Cia Ascoli-Fermo, aumenta costo produzione cavolfiore ma scende prezzo vendita

Redazione Picenotime

22 Gennaio 2018

Bianco e verde di Macerata sono le principali qualità di cavolfiore prodotto lungo la Vallata del Tronto. Un ortaggio che ha risentito in maniera particolare della carenza di piogge facendo lievitare i costi di produzione, ma che non va a colpire le tasce dei consumatori come sottolinea la Confederazione agricoltori di Ascoli.

Nonostante gli agricoltori abbiano dovuto sostenere dei costi di produzione più elevati rispetto agli anni precedenti, a causa del clima arido, il prezzo alla vendita del cavolfiore è diminuto. La forte siccità, infatti, che ha colpito il territorio la scorsa estate, ha costretto gli agricoltori ad irrigare in maniera più consistente, rispetto a quanto avveniva normalmente, il terreno come spiega l'agricoltore Rinaldo Di Lorenzo. "I terreni aridi e asciutti casua di un clima molto caldo e la scarsità di piogge che hanno caratterizzato l'estate scorsa – commenta Di Lorenzo – hanno reso necessaria una forte irrigazione, anche nella fase di trapianto delle piantine".

La qualità e la quantità del raccolto, fanno sapere dalla Cia provinciale, è rimasta invariata rispetto allo scorso anno. La vendita del cavolfiore è in linea con l'andamento del periodo, quelli raccolti sin'ora sono ortaggi ben conformati, sinonimo di qualità ottenuta anche grazie alla coincidenza di temperature favorevoli al suo sviluppo”. Il prezzo del cavolfiore verde di Macerata nell'ultima seduta della Borsa merci di Ascoli del 2018 ha oscillato tra un minimo di 0,35 euro a un massimo di 0,40 euro al chilo. La qualità di cavolfiore bianco da un minimo di 0,30 euro a un massio di 0,35. Prezzi sostanzialmente in linea con quelli registrati lo scorso anno.

Il cavolfiore essendo molto nutriente e a basso contenuto di calorie è particolarmente indicato per chi segue una dieta ipocalorica. Grazie al perfetto equilibrio dei suoi componenti, il cavolfiore esercita un'azione benefica su tutto l'organismo: ha un basso contenuto calorico e presenta ottimi livelli di potassio, è molto ricco di minerali, acido folico, fibre, calcio, ferro, fosforo e vitamina C. Utilizzato da sempre per prevenire, curare o alleviare numerosissime malattie, infatti contiene principi attivi anticancro, antibatterici, antinfiammatori, antiossidanti e antiscorbuto. È depurativo e rimineralizzante e favorisce la rigenerazione dei tessuti: ottimi anche in caso di diabete.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni