Ascoli Piceno: approvati progetti pattinodromo, area ex ''Gil'' e servizi cimiteriali

Redazione Picenotime

29 Dicembre 2017

Guido Castelli

Nel corso dell'ultima Giunta Comunale di Ascoli Piceno sono state approvate delibere rilevanti per la cittadinanza. "La prima riguarda- sottolinea il sindaco Guido Castelli- l'approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica del pattinodromo del Pennile di Sotto, trasferendo in questa zona le attività in essere al velodromo di Monticelli". Una riqualificazione straordinaria che richiederà un investimento di 1 milione e 472mila euro utile a realizzare vani di supporto allo svolgimento di gare sia di pattinaggio che di ciclismo su pista creando un anello aggiuntivo ed una tribuna per permettere al pubblico di assistere a manifestazioni di una certa importanza. "Il progetto è stato depositato al ministero- prosegue Castelli- per l'ottenimento di un contributo a fondo perduto di pari importo all'interno del programma "Sport e periferie" di competenza della presidenza del Consiglio e del Coni, puntando a non privare la città di un impianto per ciclisti velocisti preso atto ormai dell'osbolescenza della struttura di Monticelli, aspetto trattato anche ieri nell'incontro che ho avuto con il nuovo presidente del Credito Sportivo Andrea Abodi".

Una seconda delibera ha riguardato l'approvazione del progetto per la riqualificazione della piazza ex "Gil" in viale Federici. "Un progetto che ha un importo di 430mila euro- dice il primo cittadino ascolano- e che ha lo scopo di provvedere alla coibentazione del soprassuolo del parcheggio. Vogliamo assicurarne migliori condizioni di fruibilità ed intendiamo creare un nuovo spazio attrezzato nella piazza delimitata da due direzionalità pubbliche come l'edificio dell'Area Vasta 5 ed il Comando dei vigili urbani".

La terza importante delibera concerne un indirizzo che il Comune ha dato al dirigente competente in merito ad un bando di gara unitario per la gestione dei servizi cimiteriali, del forno crematorio, delle lampade emotive e dei relativi sistemi di sicurezza. "Abbiamo attivato una gara complessa ed articolata- evidenzia ancora Castelli- per permettere al forno di essere più sicuro e performante e per garantire una gestione maggiormente qualitativa del nostro cimitero". 


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni