Valencia, Fenati chiude con un quarto posto la sua lunga avventura in Moto3

Redazione Picenotime

12 Novembre 2017

Romano Fenati protagonista anche nell'ultimo Gran Premio del Campionato Mondiale Moto3 2017 sul circuito di Valencia.

Il 21enne pilota ascolano dello Snipers Team, che dal prossimo anno approderà in Moto2, ha terminato al quarto posto una gara sempre nelle prime posizioni alle spalle del vincitore Jorge Martin, del campione del mondo Joan Mir e del terzo spagnolo Marcos Ramirez.

Fenny chiude così la sua sesta ed ultima stagione in Moto3 con un bottino di 248 punti ed un ottimo secondo posto nella classifica iridata, con tre vittorie (ad Austin, Misano e Motegi) e ben 8 podi complessivi. 

Ecco il comunicato ufficiale post gara dello Snipers Team: "Prova di carattere da parte di Romano Fenati, capace di essere uno dei protagonisti della gara in un week end un po’ faticoso. "L’ascolano di Ascoli" affonda la lama nella seconda parte della gara giocandosi il podio fino all’ultima curva. Secondo nel mondiale, quarto in gara: bel modo di chiudere con la classe Moto3, in attesa di salire sulla nuova fiammante Kalex e riperpetrare il duello con Mir nella terra di mezzo. Fatica Jules Danilo dopo un contatto nei primi giri e chiude diciannovesimo. Anche il francese saluta la classe Moto3 per salire su una 600 l’anno prossimo.

Romano Fenati: “Sono contento, la mia ultima gara in Moto3 me la ero immaginata proprio così: piena di sorpassi fino alla fine con tanto di burn out conclusivo. Saluto da vicecampione questo Campionato, non mi sembra male e non vedo l’ora di salire sulla Moto2 che penso sia fisicamente più congeniale per me. Vediamo, vi dirò qualcosa dopo i due giorni di test di fine settimana ma sono fiducioso”.

Jules Danilo: "Avrei voluto ottenere un risultato migliore nella mia ultima gara in Moto3 ma dopo un contatto con Pagliani nelle fasi iniziali della gara ho perso 10 posizioni e, di conseguenza, il contatto con il gruppo davanti. Vorrei ringraziare la mia squadra per quest'ultimo anno insieme".



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni