Atletica leggera indoor, ad Ancona vittoria della sambenedettese Silvestri negli 800 metri

Redazione Picenotime

13 Gennaio 2018

Emma Silvestri


Entra nel vivo il 2017 dell’atletica al Palaindoor di Ancona. Nel terzo meeting nazionale dell’anno, si mettono in evidenza i giovani marchigiani con vittorie e primati personali in un weekend caratterizzato da grandi numeri di partecipazione: 1200 presenze nell’arco delle due giornate. Sui 200 metri sfreccia per primo il pesarese Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) con 21.99 ad appena un decimo dal suo miglior risultato in carriera, mettendo in fila ben 120 atleti distribuiti su un totale di 24 batterie. La 16enne Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) conferma la sua ecletticità e stavolta si aggiudica gli 800 metri con il personal best di 2:15.64 davanti a Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata), 2:15.95. Nei 60 ostacoli cresce il campione italiano promesse Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) con 8.21 in batteria, quattro centesimi in meno rispetto al crono di 8.25 che gli aveva dato il titolo tricolore, e poi corre in 8.30 in finale anche se il tempo più veloce di giornata è del toscano Francesco Ferrante (Atl. Firenze Marathon) con 8.01. Al femminile brilla Sara Porfiri (Atl. Avis Macerata) che scende a 8.69 vincendo la finale dopo aver corso la batteria in 8.79. Tra gli allievi si migliora quindi Federico Agostini (Asa Ascoli Piceno) con un significativo 8.30, mentre nella gara femminile under 18 l’osimana Angelica Ghergo (Team Atl. Marche) con 9.20 e 9.29 prevale sulla compagna di club Irene Pesaresi (Tam), 9.44 e 9.56.
Sui 200 metri la junior Zaynab Dosso (Corradini Rubiera) vince la sfida con la quattrocentista azzurra Chiara Bazzoni (Esercito), 24.37 a 24.60, poi la tricolore allieve Chiara Gherardi(Studentesca Rieti Milardi) in 24.63 a un solo centesimo dal personale indoor e sesta Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona) con il personale al coperto di 25.58. Nell’asta vinta da Eugeniu Ceban (Atl. Libertas Orvieto) a quota 4,70 si piazza secondo con la stessa misura il campano Simone Di Cerbo (Enterprise Sport & Service) che diventa il nono under 18 italiano di sempre al coperto. Quarto lo junior Mattia Perugini (Atl. Avis Macerata) a 3,80 e sesto il neoallievo Matteo Masciangelo (Sport Atl. Fermo) con il personale di 3,60. Nel lungo Stefania Barrucci (Us Aterno Pescara) atterra a 5,61 mentre è terza la junior Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) con 5,45 e sulla pedana dell’alto la 21enne viterbese Eleonora Schertel (Atl. Arcs Cus Perugia) supera 1,74. Domani altri due meeting: giovanile e master al mattino, assoluto nel pomeriggio con diretta video streaming sulla pagina Facebook FIDAL Marche (fb.com/fidalmarche).
 
RISULTATI SABATO 13 GENNAIO: http://www.fidal.it/risultati/2018/REG15978/Index.htm
ISCRITTI DOMENICA 14 GENNAIO (pomeriggio): http://www.fidal.it/risultati/2018/REG15980/Index.htm


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni