Ascoli Piceno, brindisi al nuovo anno con la FORM

redazione picenotime.it

29 Dicembre 2017

Al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno si brinda al nuovo anno con la FORM. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, con la partecipazione del soprano Sarah Baratta e del coro del Teatro Ventidio Basso diretto da Giovanni Farina, si esibisce lunedì primo gennaio, alle 21. La direzione è affidatta alla bacchetta del Maestro triestino Romolo Gessi. Il concerto, realizzato in collaborazione con il Comune, prevede le più belle e appassionanti melodie di Rossini, Puccini, Verdi, Strauss e Gounod. 

In programma L’Italiana in Algeri: Ouverture e Il Turco in Italia: cavatina di Fiorilla “Non si dà follia maggiore” di Gioachino Rossini; Manon Lescaut: Intermezzo e Gianni Schicchi: “O mio babbino caro” di Giacomo Puccini; Aida: Finale Atto II di Giuseppe Verdi; Wiener Blut (Sangue viennese) op. 354 di Johann Strauss (junior); Bahn Frei, Polka Schnell op. 45 di Eduard Strauss; La Vedova Allegra: canzone di Vilja “Un dì, tra le rocce” e La Vedova Allegra: coro “È scabroso le donne studiar” di Franz Lehár; Romeo et Juliette: arietta-valse “Je veux vivre” di Charles Gounod per concludere con l’immancabile An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio blu) di Johann Strauss (junior), riconosciuto come uno fra i più famosi brani di musica classica di tutti i tempi. Proprio 150 anni fa ci fu la prima esecuzione di questo valzer, nel febbraio 1867.

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni