Avellino-Ascoli 1-1, Castaldo risponde a Perez. Prosegue mini striscia positiva di Cosmi

Redazione Picenotime

16 Dicembre 2017

Ascoli Picchio di scena allo stadio "Partenio-Lombardi" di Avellino nel contesto della 19esima giornata d'andata del campionato di Serie B, terzultimo impegno del 2017. Entrambe le squadre non vincono dallo scorso 24 Ottobre, con i bianconeri che nelle ultime 7 partite hanno raccolto solamente 2 punti.

Cosmi non recupera Lanni a causa di un problema alla caviglia e schiera Ragni tra i pali (per lui quinta presenza assoluta in maglia bianconera, terza in B) con la difesa a 3 composta da De Santis, Padella e Gigliotti. Sulle corsie laterali spazio a Mogos e Cinaglia, con capitan Buzzegoli in cabina di regia coadiuvato da Addae e Carpani. In attacco ancora fiducia a Perez supportato da Lores Varela. Novellino torna al 4-4-2, con Radu in porta e la retroguardia formata da Laverone, Kresic, Marchizza e Falasco. In mezzo capitan D'Angelo e l'ex Di Tacchio, sulle fasce Molina e Bidaoui. In attacco l'esperto Castaldo sostenuto dal 19enne Asencio. Si gioca sul sintetico, sono circa 70 i tifosi ascolani nel Settore Ospiti, ultras irpini posizionati nell'anello inferiore per sostenere la squadra da più vicino (4500 gli spettatori totali). 


Al 4' punizione di Di Tacchio per Castaldo, zampata sotto misura sulla quale è prontissimo Ragni a respingere. Al 9' Perez va a sbattere sui cartelloni pubblicitari dopo un contrasto con Marchizza, riesce a proseguire il match l'attaccante bianconero dopo un doloroso colpo alla testa. Al quarto d'ora Perez si libera bene al limite dell'area, destro potente che non finisce troppo distante dall'incrocio dei pali. Al 22' spunto di Cinaglia sulla sinistra, parte un tiro-cross teso, allontana in maniera decisiva di testa Marchizza (nella circostanza ammonito Addae per una sbracciata ai danni di Falasco). Alla mezzora incornata prepotente di Castaldo su cross di Molina, pallone di poco sopra la traversa. Al 34' sberla di controbalzo col destro di Di Tacchio dal limite, Ragni è strepitoso e si salva in corner in volo con la mano sinistra. Subito dopo irpini vicini al gol: pennellata di Laverone dalla destra, Asencio tutto solo all'altezza del dischetto spedisce a lato di testa. Cresce la squadra di Novellino, al 40' veloce ripartenza di Bidaoui conclusa con un destro a giro dal limite deviato in corner da un attentissimo Ragni. Nel finale di prima frazione botta mancina di Bidaoui da posizione centrale, Ragni è sempre reattivo e smanaccia sopra la traversa. Nel primo minuto di recupero l'Ascoli passa a sorpresa in vantaggio: cross di Lores Varela sul secondo palo per Cinaglia, sponda aerea per Perez che sulla linea deposita in fondo al sacco (primo centro stagionale per lui). Prima del duplice fischio di Chiffi altro intervento importante Ragni su bolide con il destro di D'Angelo. 

Forte acquazzone nell'intervallo, terreno di gioco molto scivoloso. Ascoli attento e pronto a riparare, molto attivo Cinaglia sulla sinistra. Al 55' piazzato tagliato di Di Tacchio, spizzata pericolosa di Castaldo, riesce ad allontanare Padella. Ci prova anche D'Angelo con una torsione aerea su corner di Laverone, pallone abbondantemente out. Al 59' arriva il pari dei padroni di casa: rasoterra di Bidaoui respinto corto con i piedi da Ragni, sulla palla si fionda Castaldo che non fallisce un comodo tap-in di testa (sesto gol in campionato per il centravanti biancoverde). Subito dopo entrata sospetta di Bidaoui in area su Mogos, lascia correre l'arbitro Chiffi tra le proteste dei bianconeri. Sul fronte opposto Di Tacchio ruba palla a Carpani e scarica un sinistro potente che si perde sull'esterno della rete dando l'illusione ottica del gol. Al 66' Cosmi toglie un opaco Carpani ed inserisce Bianchi. Continua a premere l'Avellino: destro rasoterra di Laverone dal limite, Ragni blocca in due tempi evitando anche l'intervento di Castaldo. Lo stesso portiere bianconero si oppone sempre su conclusione da fuori di Laverone. Torna in avanti il Picchio, Lores Varela vede l'inserimento di Bianchi e lo serve, destro di prima intenzione respinto con un grande intervento da Radu. Al 73' esce uno stanchissimo Cinaglia, dentro Pinto. Novellino risponde con Ardemagni al posto di un deludente Asencio. Al 78' sinistro interessante dalla distanza di un brillante Lores Varela, si accartoccia in presa bassa Radu. Si fa vedere subito Ardemagni con un colpo di testa su cross di Falasco, spettacolare risposta con i piedi di Ragni. Esce Perez per Santini, con Lores Varela che con un colpo di ginocchio impegna Radu in una parata tutt'altro che semplice. Lo stesso fantasista uruguaiano apre bene sulla sinistra per Pinto, pallone in mezzo per Bianchi che fallisce la deviazione vincente in area. Novellino toglie uno stremato Molina per Camarà, con quest'ultimo che serve ad Ardegmani la palla per il 2-1 ma l'arbitro annulla la rete per un'evidente posizione di offside. Al 90' ottimo lancio in verticale di Buzzegoli per l'inserimento di Mogos che fallisce il controllo tutto solo davanti a Radu. Subito dopo punizione tesa di Buzzegoli per Lores Varela che tutto solo di testa spedisce di pochissimo a lato. In extremis incornata temibile di Kresic su cross di Laverone, la palla sfiora il palo. Finisce con un giusto pareggio (il settimo per l'Ascoli), con la squadra di Cosmi che sale a quota 16 punti in classifica in vista del match prenatalizio al "Del Duca" contro il Pescara. 


 

TABELLINO E PAGELLE

AVELLINO-ASCOLI 1-1

AVELLINO (4-4-2): Radu 6.5; Laverone 6.5, Kresic 6, Marchizza 5.5, Falasco 6; Molina 5.5 (85' Camarà sv), D'Angelo 6, Di Tacchio 6, Bidaoui 6.5; Asencio 5 (76' Ardemagni 6), Castaldo 6.5. A disposizione: Lezzerini, Iuliano, Rizzato, Pecorini, Moretti, Gliha, Paghera, Evangelista, Gavazzi. Allenatore: Novellino 6

ASCOLI (3-5-2): Ragni 7; De Santis 6, Padella 6.5, Gigliotti 6; Mogos 5.5, Addae 7, Buzzegoli 6.5, Carpani 5.5 (66' Bianchi 6), Cinaglia 6.5 (73' Pinto 6); Lores Varela 7, Perez 6.5 (81' Santini sv). A disposizione: Lanni, Venditti, Florio, Castellano, Parlati, Baldini. Allenatore: Cosmi 6.5

Arbitro: Chiffi di Padova 5

Reti: 46 pt Perez, 59' Castaldo


© Riproduzione riservata

Commenti (19)

Ramon 16 Dicembre 2017 17:12

Con un arbitraggio così ,è andata fin troppo bene


Lillo 16 Dicembre 2017 17:17

...con la tensione ancora in corpo per la partita sofferta, ho voglia solo di commentare il rigore non dato all'ascoli: SCANDALOSO...


Luigi 1960 16 Dicembre 2017 17:17

Bene così. Bravi ragazzi. Sono contento anche per Perez, dopo tutto quello che ha dovuto passare. Ora prepariamoci ad affrontare il Pescara. Servono tre punti per chiudere bene l'anno e per riaprirlo meglio. Forza Ascoli!


Riky 16 Dicembre 2017 17:24

Bellini anche un cieco vede che a questa squadra mancano 5 giocatori veri, un centrale difensivo, un terzino, un centrocampista e due attaccanti.
Per 6 mesi insieme a quell'incapace di Maresca portato da cardinaletti, volevate farci credere che questa squadra era capace di salvarsi, Maresca non doveva essere nemmeno preso, cardinaletti ha fatto solo danni via da Ascoli.
Mantieni la parola e compra i giocatori.
Con la vendita di Orsolini e Favilli hai incassato 15 milioni di euro, ne devi spendere 1 solo a Gennaio.
Se non lo fai è meglio che te ne vai, siamo stufi di essere presi per i fondelli.


LORENZO CAPRO' 16 Dicembre 2017 17:49

BUONA PRESTAZIONE, ADESSO ABBIAMO UN ALLENATORE VERO. COME DICE IL MISTER DOBBIAMO FARE PIÙ PUNTI POSSIBILI FINO ALLA FINE DEL GIRONE DI ANDATA. DOPODICHÉ INIZIA UN'ALTRO CAMPIONATO , CON LA SPERANZA CHE IL PRESIDENTE MANTENGA LE PROMESSE CON UN GRANDE CALCIOMERCATO. FORZA ASCOLI CALCIO


Ceascu 16 Dicembre 2017 17:49

Ragazzi gli arbitraggi sono contro di noi.Oggi rigore solare negato perciò Bellini lascia perd l'aplomb canadese e ncumincia ad incazzarti .Bellini non abbandonarci e non pensare ai 4 contestatori da strapazzo


Piopao 16 Dicembre 2017 18:13

Arbitro e segnalinee INCAPACI. Bravo Ragni e incontenibile Adde. Ci salviamo


iostoconbellini 16 Dicembre 2017 18:15

PRESIDENTE SIAMO SULLA STRADA BUONA. ORA TRE PUNTI CONTRO IL PESCARA . CARI TIFOSI ORA PIU' CHE MAI BASTA CON LE CRITICHE. LA PROSSIMA CON IL PESCARA PUO' ESSERE LA PARTITA DELL A SVOLTA. OCCORRE RIEMPIRE LO STADIO E STARE VICINI ALLA SQUADRA E AL PRESIDENTE. SOLO COSI' SI RISORGE. DOBBIAMO RIEMPIRE LO STADIO COME QUANDO INCONTRAMMO IL CATANIA IN C CON I DIABOLICI. IL MITICO DEL DUCA DEVE ESSERE NOSTRO, SOLO NOSTRO. TUTTO BIANCONERO.


Zizo 16 Dicembre 2017 18:17

Ceascu vai a vedere la fermana che é più consona al tuo livello


Nazzareno 16 Dicembre 2017 18:31

Non fomentiamo la società contro gli arbitri che dopo qno ad Ascoli li taccia per lagnosi.


Pippo la scopa 16 Dicembre 2017 19:38

Lorenzo Caprò preparati per i fuochi d'artificio della campagna acquisti di gennaio.
Pum pam pim flop


Noi siamo Ascoli calcio 16 Dicembre 2017 19:57

Noi siamo Ascoli Calcio rivolgiamo lo stemma ovale e la vecchia targa in sede senza compromessi
Meglio la lega pro da Ascoli calcio che chiamarsi Ascoli Picchio solo da noi non si è ripresa la vecchia denominazione dopo 2 anni in tutti gli altri posti lo hanno fatto


vincenzo 16 Dicembre 2017 19:59

Dai ragazzi, la prossima si vince, super Ragni e grande Cosmi, finalmente un allenatore


PRENESTINO BIANCONERO 16 Dicembre 2017 20:14

La prestazione straordinaria di Ragni è l'occasione che ci voleva per mettere da parte Lanni.


massimo 16 Dicembre 2017 20:34

Finalmente abbiamo un Signor ALLENATORE !!!!! Purtroppo non ci danno un rigore ......ed è questo quello che mi preoccupa .......era troppo netto x non darlo ......a me questo puzza e non poco !!!!! Forza ascoli calcio


mauro 16 Dicembre 2017 22:00

Non abbiamo perso solo per le grandi parate di Ragni. Squadra scadente perde palloni, avversari sempre soli davanti alla porta ( come tutte le partite) l'unica differenza positiva è la carica che può darci Cosmi, la squadra è meno penosa con lui. Se l Avellino vinceva non aveva rubato nulla.


Paolo65 16 Dicembre 2017 23:31

Addae un muro, Maresca neanche lo prendeva in considerazione.
A me dello stemma e nome inporta una mazza.
Chi dice che è meglio la C o la D con lo stemma ovale , il Monticelli cerca tifosi.


Dario 17 Dicembre 2017 08:35

Mogos doveva essere aiutato dai compagni ckn dei raddoppi di marcatura.Buzzegoli non basta a centrocampo ,Bianchi tanta corsa ma i piedi lasciamo stare.Tutto sommato tantissimo impegno ma pochissima qualità in generale.


fabrizio becattini 17 Dicembre 2017 09:59

ottimo punto impreziosito da gli altri risultati che hanno ridato fiducia alla squadra e tifosi
ciao marco santarelli ,ciao settembre


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni