Serie B, posticipi 12° turno: Parma sempre più in alto, colpaccio esterno del Foggia

Redazione Picenotime

29 Ottobre 2017

Foto da Parmacalcio1913.com

Fanno festa Parma e Foggia nei posticipi domenicali della dodicesima giornata d'andata del campionato di Serie B.

Terza vittoria consecutiva per i ducali di D'Aversa che salgono a quota 20 punti in classifica grazie al successo per 2-0 al "Tardini" contro un Avellino arrivato al quarto ko nelle ultime cinque gare. Decidono la rete in avvio di Di Gaudio ed il sigillo nel terzo minuto di recupero di Insigne. 

Colpo esterno importante per i rossoneri di Stroppa al "Piola" di Vercelli. Pro avanti dopo 9 minuti con Raicevic, poi alla mezzora Konate stende in area Deli spingendo l'arbitro Ros a decretare rigore e cartellino rosso. Dal dischetto va bomber Mazzeo che non sbaglia. Nel finale di prima frazione ci pensa l'ex Ascoli Chiricò a portare in vantaggio i pugliesi. A chiudere i conti ed a regalare la terza vittoria stagionale al Foggia ci pensano ancora Mazzeo dal dischetto (fallo di mano in area di Legati) ed il neoentrato Fedato. La Pro Vercelli resta così all'ultimo posto in classifica sempre con 10 punti. 


TABELLINO

PARMA-AVELLINO 2-0

PARMA (4-3-3): Frattali; Mazzocchi, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo (73' Germoni); Munari (84' Barillà), Scozzarella, Scavone; Insigne, Calaiò, Di Gaudio (64' Baraye). A disposizione: Nardi, Corapi, Scaglia, Ramos, Frediani, Barillà, Nocciolini, Siligardi, Sierralta, Dezi. Allenatore: D’Aversa

AVELLINO (4-4-1-1): Radu; Ngawa, Suagher, Kresic, Marchizza; Laverone (54' Bidaoui), D’Angelo, Di Tacchio, Molina (71' Castaldo); Asencio (76' Camarà); Ardemagni. A disposizione: Iuliano, Lezzerini, Pecorini, Migliorini, Falasco, Gliha, Lasik, Paghera. Allenatore: Novellino

Arbitro: Marinelli di Tivoli

Reti: 1' Di Gaudio, 93' Insigne


TABELLINO

PRO VERCELLI-FOGGIA 1-4

PRO VERCELLI (4-3-3): Marcone; Berra, Legati, Konate', Mammarella; Germano (86' Castiglia), Vives (32' Bruno), Altobelli; Vajushi, Raicevic, Bifulco (54' Morra). A disposizione: Nobile, Gilardi, Rocca, Ghiglione, Barlocco, Firenze, Pugliese, Grossi, Polidori. Allenatore: Grassadonia

FOGGIA (4-3-3): Guarna; Loiacono, Camporese, Coletti, Celli (81' Lodesani); Deli, Vacca, Gerbo; Chiricò (68' Agazzi), Mazzeo, Beretta (57' Fedato). A disposizione: Pelizzoli, Sarri, Pertosa, Nicastro, Calderini,Ramè, Fedele. Allenatore: Stroppa

Arbitro: Ros di Pordenone

Reti: 9' Raicevic, 30' rig. Mazzeto, 46' Chiricò, 69' rig. Mazzeto, 71' Fedato


12° TURNO SERIE B: PALERMO-EMPOLI 2-0, VENEZIA-FROSINONE 1-1, CESENA-NOVARA 2-2, BARI-ASCOLI 3-0, SALERNITANA-EMPOLI 2-1, PESCARA-BRESCIA 0-3, CREMONESE-PERUGIA 3-3, SPEZIA-CITTADELLA 0-0, PARMA-AVELLINO 2-0, PRO VERCELLI-FOGGIA 1-4, TERNANA-CARPI domani


CLASSIFICA

21 PALERMO

20 EMPOLI

20 FROSINONE

20 PARMA

19 BARI

19 SALERNITANA

18 CREMONESE

18 VENEZIA

17 CITTADELLA

17 NOVARA

16 PESCARA

16 AVELLINO

16 BRESCIA

15 CARPI*

14 PERUGIA

14 SPEZIA

14 FOGGIA

13 ASCOLI

13 ENTELLA

12 CESENA

11 TERNANA*

10 PRO VERCELLI

* Ternana e Carpi una gara in meno


PROSSIMO TURNO: PESCARA-PALERMO, CITTADELLA-TERNANA, FOGGIA-CREMONESE, BRESCIA-VENEZIA, FROSINONE-PARMA, CARPI-ASCOLI, SALERNITANA-BARI, NOVARA-PRO VERCELLI, ENTELLA-CESENA, EMPOLI-SPEZIA, PERUGIA-AVELLINO


© Riproduzione riservata

Commenti (8)

Riky 29 Ottobre 2017 20:21

Tranquilli che volete che sia una vttoria del Foggia, lasciate perdere la classifica tanto il Foggia retrocede sicuro, noi abbiamo il presidente tra i più ricchi, i dirigenti milgiori che ci invidiano tutta Italia, una squadra costruita con i mgliori giovani in circolazione, il futuro Pep Guardiola in panchina, giochiamo un calcio champagne, due anni e saremo inserie A, avanti con il progetto non ci ferma nessuno.


Luca 29 Ottobre 2017 21:48


Io invece caro ricky, cerco di essere razionale e non farmi abbindolare dalle locandine, che da giugno vanno solo in una direzione, ora che i giocatori scomodi sono stati mandati via ed i soci messi nell'angolo, tutto dovrebbe andare a meraviglia, invece siamo dalla prima partita in zona retrocessione, tutta questa fiducia incondizionata da cosa deriva? Programmazione societaria? La società non esiste è andata a brandelli, il presidente sta in Canada e di quello che succede qua non sa nulla, se non quello che gli viene raccontato al telefono, che gli devono dire non siamo capaci mandaci via? Ci hanno anestetizzato, la squadra alla prima serie negativa di risultati andrà in crisi, perchè non ha giocatori esperti come gli ultimi due anni, non ha una dirigenza che sa fare calcio, tutta gente che viaggia ognuno per conto suo. Sarà il campo a dire se hai ragione tu e addirittura si avvererà il sogno di tornare in serie A come hanno sbandierato un mese fa, me lo auguro vivamente ma ho forti dubbi, mi basterebbe che ci salviamo. Questione di punti di vista. Che Dio ce la mandi buona.


volpe grigia 29 Ottobre 2017 22:57

Caro Luca, penso che Riky dica le stesse cose... prendendo per i fondelli il projjjeto tanto decantato. La realtà è che il calcio ad Ascoli non procura più gioie ed emozioni....e non è un problema di risultati ma di tristi protagonisti...ahime'!!


walter rossi ps 29 Ottobre 2017 23:19

La classifica è corta ma purtroppo noi siamo sempre sotto, inizio ad esser preoccupato perche il vento non cambia mai


paolo 30 Ottobre 2017 08:58

Palermo senza Nestorowski, Ternana che si e' divorata tre gol a porta vuota, tre gol annullati alla Salernitana.......Senza questi episodi eravamo gia' ultimi altro che bel gioco, sfortuna e chiacchiere. Sabato a Carpi.....e la realta' sara' dinanzi agli occhi di tutti.....


Solo Foggia 30 Ottobre 2017 09:29

Pensate a voi che siete messi maluccio, tra due settimane saremo più di voi e giocate fuori casa, voi in mille a Cesena noi in 4000, sabato neanche in cento a Bari ma dove vi presentate? grande esodo ah ah ah ah


Maurizio 30 Ottobre 2017 11:02

Il presidente Bellini se vuole tenere la società deve stare ad Ascoli e rinforzare la squadra a gennaio, altrimenti retrocediamo in serie C altro che serie A in due anni


Giorgio 30 Ottobre 2017 13:24

Fino ad ora Maresca e Fiorin hanno avuto tutto il tempo per lavorare tranquillamente, hanno assecondato la dirigenza nella scelta dei calciatori, a ad oggi la classifica parla chiaro siamo sempre nelle sabbie mobili della zona retrocessione, se vogliamo salvarci la società deve individuare una valida alternativa in panchina e impostare il mercato di Gennaio con un'altro allenatore esperto e di categoria, guardate il Brescia con Marino ed il Cesena on Castori come hanno iniziato a fare punti, sarebbero stati due profili ideali per noi insieme a Serse Cosmi, nel calcio non si inventa nulla.
Bellini apri gli occhi di questo passo qua si retrocede.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni