Ascoli, Cacia al Resto del Carlino: “Bellini? Certe persone gli raccontano realtà ben diversa. Volevo restare ma... ”

Redazione Picenotime

15 Novembre 2017

Daniele Cacia

L'ex attaccante dell'Ascoli Picchio Daniele Cacia, attualmente al Cesena, è tornato sulla sua avventura in maglia bianconera nel corso di un'intervista esclusiva realizzata dal giornalista Gigi Mancini per l'edizione odierna de ''Il Resto del Carlino''.

“Avrei voluto chiudere la carriera ad Ascoli e battere il record con quella maglia ma non mi è stato concesso - ha dichiarato Cacia -. Innanzitutto ringrazio il direttore sportivo Marroccu per avermi dato la possibilità di approdare all’Ascoli e conoscere da un lato una piazza devastante come quella bianconera e dall’altro un dirigente, lui, con gli "attributi quadrati", non un aziendalista e raccomandato come ce ne sono tanti in giro. Poi, passando al “periodo caldo” che ha preceduto la mia cessione, posso dire che a Bari, dove iniziarono i problemi, chiesi solo chiarezza, per l’ennesima volta. Tutto qui. La successiva mancata convocazione per il ritiro fu solo la prima parte di un disegno che ancora oggi non ho capito da chi fosse orchestrato, anche perché cambiavano normalmente gli interlocutori”.

Almeno la ragione della cessione l’ha mai capita?

“No, perché cambiavano in continuazione anche quelle. Una volta sentivo parlare di motivi economici, poi tecnici, addirittura comportamentali e quando chiedevo chiarezza l’unico ritornello era lo scaricabarile delle responsabilità verso il presidente. Oggi, a freddo e da esterno, vedendo tutto quello che sta succedendo, presumo che il nostro allontanamento fosse legato alla necessità di ridurre il confronto interno con professionisti esperti, di carisma e personalità”.

Dopo la sua cessione Bellini disse, riferito alla buonuscita, che lei “voleva sempre più soldi”. A distanza di tempo come commenta queste affermazioni?

“Sorrido. E mi unisco a tutte le persone che in questo momento invitano il presidente ad essere più presente ad Ascoli per vedere le cose con i propri occhi. La realtà è ben diversa da quella che gli raccontano certe persone”.

Più volte, dopo il suo addio, lei ha usato l’espressione “certe cose le ho viste solo ad Ascoli”. Che cosa intendeva?

“Sono sul viale del tramonto e vedo il  mio futuro come ds. Avendo avuto in passato buoni maestri, credo di aver capito come muovermi in questo mondo. Vi assicuro che negli ultimi mesi ad Ascoli ho imparato ciò che non dovrò mai fare. Avete visto la situazione Perez come è stata gestita? Lasciamo stare”.

Per la prima volta in tre anni l’Ascoli è ultimo in classifica da solo: se lo aspettava?

“Ho grande rispetto per i miei ex compagni e tifosi. Sono molto dispiaciuto per loro, ma c’è chi ha seminato vento e ora...”.

I tifosi hanno messo nel mirino il dirigente Cardinaletti: anche secondo lei è l’unico responsabile o ce ne sono altri?

“Personalmente ho ricevuto poca chiarezza da più di un dirigente”.

Per tirarsi fuori da un momento come questo cosa serve più di tutto?

“Non posso parlare del presente, ma vi posso dire quella che è stata la ricetta delle due salvezze che ho vissuto lì: zoccolo duro nello spogliatoio formato da uomini veri e coesione squadra-tifosi”.

Anche per lei non è una stagione facile...

“Come già detto, io non volevo andare via. Ho voltato pagina e sono arrivato in un club ugualmente importante, con un bello stadio, una tifoseria calda e una società che stimo molto. Alla prima da titolare ho messo a segno una doppietta, poi mi sono infortunato anche a causa della preparazione sbagliata che sono stato costretto a fare ad Ascoli”.

Il suo saluto ai tifosi?

“Gli dico di non mollare e di continuare a sostenere chi va in campo. Da ultimo vorrei ringraziare anche voi del Carlino per essere stati gli unici, la scorsa estate, ad aver scritto sempre la verità su me, Giorgi, Perez e Bianchi”.


© Riproduzione riservata

Commenti (81)

carlo 15 Novembre 2017 15:13

Musica per le mie orecchie pronta una nuova bolletta ahah. Buona ex lega Pro


paolo 15 Novembre 2017 15:28

Grazie Daniele, grande indimenticabile bomber. La tua onesta' intellettuale ti fa onore. Purtroppo, in certi ambienti e con certi dirigenti sprovveduti di calcio, dire la verita', senza ipocrisia, puo' costare caro. Ci hai salvato da retrocessioni sicure e poi sei stato fatto fuori perche' hai denunciato tutti gli errori di questa societa' guidata da incompetenti. Grazie, guarisci presto e auguri per un veloce rientro in campo a suon di gol.


sandro 15 Novembre 2017 15:32

Parole sacrosante, faccio un solo appunto al grande bomber, queste cose dovevi dirle prima per il bene di tutti!


Giulivo_ 15 Novembre 2017 15:33

Finalmente è uscito fuori. Anche se era il segreto di Pulcinella. Via i leader dallo spogliatoio per poter fare il bello ed il cattivo tempo. Ora colpo di spugna. Via i cambiamenti dal tempio ed Ascoli agli ASCOLANI.


Mandrillo 15 Novembre 2017 15:37

Complimenti al proprietario della società per aver ceduto Cacia e essersi tenuto i dirigenti.
Speriamo arrivi un cinese come hanno detto nell'altro articolo


Alessandro 15 Novembre 2017 15:40

La rovina dell'ascoli sono i dirigenti e le persone che stanno vicine a bellini
lo hanno capito anche in Corea del Nord
Questi si sono blindati pur di difendere i privilegi
La società è un bunker e la squadra peggio
Così finiamo male molto male società da una parte tifosi dall'altra
Il calcio non si può fare ad Ascoli senza l'amore della gente, lo disse un socio se non ricordo male faraotti che fine ha fatto?
A tutti quelli che dicono se bellini si stufa vogliamo vedere, oppure
Compratela voi se non vi va bene.
Rispondo dicendo, ha fatto tutto da solo, gettato milioni di euro dalla finestra, dopo 4 anni del famoso progetto Bellini non c'è ombra.
Il picchio village è suo non della società
La società rilevata in tribunale è andata in B dopo un anno e arrivano tanti soldi da lega sky sponsor incassi
Abbiamo venduto orsolini a 10 milioni di euro bonus compresi
Risorse che altre società su sognano
MA SIAMO DESOLATAMENTE ULTIMI E A DETTA DELLO STESSI BELLINI CI SINO DEBITI IN BILANCIO
PER CUI SERVE VENDERE FAVILLI A GENNAIO
Ci dite come siamo arrivati a questo punto?
Poi bisogna sentire che i tifosi sono il problema, che mettono zizzania e sono pilotati.
Una cosa che non si può sentire


Solestante 15 Novembre 2017 15:58


Se ci vogliamo salvare via subito giaretta e Maresca Riprendere cacia a gennaio tanti lo paghiamo noi favilli si sentirebbe più sicuri lo ha detto lui Si ricrea uno spogliatoio forte, rimando a casa santini castellano pinto de Sanctis Rimettere perez in rosa dare la società in mano a marroccu non c'è altra soluzione perché marroccu è l'unico che ha salvato una squadra senza allenatore e lasciato un anno di contratto a Bellini senza volere niente I nodi sono venuti al pettine il tempo è scaduto


Fermano bianconero 15 Novembre 2017 15:59

Daniele torna con noi ti supplico guarda che mi stai facendo emozionare mai un giocatore che era andato via aveva tanti pensieri per noi io ci credo Daniele torna ad Ascoli mio figlio ti sta ancora aspettando con la maglia per l'autografo tifosi asclani dobbiamo fare qualcosa stanno distruggendo il nostro Ascoli non ci dormo torna con noi bomber ti vogliamo bene. Via tutti!


Zac28 15 Novembre 2017 16:18

Bellini dove sei?esci fuori e inizia a fare piazza pulita prima che sia troppo tardi o era questo quello che volevi,siamo ultimi in classifica.
Forza Picchio.


Luigi 1960 15 Novembre 2017 16:19

Questa intervista ha confermato quello che tutti ormai avevamo capito, ma è stato importante che Daniele alla fine abbia mese nero su bianco. Prima non poteva farlo, ma ora era il tempo giusto e l'ha fatto. Grazie Daniele. Personalmente sono un po' commosso, perché con Cacia si sarebbe potuta riattualizzare una storia gloriosa che aveva reso grande l'Ascoli, si sarebbero potuti ricevere i tempi del grande Renato Campanini. Purtroppo il sogno è stato spezzato da dirigenti arroganti e incompetenti, che stanno spegnendo l'entusiasmo di tutti e stanno mandando in rovina una società e una squadra, calpestando la sua gloriosa storia. Credetemi, mi viene da piangere.... Presidente, se lei ha un cuore, se lei crede ancora in quel sogno, non può rimanere inerme e indifferente, PLEASE, STAND UP AND FIGHT!


WALL_E 15 Novembre 2017 16:25

Grande Daniele

ora la società emetterà un comunicato che smentirà quanto detto da Daniele.......ma non ci crederà più nessuno a quello che diranno


IL POMPER 15 Novembre 2017 16:29

Cacia hai detto quello che abbiamo pensato in molti.
Poi aggiungo, per essere ultimi in classifica basta anche un presidente senza aereo.


Platano 15 Novembre 2017 16:29

Dici e non dici,se sei senza peli sulla lingua(come dici da sempre)..fai i nomi oppure taci,in questo momento non abbiamo bisogno di illazioni! !!!!


Giorgio 15 Novembre 2017 16:47

La vicenda Cacia è emblematica, avevano uno da 30 gol in due stagioni e lo hanno messo all'angolo volutamente da Giugno, non si volevano sentir dire che non capivano niente, ad oggi dobbiamo dire che Cacia aveva ragione al 100% ed il suo stipendio è valso all'Ascoli Picchio 2 stagioni in B.
Purtroppo la nostra squadra è stata costruita male, come se per ristrutturare una casa, gli ingegneri tagliano le colonne portanti che la tenevano in piedi, senza puntellarla e la poggiano su dei travetti.
Crolla tutto, ecco perchè siamo ultimi.
Giaretta ci ha fatto credere di aver preso dei geni, De Fe, Varela, Santini, Castellano, Mogos, De Santis.. ma per favore.
Poi sinceramente ormai la toria che Bellini non sa niente, che sta in Canada e gli raccontano balle fa ridere, gli racconteranno pure balle, ma non viviamo più nell'epoca dei gettoni, oggi in due secondi sai cosa succede dall'altra parte del mondo, ed uno scenziato di fama mondiale non è sprovveduto, quindi è lui il responsaile al di la che gli incompetenti in società debbano andare via subito.
Io guardo i risultati siamo ultimi in classifica ogni altro ragionamento è superfluo.


Massimo 15 Novembre 2017 16:50

Ora tanti tifosi stanno aprendo gli occhi e iniziano a capire anche se forse è troppo tardi, serviva essere ultimi in classifica e senza una società competente per arrivarci? Cacia non dice niente di nuovo, lo hanno messo sulla graticola e umiliato dopo 29 gol in due campionati, costava come i nostri grandi dirigenti, con la differenza che lui ci ha salvato gli altri ci stanno sprofondando e noi a bocca aperta a credere all'asilo che vola. Ora teniamoci maresca cardinaletti giaretta e tutti i "soldatini" al picchio village, il prossimo anno in serie C li utilizziamo per fare amichevoli col ciabbino (senza offesa per il ciabbino) Abbiamo creduto alle favole che ci raccontavano a sacchi che ci diceva come ad Ascoli ci fossero i migliori dirigenti del mondo. Chissà perché? Svegliamoci prima che sia troppo tardi Ben ci sta. Cacia tutta la vita


Luigi 1960 15 Novembre 2017 16:58

Grazie Daniele per tutto quello che hai fatto per l'Ascoli e per questa intervista, che conferma tutto quello che ormai avevamo capito. Spero solo che il Presidente ora cominci ad aprire gli occhi e trovi ancora il coraggio e la forza per credere nel sogno di un Ascoli competitivo. Per questo, però, dovrebbe anticipare il suo rientro ad Ascoli e cominciare a prendere seri provvedimenti.


Luigi1960 15 Novembre 2017 17:04

Platano, i nomi li hanno capiti anche i bambini, solo le piante ancora non l'hanno capito...


Ascolimania 15 Novembre 2017 17:11

PER PLATANO....
Ma scusa perché forse siamo stupidi tutti noi e allora abbiamo bisogno di te, ma mi spieghi quali illazioni?????
No perché sono proprio curioso a cosa ti riferisci... penso che sarai l unico a non capire a chi si riferisce.
Quindi a questo punto fatti una domanda tu e prima di scrivere trova un senso ai tuoi pensieri!!!


IO 15 Novembre 2017 17:28

tutto giustissimo! se avessimo avuto Cacia (4 mesi di infortunio, ma vedo che interessa a pochi), invece di Favilli, ora avevamo 5 punti in più! ...ma per piacere....


IO 15 Novembre 2017 17:33

ma perchè pomper non ci racconta di Salerno, che siamo curiosi.


asnkvola vedova di Cacia 15 Novembre 2017 18:18

Quando io dicevo che Cacia andava tenuto,parte della tifoseria mi criticava,quando dicevo che Aglietti era una garanzia di richiesta di ottimi giocatori alla società,parte della tifoseria mi criticava,quando io dicevo che l'operazione Orsolini non andava fatta a Gennaio e Cardinaletti e Giaretta dovevano andarsene o essere mandati via,tutta la tifoseria mi criticava,mo teneteveli si fenomeni di dirigenti.


Ramon 15 Novembre 2017 18:19

Le parole di Caccia sono ,il riassunto di quello che ho sempre condiviso il presidente Bellini deve vivere qui ad Ascoli e seguire la squadra ,solo così potremo raccogliere ,bei risultati ,come dice il proverbio "l'occhio del padrone ingrassa il cavallo"


roberto 15 Novembre 2017 18:53

Mi era sembrato chiaro dall'inizio che Cacia era un personaggio molto scomodo perché capisce di calcio e dice la verità. Certi dirigenti rischiavano di essere smascherati anzitempo per la loro incompetenza. A Bellini inoltre non andava giù l'elevato stipendio di Cacia che comunque si è ampiamente guadagnato a suon di goal e facendoci raggiungere la salvezza. Nella sola stagione 2015/2016 il contributo della federazione è stato superiore ai 4 milioni di euro. Anche Giorgi era scomodo perché era come noi tifosi troppo appassionato dell'Ascoli, di contro abbiamo al timone della società gente che ha solo la passione dei soldi e che nulla sanno dell'Ascoli calcio e della sua storia. L'amara riflessione e' che tutti quelli che amano l'Ascoli finiscono per essere emarginati da questa Società , siano essi soci, giocatori, e direi anche i tifosi.


roberto 15 Novembre 2017 18:58

Al mio precedente intervento in cui ho riportato che il contributo della lega nella stagione 2015/16 è stato di poco superiore ai 4 milioni di euro vorrei aggiungere che questo territorio, pur in profonda crisi, ha dato a questa società complessivamente oltre 3 milioni di euro per incassi (biglietti e abbonamenti) per la pubblicità e per le sponsorizzazioni. Fonte : bilancio al 30/6/2016 depositato presso la CCIAA di Ascoli Piceno.


Andrea 15 Novembre 2017 19:12

Io vieni in curva a darci delucidazioni precise aspettiamo ansiosi e porta anche il direttore più bravo d'Italia vedrai che ovazione


LORENZO CAPRO' 15 Novembre 2017 19:25

TI HO CRITICATO MA HO SBAGLIATO, OGGI PENSO CHE HAI RAGIONE SU TUTTO. SEI STATO UN GRANDE CALCIATORE!!!


PRENESTINO BIANCONERO 15 Novembre 2017 19:33

Giorgio, vedo che siamo in almeno in due a sostenere che la responsabilità non può che essere di Bellini. La colpa dei Dirigenti è che non hanno il coraggio di arginare le interferenze del Presidente che - pur non capendo nulla di calcio - pretende di entrare in questioni tecniche.


MAX 15 Novembre 2017 19:59

LODE A TE DANIELE CACIA


Ale0897 15 Novembre 2017 20:04

Grande Cacia finalmente hai detto la verità lo devi a tutti i tifosi che ti hanno sempre sostenuto.
Quindi Cardinaletti VIA
Non fare come Ventura e Tavecchio
Chi sbaglia paga


Ascolimania 15 Novembre 2017 20:06

IO...
cambia sport ciao


Paolo65 15 Novembre 2017 20:12

Cacia mai banale come sempre, ma quello che molti non immagginavano era l incompetenza dei dirigenti, più grave ancora la latitanza di Faraotti, Tosti e Ciccoianni, con l aggiunta di un incompetente di presidente .


enrico 15 Novembre 2017 21:04

Mamma mia Daniele Cacia, numero uno indiscusso, ci hanno tolto anche il gusto di ammirare le sue prodezze, 29 gol in due stagioni non sono bastate, meglio tenersi De Feo, Florio, Pinto e De Santis, meglio così..... Non ho più parole, inizio ad essere stanco di questa situazione assurda!


Jacki bianconero 15 Novembre 2017 21:30

Continuate a giustificare giarretta
Ho sempre scritto e pensato che l artefice dei danni in società era lui finalmente ho la conferma che non mi sbagliavo grazie Daniele


Luca 15 Novembre 2017 21:39

In questi giorni mi è sembrato di leggere da qualche parte TUTTI CONFERMATI IL PROJETTO VA AVANTI!!!!!!!!!
Se lo scrivono loro c'è da crederci, la fonte è ufficiale quindi mettetevi l'anima in pace, questi signori anche se l'Ascoli sprofonda in serie C, hanno un solo pensiero matenere la poltrona e prendere stipendi a 5 zeri mensili.
Facciamo la serie B, abbiamo venduto Orsolini, a Gennaio tocca a Favilli.
Abbiamo i migliori dirigenti del pianeta terra, i migliori giovani di prospettiva, De Santis, Florio, Castellano, Pinto, De Feo, Santini, Varela, Rosseti, andate a rivedere le dichiarazioni del ds Giaretta, poi prendete un sonnifero per dormire fino ad Agosto 2018, quando uscirann i calendari di serie C.
Lo abbiamo voluto noi, la colpa è solo nostra, Cacia oltre ad aver fatto 29 gol e conquistato 2 salvezze miracolose con l'Ascoli ci ha fatto aprire gli occhi, stiamo messi molto male.
Game Over


Volpe Grigia 15 Novembre 2017 21:41

Cacia Uomo Vero...ha parlato da Leader...quello che oggi ci vorrebbe in squadra. Un sogno: Bellini capisce e sistema tutto...o vende ad un imprenditore che ami l'Ascoli Calcio e non L'Ascoli Picchio, cioè il business che regna ora nel Club.


MAX 15 Novembre 2017 21:42

MI SONO ANDATO A RIVEDERE TUTTI I GOALS REALIZZATI DA CACIA CON L'ASCOLI......CHE SPETTACOLO!


zazzà 15 Novembre 2017 21:43

Io penso che Cacia ce l'abbia in primis con Cardinaletti, era lui che teneva le fila in quei mesi e le tiene anche ora. Il ds Giaretta ha solo una grave colpa a mio avviso pur se competente e molto capace davanti alle telecamere, quello di non alzare mai il dito verso i superiori e dire ogni tanto:"Con tutto il rispetto, ma nel calcio questa è una grande stxxxxxxa"...... Stop


Nazzareno 15 Novembre 2017 21:52

Alcune cose sono condivisibili anche perché fanno il paio con una squadra scarsa che sarebbe rimasta tale con il migliore Daniele Cacia che non e' quello dell'anno scorso figuriamoci ora che non è pervenuto. Dimentica il post Salerno e soprattutto la partita di Latina.
Per me se lu compra chi non lu conosce anche perché i dirigenti erano aziendalisti anche quando gli hanno rinnovato il contratto. :)


asnkvola 15 Novembre 2017 21:52

Abbiate la decenza di tacere,avete elogiato Giaretta e Cardinaletti per l'affare ( per la juve) di Orsolini,avete criticato Cacia e Aglietti,almeno ora abbiate coerenza e coscienza,TACERE......


Ugo69 15 Novembre 2017 21:53

Scusa se te lo ricordo ma tu Paolo65 eri uno di quelli.
Meglio tardi che mai.
Poi siccome questi dirigenti non sene vanno, cominciate a fare mente locale sul prossimo campionato di serieC.
Un applauso al signoree Cacia, che è stato pure troppo signir


Giuseppe 15 Novembre 2017 22:06


Grazie Daniele Cacia ho avuto il piacere di conoscerti all'ecoservice di castel di lama, bei tempi grande bomber, con i miei figli venivo spesso, loro non aspettavano altro che venire a vedere gli allenamenti, quello che hai fatto con la nostra maglia rimane sugli almanacchi di calcio e nella nostra mente. incancellabile. Se penso che degli incapaci ci hanno privato dei tuoi gol, della tua esperienza in campo e nello spogliatoio, mi viene da piangere e non mi vergogno di dirlo, potevi fare il record con noi sarebbe stata una gran festa, invece nulla. Le tue reti ci servivano ancora, ma non hann voluto, capisci troppo di calcio, avrebbero fatto ogni giorno una figura di mxxxa quindi ti hanno pagato per andare via. Conservo la tua maglia gelosamente, grazie di cuore a ma e i piccoli marco e francesco. Giuseppe


Ascolimania 15 Novembre 2017 22:15

Ciao Enrico e un Po che non ti sentivo... senti hai scritto un messaggio giustissimo!! Sta diventando assurda questa situazione e poi veramente ha ragione cacia che certe cose succedono solo ad Ascoli negli ultimi anni combinazione da quando ha in mano tutto bellini... Enrico aspetto ancora il caffè!!!! Ciao


Fullibro 15 Novembre 2017 22:19

Cacia, ultimo grande giocatore dell'Ascoli. Hai segnato goal fantastici e anche se molte volte camminavi in campo ora a ripensare alle tue prodezze mi viene tanta nostalgia. Grazie e in bocca al lupo.


Fabio 15 Novembre 2017 22:25

Sarà una mia impressione, ma credo che gli Ascolani si stanno spazientando, per il semplice motivo che non possono vedere una società presieduta da un facoltoso miliardario gestita per 4 anni consecutivi in maniera scandalosa, la squdra ultima in classifica, cambio di dirigenti ogni 3 mesi, giocatori importanti messi alla porta e pagati per andare a giocare altrove, in panchina due pseudo allenatori che non sanno nemmeno dove stanno.
A tutto c'è un limite.
Grazie Bomber per avere ancora il Picchio nei tuoi penseri.


Paolo65 15 Novembre 2017 22:33

Ugo69, se vai a rivedere tutti i post ho sempre sostenuto che Cacia non era mai stato banale, alla chiusura di mercato i miei post erano DIFESA DIFESA, il problema è il non aver sostituito i vari Almici, Felicioli, Orsolini, Cassata e Gatto che non piaceva a nessuno.


Paolo65 15 Novembre 2017 22:44

Ugo69, Faraotti Tosti e Ciccoianni che hai sempre sostenuto perchè Ascolani, ti sembra normale il loro silenzio? Sono più incxxxxto con loro che con Bellini , che di calcio come sua stessa ammissione ne mastica poco.


Gstar 16 Novembre 2017 00:08

In Ascoli c'è un detto che dice "nu pare de recchie sorde, stracca nu sacc de campane"...anche se, come nota qualcuno, il pomper non fa nomi...è evidente, come dice qualcun altro, che i nomi dei dirigenti sono ben chiari a tutti, anche perchè sono due....quindi......
io mi soffermerei su un altro punto e cioè che non si può credere che tutto questo sia avvenuto senza il beneplacito di Bellini; e che, soprattutto, ci sia qualcuno che lo "incanzona" approfittando del fatto che abiti dall'altra parte del mondo e che non sia propriamente competente di calcio...
nel bene e nel male, in questi quattro anni ne abbiamo viste e sentite di tutti i colori e di tutti i sapori...
Nemo propheta in patria...nessuno è profeta a casa sua...ciononostante voglio scrivere che, secondo il mio modesto parere, un po' tipo lo sparo di Sant'Emidio la "botta" finale deve ancora arrivare...altro che projetto...amen...WLF!


Ugo69 16 Novembre 2017 00:10

Paolo65 forse sbagli persona, mai sostenuto chi non ha mai battuto un colpo. Della serie se ci sei batti un colpo. Ma ci sono??


Mandrillo 16 Novembre 2017 00:18

Paolo65 di tutti quelli che hai nominato chi ne mastica di calcio???
La risposta sta nei fatti


simosbn74 16 Novembre 2017 05:14

Cardinaletti e co via immediatamente, tabula rasa, e già che ci state portatevi dietro pure di mascio e arpili. I soci ascolani o sono presenti o vendano le quote, che so sti giochetti? Bellini basta con la scusa che è malconsgliato, ormai pure i muri l’hanno capito come stanno le cose. Errare è umano il resto lo sapete.


forza picchio 16 Novembre 2017 07:17

asnk quando dicevi che bellomo era un fenomeno è finito a fare la riserva in serie c ad alessandria...quando dicevi che con cacia giorgi canini e compagnia cantante eravamo piu' forti del cagliari serie a diretta come minimo i play off...oppure quando dicevi che rosetti era piu' forte di favilli.... giusto per correttezza ....se cacia teneva al'ascoli piu' che ai soldi queste dichiarazioni in questo momento poteva risparmiarsele,confermo quanto scritto ad agosto per me un unghia di favilli vale piu' di cacia ,tra un paio d'anni ne riparliamo,favilli non fara' mai i goal di cacia in serie b per il semplice motivo che in questa categoria ci giochera' poco....buona giornata


Alessandro 16 Novembre 2017 07:36

La vicenda di Daniele Cacia è difficile da digerire, visto come è stata gestita, i costi che la società ha dovuto sostenere addirittura per privarsene, per il modo in cui è stato trattato insieme agli altri, ma il vero scandalo che è passato quasi nell'indifferenza, è la storia di Gilberto Vallesi, il preparatore dei portieri e vera colonna portante dello staff, per serietà, competenza ed equilibri nello spogliatoio.
Andate a chiedere a lui direttamente, quando torna ad Ascoli per le festività come stanno veramente le cose e quanto guadagnava poi ne riparliamo.
Giocatori, preparatori, soci, tifosi e tutti quelli che non si sono allineati, ad un progetto fallimentare quando inesistente, sono stati mandati via o etichettati come spargi zizzania.
Siamo ultimi con la squadra demoralizzato e una società che non esiste,
Meditate gente meditate.


Nostalgico 16 Novembre 2017 10:01

Con molto rammarico, che dire ???? VE L'AVEVO DETTO. Tenetevi si Dirigenti / pseudogiocatori ..... CACIA=Giocatore con la G maiuscola, i fatti parlano per lui ....... Una buonissima fetta delle ultime due salvezze è soprattutto merito suo ..... quest'anno ci affidiamo a Rosseti e ad altre compresenze/comparse (METEORE). POZZA I BE'


marco 16 Novembre 2017 10:13

Paolo65 ma non hai sentito (in una trasmissione televisiva lo stavano dicendo) che i soci non possono parlare con i giocatori ..i tifosi non devono parlare coi giocatori ..questa società è sempre più ridicola.. . Bellini vattene


Marco R. 16 Novembre 2017 10:45

A me di tutta questa storia non piace niente ,sia come stanno gestendo la società i dirigenti ,sia il comportamento di Cacia perchè non credo che questa uscita serva all'Ascoli , la questione stadio, amministrazione comunale non esente da colpe, ed in ultimo ma non meno importante chi e come viene gestito il settore .giovanile. SOLA SOLETTA E GIRO


Andrea2 16 Novembre 2017 11:15

Ma avete riesumato Cacia per criticare la società in questo momento caldo?? Ma basta con Cacia, m'avete fatto scendere il latte ai c.... Trattasi di ex giocatore la cui cessione pare non stia dando poi grandi torti visto che è di nuovo alle prese con mille acciacchi fisici.. Contro di noi con tutta la grinta che ci ha messo, ha toccato 3 palloni!
Per i grandi estimatori di Cacia, faccio presente che ha gli stessi gol di Rosseti e più o meno le stesse presenze quest'anno..
Cacia è stato un grande giocatore ma la sua carriera è finita (si sta trascinando solo per battere il record in B), adesso utilizzi la sua grande saggezza per fare il DS visto che si sente tanto capace e la smettesse di parlare dell'Ascoli.


ascoli è dura 16 Novembre 2017 11:42

In prova al picchio village per la fascia sinistra Masahudu Alhassan .
Appena 14 gettoni di presenza in 2 stagioni, di cui tre in quella passata. A settembre per una decina di giorni si è allenato col Carpi, ma la società emiliana ha deciso di non tesserarlo nonostante l’infortunio del terzino Bittante.
Premetto che non lo conosco ma a naso un altro da rimettere in sesto non ci serve Giaretta.......


ASCOLI NEL CUORE 16 Novembre 2017 12:35

Il mio pensiero sulla faccenda Cacia l'ho già espresso in passato e non ci ritorno perché altrimenti ricomincerei il rosario di "elogi" contro questa società di dilettanti, solo vorrei sapere una cosa: in questo momento in cui la squadra è ultima e i tifosi giustamente contestano il presidente dov'è? In qualsiasi società anche la più scadente la VOCE del massimo dirigente si dovrebbe perlomeno far sentire per rincuorare squadra e tifosi invece nella nostra silenzio tombale come se tutto andasse bene. E' VERAMENTE VERGOGNOSO ANCHE QUESTO. Non finirò mai di ringraziare il bomber per averci salvato 2 VOLTE. TI AUGURO TANTA FORTUNA, DANIELE


Paolo65 16 Novembre 2017 12:41

Ho seguito la trasmissione, i soci sono silenti da molto tempo , si dimettano fanno più bella figura.


fabrizio becattini 16 Novembre 2017 12:42

ma che vuole cacia dall ascoli picchio ?
è stato trattato come un re
anche quando passeggiava a grottammare la gente diceva che correva in campo
e ora in una situazione cosi delicata viene a rompere le scatole
ma stia a cesena e si faccia il suo benedetto dove gli pare


Paolo65 16 Novembre 2017 12:44

E comunque una cosa va ridetta , sottolineata e ripetuta.
Sempre secondo me senza Bellini l Ascoli sarebbe fallita e fallirebbe senza i suoi soldi.


Mandrillo 16 Novembre 2017 12:46

Andrea 2, Cacia risponde a domande di un'intervista ed essendo un uomo libero fa come se pare.
Tu piuttosto pensa alla situazione disastrosa creata da chi ha fatto si che andasse via, pagato per dar parte di un'altra squadra. Dei geni e si vede. Tanto valeva tenerselo, ma poi diceva la sua e non andava bene, vero andrea??? Divertiti


Luigi 1960 16 Novembre 2017 12:53

Alhassan era quello che Giaretta nell'ultimo giorno di mercato stava per comprare dal Perugia, la cui richiesta economica fu valutata eccessiva e quindi si ripiegò in extremis su con la formula del prestito. PoibAlhassan rimase senza acquirenti e il Perugia lo svincolò, giocatore scarsobreduce da vari infortuni. Il giudizio su Cacia di Andrea2 si commenta da sé, non lo prendo neanche in considerazione. Dico solo questo: avrei voluto vedere Favilli e Rosseti se avessero fatto la stessa "preparazione" estiva di Cacia come stavano adesso...


giuseppe capasso 16 Novembre 2017 13:04

Le parlo da tifoso barese. L'anno scorso al Del
Duca incontrai un ex Ds dell'Ascoli al quale chiese: ha fatto bene Cacia a non prendere in esame la possibilità di accasarsi col Bari? Risposta: "Ha sbagliato". Le chiedo, se c'erano i presupposti: perché non si adoperò in tal senso.


Luciano 16 Novembre 2017 13:40

Questa estate tutti gli addetti ai lavori nel mondo del calcio, hanno giudicato inspiegabile la linea della società nel mettere fuori rosa un giocatore come Cacia e pagarlo per andare a Cesena, anche Pedullà reputato da tutti il più grande conoscitore della serie B, disse che la gestione dei calciatori da parte dell'Ascoli era stato un suicidio sportivo, a fine mercato ha giudicato il mercato dell'Ascoli insufficiente e la nostra squadra tra le candidate alla retrocessione diretta.
Hanno allestito una rosa spacciata per giovane e ambiziosa, in realtà ha imbottito l'organico di mediocri giocatori di lega pro, addirttura si è parlato di un progetto innovativo, è stata affidata la panchina a persone inadatte ad allenare in serie B, senza esperienza alcuna.
Dopo 14 partite siamo ultimi in solitaria e se non fosse stato per il miracolo di padella sulla linea al 92' con il Venezia e i gol mangiati da Montalto a porta vuota a Terni, oggi avevamo 11punti, ora magari andiamo a vincere a Parma, ma non cambia nulla è tutto l'aspetto calcistico organizzativo che fa acqua da tutte le parti ed ha fallito.
Purtroppo per noi se il presidente non cambia dirigenza e allenatore immediatamente, questo campionato sarà una lunga e lenta agonia, come lo fu per il Como 2 anni fa.
I numeri non possono essere interpretati, la dirigenza ha messo al primo posto l'epurazione di chi non è d'accordo, invece di allestire una squadra capace di lottare e salvarsi.


Ascoli 1898 16 Novembre 2017 13:41

L' Ascoli è come la nazionale Italiana, comanda la politica ed il palazzo.
Tavecchio = Cardinaletti
Ventura = Maresca
Tutto va a rotoli ma nessuno si dimette, per loro contano solo i soldi da prendere a fine mese, se l'Ascoli sprofonda è l'ultimo dei loro pensieri.


ascoli è dura 16 Novembre 2017 14:17

x Andrea2 lascia perdere non mischiare la lana con la seta.....
Rosseti 12 presenze 2 goal pagato 1 mln dal competente Giaretta......
Cacia 4 presenze 2 goal in 220 minuti (lo avevamo già con noi...) a Cesena senza preparazione e 3 punti per il Cesena contro l'Avellino.........

x fabrizio beccatini capisco che a te il comportamento di Cacia non ti sia mai andato giù perché i giocatori con la personalità come la sua sono difficili da gestire e possano creare problemi.
Lui ha il dente avvelenato perché gli avevano promesso sempre rinforzi per alzare l'asticella e che gli avrebbero fatto terminare la carriera ad Ascoli . Al contrario lo hanno messo fuori rosa 3 mesi a passeggiare al Picchio Village....ah!non fu neanche convocato in ritiro dove andò poi a seguito di una raccomandata!

x giuseppe capasso il Bari gli offriva lo stesso ingaggio ma preferì rimanere ad Ascoli perché si trovava bene e dove gli avevano promesso di fargli finire lì la carriera....(promesse di marinaio...)


saggio 16 Novembre 2017 14:20

Andrea 2 il calcio e' per molti ma non per tutti! io ti consiglierei il subbuteo o in alternativa il biliardino.....vedrai che ti riesce piu' comprensibile


Zac28 16 Novembre 2017 14:22

Asculo furor omnis erupit,spero sia chiaro il concetto per chi non lo avesse ancora capito.
Forza Picchio!


Dottore 16 Novembre 2017 15:14

Buongiorno a tutti, ho letto tutti i commenti compreso quello di Fabrizio Becattini al quale mi sorge spontaneo dare un suggerimento.
Vai anche tu a Grottammare e fai una lunga passeggiata sul lungomare, respira profondamente, cio' permette una maggiore ossigenazione con ottimi benefici sulla persona.
Ripeti piu' volte questo esercizio di per se semplice e in men che non si dica ti sentirai ristabilito.


Francesco 16 Novembre 2017 15:38

Piu se ne parla peggio è, Bellini non manderà via mai cardinaletti e company, anche se andiamo in C lo convinceranno che c'e una congiura contro di loro, è che i risultati non arrivano per l'ostilità che si è creata


Old fan 16 Novembre 2017 15:43

Da che parte spira il vento domani caprò?? Allarme meteo?? ;-D


Piopao 16 Novembre 2017 17:03

Premesso che sono dell'idea che Bellini lo hanno messo a "giro" certo che Cacia e G. COME IN PASSATO NON AVREBBERO RISOLTO I PROBLEMI DELLA SQUADRA .forse un altro centrale,un altro portiere......


Luigi 1960 16 Novembre 2017 17:22

L'analisi della situazione fatta da Luciano purtroppo non fa una piega.


fabrizio becattini 16 Novembre 2017 18:28

x ascoli è dura e normale che ha il dente avvelenato contro l ascoli anche se come ho sempre detto bisognerebbe sentire tutte le campane e che in questo momento una sua intervista e completamente fuori luogo ,crea solo confusione e permettimi di dire che se avevamo ma purtroppo non li abbiamo qualche punto in piu era nel piu completo dimenticato il dottore non merita neanche risposta


Paolo2 16 Novembre 2017 18:33

Riguardo Cacia dico solo una cosa: bel tempismo.... ti piace buttare benzina sul fuoco? Bravo. La cosa più importante però è che adesso il capro espiatorio è Cardinaletti ma vedendo e sentendo troppa genxxxxxa c'è in questa società. Non posso fare nomi xk non me lo pubblicano ma io cambierei anche vari impiegati di corso vittorio Emanuele... E poi c'è lui.... il factotum del capo. Ancora nessuno lo nomina ma i problemi più gravi provengono da lui.


Emidio Celani 16 Novembre 2017 19:30

Sono passati 4 anni dall'inverno 2013 che portò al fallimento del nostro amato Ascoli Calcio, credo di non dire una sciocchezza se affermo che stiano messi uguale se non peggio.
Per il semplice motivo che ormai mettere sempre davanti, la storia dell'acqua calda, che i pulmini erano senza gasolio non regge più.
La società ha ampiamente recuperato la cifra versata in tribunale, con la fortunosamente conquista della serie B.
Ricordo ai nostri amici, che nell'anno del fallimento non si retrocedeva, sapevamo di fallire per i debiti ma c'era una città unita e pronta a tutto per salvare la squadra.
Mentre oggi c'è distacco e incredulità, frutti di una politica societaria autolesionista.
Dopo 4 dall'arrivo del presidente Bellini, che ho abbracciato personalmente quel giorno come Salvatore dell'ascoli, sono molti deluso.
Lui è tra i più ricchi presidenti del calcio, ha jet personali, spende più per gli hobby che per il picchio, ad oggi ha dimostrato di non amare l'Ascoli e gli ascolani, ha fatto promesse da marinaio e buttato soldi, per pagare dirigenti, in primis Lovato, Petrone, Cardinaletti.
Risultato, siamo ultimi con una squadra inadatta alla serie B e la retrocessione all'orizzonte.
Come è possibile tutto ciò?
Inoltre come possiamo avere debiti in bilancio ( parole del presidente in conferenza stampa) se abbiamo venduto orsolini a 7 milioni più bonus?
Mi piacerebbe avere una risposta, da qualcuno vicino ai nostri amministratori e al presidente, dato che questo forum lo leggono ogni momento della giornata, quindi non è difficile trovare uno disposto ad esporre le sue opinioni, ci spieghino dove vedono cose positive.
Con non e cognome cortesemente.
Grazie.


turchese 16 Novembre 2017 22:32

Ma forse credo che le assenze si sono fatte sentire , comunque una sterzata occorre un ascoli privo di gioco via il duo degli allenatori .


Marco R. 17 Novembre 2017 09:09

Bravo Paolo2 , c'è anche un altro che non si nomina mai e che non è neanche del posto tra l'altro......


Luigi 1960 17 Novembre 2017 10:30

Paolo2 e Marco R. dai vostri interventi si evince che voi conosciate molti più dettagli delle convulse vicende societarie dell'Ascoli Picchio e lo voglio credere. Io vivo lontano da Ascoli e mi baso ragionando su ciò che accade nei fatti che sono sotto gli occhi di tutti. Sarebbe comunque ora che il Presidente intervenga e faccia chiarezza perché questa situazione ci sta portando nel baratro.


Paolo2 17 Novembre 2017 20:31


Luigi 1960.... la questione è complicata x chi abita in zona e sa certe cose e dinamiche. Ti dico solo una cosa in estrema sincerità: sto rivalutando il giudizio su tutti e dico tutti quelli che sono passati x l'ascoli, a partire da Petrone/Lovato fino ad Aglietti. Tutti sono stati trattati insultati..... e invece avevano ragione su molte cose.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni