Tornano le Olive all'Ascolana Solidali di McDonald's a favore dell'infanzia

Redazione Picenotime

08 Novembre 2017

Dopo l’esperienza positiva del 2016, anche quest’anno tornano le Olive all’Ascolana Solidali di McDonald’s. Si ripete così l’iniziativa che nel 2016 permise a McDonald’s di raccogliere e donare 470.000 € al comune di Arquata del Tronto per la riqualificazione di aree sportive e ricreative danneggiate dal sisma.

Dall’8 novembre al 3 gennaio, infatti, per ogni porzione di Olive all’Ascolana venduta, McDonald’s devolverà 1€ a Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald, che opera in collaborazione con centri pediatrici italiani di eccellenza per sostenere i bambini e le loro famiglie. Presente in Italia con 4 Case Ronald – una a Firenze, due a Roma e una a Brescia - e 2 Family Room all’interno degli ospedali di Alessandria e Bologna, la Fondazione opera per aiutare le famiglie a stare vicino ai propri bambini malati, dando ai genitori l’opportunità di trascorrere più tempo con il proprio figlio, interagire con il personale medico e partecipare alle decisioni importanti relative alle cure.

Grazie al sostegno raccolto finora, le Case e le Family Room italiane sono riuscite a ospitare oltre 35.000 bambini e genitori per oltre 160.000 notti in totale, consentendo alle famiglie ospiti un risparmio di oltre 2 milioni di Euro in spese di alloggio.

Da uno studio condotto quest’anno dal centro di ricerca ARCO collegato all’Università degli Studi di Firenze con l’obiettivo di misurare l’indice SROI (Social Return on Investments) di Fondazione sui suoi beneficiari e sugli stakeholder è emerso che per l’anno fiscale 2016 la Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald Italia ha generato un ritorno sociale di 3,15€ per ogni euro investito.

Lo scorso anno l’obiettivo dell’iniziativa, inizialmente fissato nella vendita di 250.000 porzioni di Olive, non solo fu raggiunto, ma quasi doppiato; quest’anno McDonald’s si propone di ripetere il traguardo raggiunto nel 2016, invitando tutti i suoi clienti a dare il proprio piccolo ma importante contributo.

Anche nel 2017 il progetto vedrà il coinvolgimento di SIA, azienda con sede a Offida, in provincia di Ascoli Piceno, che produce le Olive all’Ascolana che McDonald’s vende in tutta Italia.

L’iniziativa si affianca alle numerose attività e ai progetti speciali che verranno promossi dal 12 al 26 novembre 2017 in occasione del McHappy Day, la raccolta fondi giunta ormai alla 16ma edizione che Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald promuove in tutta la rete di McDonald’s italiani.


SCHEDA PRODOTTO – Olive all’Ascolana

Le Olive all’Ascolana di SIA vengono prodotte presso il sito produttivo di Santa Maria Goretti a Offida (AP), preparate secondo tradizione tramite un’attenta selezione degli ingredienti. Si tratta di uno dei piatti tipici della provincia di Ascoli Piceno che trova le sue origini nel lontano ‘800 quando la ricetta fu elaborata dai cuochi di corte al servizio della nobiltà locale. Da allora la ricetta, diffusasi e apprezzata in tutta Italia e nel mondo, non ha mai subito sostanziali modifiche e vede come ingrediente principe olive verdi denocciolate ripiene di carne precedentemente cotta e insaporita con spezie a cui vengono aggiunti Grana padano e mortadella. Una volta pronte, le Olive all’Ascolana vengono impanate e fritte in olio bollente.



Fondazione per l'Infanzia Ronald McDonald Italia

La Fondazione per l'Infanzia Ronald McDonald Italia è un'associazione no profit, nata nel 1974 negli Stati Uniti e nel 1999 in Italia, con l'obiettivo di creare, trovare e sostenere progetti che contribuiscono a migliorare in modo diretto la salute e il benessere dei bambini e delle loro famiglie.

Un bambino gravemente malato deve spesso curarsi lontano dalla sua città. Fondazione Ronald si propone di costruire, acquistare o gestire Case Ronald ubicate nelle adiacenze di strutture ospedaliere e Family Room, situate direttamente all’interno dei reparti pediatrici, per offrire ospitalità e assistenza ai bambini malati e alle loro famiglie durante il periodo di cura o terapia ospedaliera. Fondazione Ronald tiene la famiglia vicina quando la cura è lontana, perché stare insieme migliora il loro benessere. Attraverso i suoi programmi - Casa Ronald e Family Room - non solo consente l’accesso a cure d’eccellenza, ma supporta le famiglie, permette loro di essere attivamente coinvolte nella cura dei propri figli e favorisce l’implementazione del modello di cura Family Centered Care.

Oggi in Italia le Case sono 4: due a Roma, una a Brescia e una a Firenze, cui si aggiungono una Family Room all’interno dell’Ospedale S. Orsola di Bologna e una all’interno dell’Ospedale Infantile Cesare Arrigo di Alessandria. Dal 1999 ad oggi, nel corso della sua attività in Italia, Fondazione ha supportato più di 35.000 bambini e famiglie, offrendo oltre 160.000 pernottamenti.

Per maggiori informazioni sulla Fondazione, sulle sue attività e su come sostenerla: fondazioneronald.it



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni