Prefettura Ascoli dopo abuso su minorenne: “Immediato rafforzamento servizi vigilanza”

Redazione Picenotime

26 Ottobre 2017

Immediato rafforzamento dei servizi di vigilanza e controllo del territorio al fine di incrementare la sicurezza nel capoluogo piceno.

Questa, in sintesi, la decisione assunta dal Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato oggi dal prefetto di Ascoli Piceno, a seguito del denunciato episodio di violenza sessuale che, secondo le risultanze investigative, coinvolgerebbe due ospiti di un centro di accoglienza del Comune di Ascoli Piceno, a danno di una minorenne. All'incontro erano presenti i vertici delle forze dell'ordine, un consigliere della Provincia di Ascoli ed il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli il quale, non appena la notizia si è diffusa, aveva a sua volta richiesto l'urgente convocazione del C.O.S.P., proprio al fine di condurre un esame di tutte le possibili iniziative finalizzate ad implementare il livello di sicurezza.

Nel corso della riunione è emerso che, in un contesto come quello piceno dove l'accoglienza è stata sempre caratterizzata da una pacifica convivenza nel rispetto delle regole, l'intensificazione dei servizi e delle misure di controllo da parte delle forze dell'ordine e della polizia locale può contribuire a mantenere alta la percezione di sicurezza dei cittadini e ad evitare atteggiamenti di insofferenza verso i richiedenti asilo.

Peraltro, pur non discostandosi il numero complessivo dei migranti/richiedenti asilo presenti in provincia dai parametri stabiliti dal Ministero dell'Interno d'intesa con l'Anci, si è comunque convenuto di proseguire per una sempre più diffusa distribuzione dei richiedenti asilo nell'ambito dell'intero territorio provinciale; distribuzione resa difficoltosa anche dall'inagibilità delle strutture causata dai ripetuti eventi sismici che hanno interessato la quasi totalità del comuni della provincia.

Il Comitato, nel ribadire la necessità di intensificare i dispositivi di controllo del territorio, ha raccomandato di prestare particolare attenzione alle zone più isolate e meno frequentate.

Il sindaco Castelli, da parte sua, ha assicurato il fattivo concorso della polizia municipale secondo un modello di "prevenzione collaborativa" per la vigilanza delle aree urbane e si è impegnato alla definitiva attivazione in città dell'impianto di video sorveglianza che garantirà un innalzamento del livello di sicurezza generale.

In conclusione il prefetto ha ringraziato il sindaco, il consigliere provinciale ed i vertici delle forze dell'ordine per l'impegno svolto in sinergia a vantaggio del territorio che, nonostante gli importanti eventi sismici, ha determinato una consistente flessione del numero complessivo dei reati ed il mantenimento della coesione sociale.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni