Ascoli, Arpili: “Meglio allenarsi al mattino e fare colazione insieme. Saremo vicini a Mignanelli”

Marco Amabili

08 Novembre 2017

Andrea Arpili

Il preparatore atletico dell'Ascoli Picchio Andrea Arpili ha parlato al nostro microfono nella sala stampa della sede di Corso Vittorio Emanuele alla ripresa dei lavori della squadra bianconera dopo la sconfitta di Carpi ed in vista del prossimo match interno contro il Foggia.




Ecco le altre dichiarazioni in conferenza stampa del Prof. Arpili riportato dal sito ufficiale dell'Ascoli Picchio: "La motivazione che ci anima in questi giorni è quella di tirarci subito fuori da questa classifica e di rifarci dalle ultime due sconfitte. La squadra è monitorata quotidianamente, i dati che abbiamo sono positivi e la condizione del gruppo è soddisfacente. Il campionato di B regala sempre emozioni nel bene e nel male e l'equilibrio che regna fra le squadre lo rende più affascinante. L'obiettivo dell'Ascoli è la salvezza, ma per raggiungerlo dobbiamo crescere nel minor tempo possibile; sappiamo di avere una squadra giovane, che ha tanta voglia di fare, ma per crescere ha bisogno di compiere certi step. Mignanelli? Lo aiuteremo a non abbattersi. Quest'anno ha dovuto fronteggiare una serie di vicissitudini, prima si è rotto il naso, poi ha avuto il problema alla caviglia, ora la frattura. Il ragazzo è uno positivo e non demorde, sicuramente recupererà nel più breve tempo possibile. Sono al quarto anno all'Ascoli e ogni stagione cerchiamo di apportare modifiche in positivo al nostro credo; lo staff con gli anni si è allargato, ci sono Brigiaferri e Vagnini, da quest'anno abbiamo il grande vantaggio pratico e organizzativo di poter disporre del centro sportivo. La preparazione atletica la analizziamo a 360° con l'integrazione fra aspetto tecnico e psicologico. Insomma, la performance va analizzata nella sua totalità. Il nostro credo sarebbe vano senza l'ausilio e la dedizione dei calciatori; sono contento di tutti loro, abbiamo un gruppo di gente che "ha fame", basti guardare agli esordi che abbiamo avuto. Del gruppo voglio citare Carpani perché l'ho allenato per più anni e quindi ne ho potuto valutare la crescita; Gianluca  migliora nel quotidiano, è anche un traino per gli altri, ormai è uno dei vecchi, nel senso che, pur essendo giovanissimo, ha maturato una grande esperienza, è un ragazzo molto focalizzato, si dà molto perché ci tiene molto e quindi vive la gara con tanta enfasi".



© Riproduzione riservata

Commenti (5)

Paolo65 08 Novembre 2017 20:08

Senza rinforzi di categoria a Gennaio sarà un impresa titanica salvarsi.


MarcoS 09 Novembre 2017 07:26

Tafuro, di Renzo. ..tutta n'altra cosa


Walter rossi ps 09 Novembre 2017 10:26

Bravo il Prof. Arpili, ragazzo serio, preparato ed educato


manolo 09 Novembre 2017 12:17

Ma che roba è si gioca il sabato poi due giorni di riposo praticamente questi si allenano solo 3 giorni che il venerdì c'è la rifinitura r se si gioca fuori si parte in più ci si allena solo la mattina il pomeriggio i giocatori fanno i c.....i loro mah vabbe l importante è fare colazione insieme a ha ha ha ha mai vista una cosa del genere..


guido 10 Novembre 2017 13:34

Domenica Carpani, Addae, Pinto e Mogos a rapporto. Il ruolo decidetelo voi.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni