che vinciamo, siamo tifosi e.dobbiamo stare vicino alla squadra le cose societarie lasciamolo agli altri. Tanto sapete benissimo se si vince e raggiungiamo gli obiettivi siamo pronti a salire sul carro, se invece va male tutti contro quello o questo.
ASCOLI PICCHIO E UNA FEDE
CHE TI PRENDE L'ANIMA NEL BENE E NEL MALE TUTTO L'ALTRO E BLA BLA BLA. BLA


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni