Parma, Calaiò: “So che giocatori Ascoli sono con l'allenatore e non vogliono che vada via”

Redazione Picenotime

15 Novembre 2017

Emanuele Calaiò

Il vice capitano del Parma Emanuele Calaiò, autore della doppietta con cui i gialloblù hanno conquistato la loro settima vittoria in campionato nello scorso weekend sul campo del Cittadella, oggi è stato protagonista di un appuntamento con la stampa al termine dell’allenamento mattutino che la squadra crociata ha sostenuto al Centro Sportivo di Collecchio.

"C’è molto equilibrio in questo campionato, bisogna stare sempre attenti. Come dovremo fare noi con l’Ascoli, nel prossimo turno al Tardini. Sarà una gara a doppio taglio, rischiosa. La squadra marchigiana sulla carta è l’ultima in classifica, ma non dobbiamo sottovalutarla. Noi, in questo finale di girone d’andata, in questo periodo, dobbiamo cercare di fare più punti possibili per essere ancora lì in graduatoria alla sosta invernale, attaccato alle altre squadre di alta classifica. E’ il girone di ritorno che ci dirà dove possiamo arrivare - ha detto Calaiò, come riporta il sito ufficiale del Parma Calcio -. E’ nel girone di ritorno che si capirà la forza delle squadre che sono carta superiori. Noi dobbiamo cercare di raccogliere il massimo, partita dopo partita. Le prossime nostre avversarie sulla carta sembrano tutte abbordabili, ma in realtà sono le più difficili di tutte. L’Ascoli era la squadra peggiore che ci potesse capitare, nonostante la sua crisi. I giocatori ascolani sono tutti con l’allenatore e non vogliono che si dimetta o sia esonerato. Verranno al Tardini per giocare con il coltello tra i denti, perché sono ultimi e vorranno fare bella figura. Non dovremo sottovalutarli, senza imborghesirci dopo la vittoria di Cittadella continuando a lavorare e a esprimere il nostro gioco e a essere cattivi. Sono le qualità che ci vogliono in Serie B Sia l’anno scorso che in questa stagione, abbiamo vissuto momenti altalenanti in cui dopo due o tre vittorie di fila ci siamo un po’ seduti. Mi auguro che la nostra squadra sabato dimostri la maturità di saper stare sul pezzo e di affrontare la partita con l’Ascoli come se fosse quella con il Palermo. Questa squadra ha bisogno di dimostrarsi matura, di far vedere un miglioramento sotto questo aspetto. Conosco i miei compagni e noto che ci siamo, siamo sul pezzo e ci stiamo allenando bene. C’è il giusto entusiasmo, ma stando con i piedi per terra. L’arrivo di una nuova componente maggioritaria nella proprietà del club lo stiamo vivendo da giocatori, nello spogliatoio e sul campo, pensiamo a lavorare. Siamo sicuri che il nuovo presidente farà il bene del Parma. Se questo nuovo gruppo viene a inserirsi a fianco della vecchia proprietà, significa che il Parma vuole crescere e vuole fare qualcosa di buono. Ben vengano per il bene del Parma“.




© Riproduzione riservata

Commenti (15)

WALL_E 15 Novembre 2017 16:27

certo se saltano gli allenatori a gennaio saltano in tanti


Luigi 1960 15 Novembre 2017 16:49

Calaiò fa un'analisi puntuale e interessante del campionato e della prossima partita con l'Ascoli. Ci riferisce anche sul clima dello spogliatoio ascolano. Non so se egli abbia informazioni dirette, di prima mano, o si basi sull'intervista di Bianchi. Però quando dice che i giocatori ascolani "sono con l'allenatore" emerge già una piccola inesattezza. Infatti ci sono due allenatori e a questo punto bisognerebbe capire con quale dei due stanno, o se Calaiò faccia invece riferimento ad una sorta di simbiosi tecnica. Comunque ormai tanti discorsi non servono più, se sabato si perderà ancora mi sa tanto che i nostri giocatori sulla porta dello spogliatoio dovranno appendere il cartello con la scritta "Cercasi Allenatore"....


ascoli è dura 15 Novembre 2017 17:37

Pinto è del Parma


Ramon 15 Novembre 2017 18:53

Parole di un giocatore che ha già vinto


Giovanni dorico 15 Novembre 2017 19:14

Importante che fai doppietta per il colpo definitivo


Peppe 15 Novembre 2017 19:26

Calaio puo' farne anche 3 ...... noi andiamo in C .... ma a 3 (TRE) fallimenti difficilmente ci arriveremo
Il prossimo nome quale sara' .... DORICA calcio ?


OSSERVATORE 15 Novembre 2017 19:32

MA CHE CI VIENE A FARE L'ASCOLI A PARMA??????????????
FATE I SERI PER FAVORE QUESTO VOLEVA DIRE IL
SIG. CALAIO'............MA CHE CE VENITE A FA''''''FATE I SERI.......


Mimì 15 Novembre 2017 19:32

L'allenatore è Maresca .....Fiorin il prestanome, e Calaiò lo sa perfettamente, non ci sono inesattezze.


Picchio 78 15 Novembre 2017 19:46

Grande dorico, scusa come va la anconitana in terza categoria??? Fallitiiiiiiii!!


Paolo65 15 Novembre 2017 19:55

Giovanni dorico, noi siamo messi malissimo , voi siete in terza categoria e ancora parlate?


MAX 15 Novembre 2017 20:09

PER I MISERI IMPLORA PERDONO, PER I DEBOLI IMPLORA PIETA'........UN GENTILE PENSIERO PER TE GIOVANNI DORICO


Alvaro da Osimo 15 Novembre 2017 20:54

Giovanni dorico ricordati che giochi in 1 categoria e con mastronunzio ché è str....zo .Solo Ascoli nelle MARCHE




Ricky 15 Novembre 2017 21:25

Calaiò: so che i giocatori ascolani non vogliono mandare via l'allenatore... pensa a che ha pensato spontaneamente un giocatore del Parma... Un po come l'intervista di Sacchi quando disse che i dirigenti erano i migliori... stiamo parlado sempre di una intervista spontanea di un personaggio calcistico importante... spontanea..


Luigi 1960 16 Novembre 2017 00:18

A proposito di allenatori..... Nel caso che fra qualche giorno dovesse servirne uno nuovo proporrei a Sacchi di accomodarsi sulla panchina dell'Ascoli, visto che lui ritiene che da noi ci siano fior di dirigenti, magari potrebbe trovarsi bene.... Riguardo agli attuali allenatori, è strano che il "prestanome" Fiorin, come lo definisce Mimì, praticamente fino alla vigilia della partita contro il Foggia fosse sempre lui a mettere la faccia davanti alle telecamere. A meno che Fiorin non sia un portaparola di Maresca, una specie di official spokesman tecnico.


Luigi 1960 17 Novembre 2017 23:53

"I giocatori sono con l'allenatore" impegnati in un nuovo metodo innovativo di allenamento basato su tecniche all'avanguardia mutuate dal pugilato: boxeball training club.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni