Volley Serie A2, la GoldenPlast Potenza Picena chiude male il 2017 a Catania

Redazione Picenotime

31 Dicembre 2017

Boccone amaro nell’ultima gara del 2017. Lo spareggio della 7a giornata di ritorno del Girone Bianco di Serie A2 UnipolSai va alla Messaggerie Bacco Catania che piega in casa la GoldenPlast Potenza Picena in 4 set. Gli uomini di Adriano Di Pinto restano così a 20 punti, ma scivolano al nono posto per il sorpasso degli etnei, che si portano a 21 punti con una partita in più disputata.

Match dai due volti con i marchigiani sempre in partita nei primi due set, ma meno incisivi nelle volate finali. Poi la resurrezione biancazzurra nel terzo set, con Di Pinto bravo a far girare la squadra, e uno sprint iniziale nel quarto con un vantaggio di + 6 e un crollo nel cuore del parziale. Il Volley Potentino dilapida 5 punti di vantaggio sul 9-14 e va letteralmente in tilt rilanciando la squadra di casa che sfreccia avanti per 25-19.

Potenza Picena tornerà in campo mercoledì 3 gennaio 2018 (ore 20.30) all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche nel derby regionale contro la Videx Grottazzolina per l’8a giornata di ritorno della Regular Season.

LA GARA

Marchigiani in campo con Monopoli al palleggio per Bisi opposto, Bucciarelli e Maccarone al centro, Marinelli e Toscani (cambio Under con Cristofaletti) laterali, D’Amico libero. Padroni di casa schierati con Finoli in cabina di regia per Bonacic opposto, Pizzichini (cambio Under con Chillemi) e Razzetto al centro, Sideri e De Santis schiacciatori, Spampinato libero.

In avvio i marchigiani conducono i giochi, ma vengono sistematicamente rimontati dai padroni di casa (9-9). I siciliani trovano il primo sorpasso sui due block dell’12-10. Con tre punti di fila chiusi dalla giocata di Bisi, però, i biancazzurri firmano il controsorpasso (12-13). Il testa a testa continua e Marinelli si esibisce in un miracoloso salvataggio (17-18). Quasi una partita a scacchi tra le due formazioni (21-22).Catania ribalta il punteggio con tre punti consecutivi (24-22). Marinelli annulla la prima palla set, ma la combinazione tra Finoli e Pizzichini consegna il parziale agli etnei (25-23).

Nel secondo set massimo equilibrio fino al doppio vantaggio del team di casa (9-7). Lo schiacciatore Sette entra in corsa. Potenza Picena non demorde (10-10). Alla distanza viene fuori di nuovo Catania, avanti 15-12 su un errore di Bisi, ma i marchigiani non vogliono regalare nulla e si rifanno sotto con Sette (18-17). Il pareggio arriva dopo un time out, sull’attacco out di Sideri (18-18). Sul 19 pari entra Larizza per Maccarone. Catania firma il +2 con Sideri (21-19) imponendo un time out a Di Pinto. Sul 22-21 è sempre Sideri a farsi valere tra i catanesi, poi è la volta di Bonacic che gioca di sponda (24-21). Alla seconda palla set gli etnei piegano la resistenza potentina (25-22).

Solita estenuante guerra di nervi nel terzo set (Sette in campo dall’inizio) con i biancazzurri avanti con il minimo scarto (9-10 e 13-14) per poi trovare il doppio vantaggio grazie all’errore in attacco dei padroni di casa (15-17). Gli uomini di Adriano Di Pinto capiscono che è il momento di dare tutto e prendono il largo (15-20). La scelta di far riposare Sideri tra i catanesi non paga perché i beniamini di casa sono meno precisi. Nel finale Monopoli e compagni s’impongono nettamente nel tentativo di girare definitivamente l’inerzia dell’incontro. Il punto decisivo arriva sull’errore in battuta di Razzetto (18-25).

Nel quarto set Potenza Picena parte a razzo e si porta sul +5 (4-9). Avanti di 6 punti (5-11), la formazione marchigiana deve fare i conti con il servizio insidioso di Razzetto (8-11). Con l’innesto di Romanò a guidare l’attacco i potentini si fanno valere (9-14), ma i padroni di casa ritrovano le energie per contrastare gli ospiti e centrano il sorpasso con un filotto di 6 punti chiuso dalle prodezze di Pizzichini e dall’errore di Romanò (15-14) Catania trova il doppio vantaggio (18-16), ma commette due infrazioni (18-18). Su più bello, però, arrivano 4 punti di fila dei catanesi (22-18) con la serie al servizio di Finoli. Nel finale la Messaggerie Bacco viene spinta dal pubblico e s’impone 25-19.


TABELLINO

MESSAGGERIE BACCO CATANIA – GOLDENPLAST POTENZA PICENA 3-1 (25-23, 25-22, 18-25, 25-19)

CATANIA: Tulone ne, Reina ne, Pizzichini U 5, Torre, Finoli 6, Zanette Mugnaini 1, Sideri 18, Spampinato L, Bonaci 18, Razzetto 3, De Santis 22, Chillemi U, Pricoco L ne. All. Rigano

POTENZA PICENA: Sette 9, Bisi 13 4, Toscani U, Bucciarelli, D’Amico L, Cristofaletti U 15, Marinelli 4, Di Silvestre ne, Larizza 4, Monopoli 1, Lavanga, Romanò 5, Maccarone 3. All. DI Pinto.

Arbitri: Vecchione di Salerno e Morgillo di Napoli.

Note: durata set 31’, 29’, 28’, 27’. Durata totale 1h 55’.  Catania: errori al servizio 17, ace 4, muri 12. Potenza Picena: errori al servizio 8, ace 5, muri 6.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni