Ascoli, Bellini alla Domenica Sportiva: “Ci siamo rafforzati moltissimo, sfortunati nella prima parte”

Redazione Picenotime

04 Febbraio 2018

Francesco Bellini

Il presidente dell'Ascoli Picchio Francesco Bellini, accompagnato dal centrocampista Gianluca Carpani, è stato ospite in studio stasera alla trasmissione televisiva "Domenica Sportiva" in onda sui Rai2. 

"La vittoria di Novara? Il campionato di Serie B è lungo, ci sono molto punti a disposizione e la classifica è molto corta, ci sono quattro squadre nel giro di 8 punti nella parte bassa. Noi ci siamo rafforzati moltissimo. Nella prima parte del campionato siamo stati sfortunati, abbiamo perso tre dei nostri migliori giocatori, non per una settimana, non per un mese, ma per molti mesi, come il nostro centravanti che può darsi era il miglior centravanti della B e che invece abbiamo perso per tutta l'annata - ha detto Bellini -. Quando mi hanno chiamato l'Ascoli era fallito. Ascoli Piceno è una città con grandi tradizioni, non solo nel campo sportivo ma anche nel campo industriale. Allora ho detto: "Se togliamo ad Ascoli anche il calcio si demoralizzano completamente". Tutto ciò mi ha spinto a fare questo investimento nell'Ascoli, pensavo di restare solamente tre anni, poi è venuto il terremoto e sono dovuto restare ancora di più. Anche la forte passione della gente mi ha portato ad Ascoli, non volevo vedere questa città che si stava abbattendo. Quando la gente ha saputo che acquistavo l'Ascoli piangeva per strada. Come è andata fino ad adesso? Non c'è male. Il nostro stadio?  E' stato danneggiato dal terremoto. Hanno dovuto togliere il tetto della tribuna coperta e abbiamo dovuto sostituire la Curva Sud dove sono tutti i tifosi con una curva temporanea. Non è più lo stesso stadio di prima, bisogna aggiustarlo. Tornare in Serie A? Non è una cosa impossibile da fare, ci vorrà del tempo, è molto difficile. Non dipende soltanto dai giocatori, dipende anche dagli arbitri, dalle condizioni dei calciatori in certi momenti, dalle concorrenti, ci sono tante cose variabili. L'importante è provarci, delle volte hai successo, altre volte non hai successo...".

Gianluca Carpani ha invece ha parlato del difficile periodo vissuto durante il recente terremoto: "E' stata una situazione molto particolare e spaventosa, facevamo le notti in bianco, c'erano scosse ogni minuti, una situazione molto difficile - ha detto il centrocampista -. Per rinascere abbiamo dovuto essere tutti uniti, anche attraverso la solidarietà dei tifosi che è stata veramente tanta per i paesi che hanno subito questo grande trauma. L'unione di tutti porta alla rinascita". 


© Riproduzione riservata

Commenti (41)

David 05 Febbraio 2018 01:06

Da ridere................!!!!


Luigi 1960 05 Febbraio 2018 01:19

Senza il terremoto quindi il presidente Bellini avrebbe lasciato, questa è la vera notizia della serata in TV. A me sembrava invece che la "mission" di Mr Bellini avrebbe dovuto essere quella di riportare l'Ascoli in serie A. Coraggio presidente, si cominci ad appassionare davvero. Ora mettiamocela tutta per rimanere in serie B. Poi a giugno rifletterà bene sull'annata trascorsa, così si renderà conto che per risalire in serie A oltre alle condizioni che lei ha ricordato in trasmissione ce ne sono delle altre ancora più importanti. Provo a elencargliele: un DS bravo che sappia impostare bene la fondamentale campagna acquisti-cessioni estiva insieme ad un allenatore capace ed esperto (quello ora c'è); un organigramma societario senza ambiguità che sappia mantenere un buon collegamento con la tifoseria e il territorio; un delegato che sia capace di relazionarsi in modo trasparente e armonioso con allenatore e giocatori; investimenti giusti e mirati; uno stadio degno di essere chiamato tale. Il giornalista che ha fatto il breve intervento finale ha accennato alla gloriosa tradizione dell'Ascoli Calcio, si è quindi reso conto che tutti vorrebbero rivederla dove merita. Questo è l'obiettivo che ci sta davanti. Coraggio e avanti senza mollare. Forza Picchio!


alessandro 05 Febbraio 2018 01:37

Grande Pres, stavolta hai parlato bene!


Luigi 05 Febbraio 2018 07:22

Obbiettivamente non ha detto nulla, tanta retorica, parla ancora della gente che si è emozionata il giorno dell'asta in tribunale, nulla più, ne è passata di acqua sotto i ponti presidente Bellini, siamo andati in B per fortuna, hai venduto fior di gioxatori, dire che saresti andato via dopo 3 anni non è bello, sei rimasto per il terremoto, mamma mia... I tifosi si che hanno fatto tante iniziative la società cosa ha fatto? Mai una volta che dici abbiano commessi degli errori.
Poi sempre a giustificare Maresca, la peggior scelta della storia dell'Ascoli, la storia della sfortuna mi sembra una cosa che fa ridere, se non arrivava cosmi eravamo con un piede in serie C.
Ci siamo dovuti rinforzare perché la squadra fatta a luglio era scadente. Pensiamo a salvarci che non sarà per niente semplice.
Era meglio mandarci cosmi alla domenica sportiva.


Francesco 05 Febbraio 2018 08:03

Dire che la serie A dipende dagli arbitri è una cosa pazzesca, comunque pensavo peggio viste le precedenti dichiarazioni e tutte le sciocchezze, che gli raccontano i suoi fedelissimi da molto tempo.
Forse Cosmi ha fatto capire a i nostri eroi che siamo in fondo alla classifica.
Se ci salviamo anche stavolta è per l'unione tra tifosi e squadra.
Società incompetente.


Fabio 05 Febbraio 2018 08:14

La storia non si dimentica Bellini, i giornalisti omaggiano lo stadio Cino e Lillo Del Duca, la conduttrice chiama la squadra con il suo vero e storico none ASCOLI CALCIO!!!
Potete fare tutti gli stemmi del mondo, stampare tutte le cose che volete, lo stemma è solo uno, quello ovale con i cerchi olimpici e noi saremo sempre l'Ascoli Calcio. Noi siamo la storia.


ascoli è dura 05 Febbraio 2018 08:26

Premesso che chi caccia i soldi ha sempre ragione....presidente non cambi però idea ogni quarto d'ore....
Visto che il pesce puzza sempre dalla testa dica la verità... A giugno ho sbagliato tutto dai dirigenti che ho messo ,allenatore, giocatori ecc. ora per rimediare ho dovuto spendere di più


LORENZO CAPRO' 05 Febbraio 2018 09:11

ANCORA NON AVETE CAPITO CHE SOLO BELLINI SI PUÒ PERMETTERE DI FARCI FARE CALCIO A GRANDI LIVELLI, INSIEME A GIULIANO TOSTI POTREMMO AVERE UNA DELLE SOCIETÀ PIÙ FORTI D'ITALIA. ADESSO È IMPORTANTE CHE MANDI VIA CHI HA PORTATO ULTIMI IN CLASSIFICA . VIA SUBITO CARDINALETTI DA ASCOLI


fabrizio becattini 05 Febbraio 2018 09:27

concordo con te lorenzo
pero accanto a giuliano tosti ci vuole gianluca ciccoianni ovvero gli artefici principali della rinascita insieme ai soldi del presidente


Gigi 05 Febbraio 2018 09:40

Avete fatto l'acido. L'hanno capito pure i muri che quest'uomo vi sta sul caxxo, ogni volta che parla si vivisezionano pure le virgole che dice!! Rilassetevi e per una volta fate la stessa vivisezione alle parole che dite/scrivete voi!! Ce ne sarebbero di appunti da fare. Tra un po', quando respirerà con la bocca, gli si farà l'appunto che doveva respirare col naso!!


Mandrillo 05 Febbraio 2018 10:01

Serata memorabile, da ricordare per anni anni anni.


Matteo 05 Febbraio 2018 10:16

Gigi se rimani in religioso silenzio onestamente fai più bella figura, sei l'ultimo che può parlare di ASCOLI CALCIO, siete i soliti 4 che se la cantano e se la suonano anche se finiamo in serie C, per voi l'importante è stare nelle grazie del padrone e del suo cerchio magico.


Genchi 05 Febbraio 2018 10:21

Ancora con Tosti e Ciccoianni,i soldi,chi tira fuori i soldi e nessun altro.Che Ca.....o vuol dire conosce la Citta',basta con queste cose,Ferrero conosce Genova?No,ma fa il presidente è lo fa pure bene.Se non ci fosse Bellini noi saremmo in Eccellenza e smettiamo di sognare con imprenditori di grande livello,non cacceranno mai gli sghingheri.


massimo 05 Febbraio 2018 10:25

Lorenzo capro quale sarebbe il calcio a grandi livelli???? Sono quattro anni che raccuchiamo in fondo quest'anno non la raccontiamo


Alessandro 05 Febbraio 2018 10:37

Caro presidente Bellini, noi Ascolani siamo felici che si sia parlato dell'Ascoli alla domenica sportiva, rimane il fatto che se lei dice, ho preso la società perchè le facevamo pena, ci mancha di rispetto e non fa altro che aumentare la distanza tra lei e la gente che è già grossa, poi die che sarebbe rimasto tre anni e poi via, le sembra una dichiarazione normale?
La squadra è in fondo alla classifica per le sue scelte sbagliate, per la gente incapace che lei hai messo a guidare la società, perchè lei ha dato retta al palazzo.
Noi Ascolani non abbiamo bisogno di elemosina, la società le è stata consegnata da tutta la città ad una cifra ridicola, sono stati venduti giocatori per decine di milioni e stiamo in serie B dove si incassano parecchi soldi. Dopo tutto quello che è accaduto ancora mantiene cardinaletti in società, una volta cerchi di essere umile e rispettoso per noi tifosi, se vuole voltare pagina lo faccia, altrimenti può anche disimpegnarsi, non deve rimanere per forza alla guida dell'Ascoli se non ne ha voglia e tempo.
Cordiali saluti presidente Bellini


LORENZO CAPRO' 05 Febbraio 2018 11:23

BRAVISSIMO ALESSANDRO, MA QUI C'È GENTE CHE NON CAPISCE O FA' FINTA DI NON CAPIRE, BRAVO ALESSANDRO CONVENGO SU TUTTO.... ADESSO SUBITO VIA CARDINALETTI, PER QUELLO CHE SCRIVE CHE GIULIANO TOSTI NON CACCIA I SOLDI, CHE SI INFORMI BENE SU QUELLO CHE HA FATTO GIULIANO PER L'ASCOLI, SI INFORMI BENE SULLE POTENZIALITÀ , SULLA PASSIONE PER IL PICCHIO E SI INFORMI BENE SU COME GIULIANO TOSTI TRATTA I SUOI DIPENDENTI E DI COME GIULIANO SI COMPORTA DENTRO LE SOCIETÀ. LUI È SPECIALE IN TUTTO ED È L'UNICO CHE POTREBBE SUPPORTARE IL PRESIDENTE PER UN GRANDE ASCOLI. TACETE


Ugo69 05 Febbraio 2018 11:29

Alessandro ha fatto centro.
Poi su ieri sera lasciamo perdere che è meglio.


Anto 05 Febbraio 2018 11:30

Giuliano Tosti per favore se legge questo appello torni in società!!!!! C’è qualcuno che proprio nn ce la fa a dimenticarla e vuole prenderla/ci per sfinimento!!!! E se riesce magari faccia tornare alla vittoria anche Porta Maggiore, che sarebbe ora!!!
Intervento di ieri alla Ds patetico, parlare e riversare attenzioni solo su terremoto e sulle tristi sventure depressive economiche e sociali di una citta che invece tutti ci invidiano! Gli Ascolani ed Ascoli, caro Presidente, sono un vulcano di risorse che lei neanche conosce e se la gente piangeva il giorno in cui lei ha fatto il suo affare, è perchè questi colori li porta dentro da bambino e pensava che questo amore avesse contagiato anche lei e non certo perchè si sente tagliato fuori in un territorio che nn gli offre dignità sociale. Se davvero tiene, come dice di fare, alla sua terra e a questa gente, allora inizi a parlarne con dignità e rispetto e cerchi di PROGETTARE CONCRETAMENTE con amore per questi colori, invece di farsi bello in tv e dire di averci risolleveto.....la bile ci fai venire, altro che!!! Carpani onore a te per aver parlato, almeno tu, della tifoseria e del popolo più bello che ci sia!!! Forza Ascoli


fabrizio becattini 05 Febbraio 2018 11:47

tosti e ciccoianni riuscivano a tenere uniti squadra ,tifosi e societa,senza di loro non c e collante x e il distacco creato purtroppo si vede e d altra parte chi paga giusto o sbagliato ha sempre ragione che sia condivisibile o meno
io se fossi stato il presidente sarei stato di piu ad ascoltare i soci invece che fissarsi su un amministratore che non sta simpatico a nessuno ma ricopre un ruolo importantissimo ed a quanto pare ha , o aveva carta bianca


MAX 05 Febbraio 2018 12:05

SIG. BELLINI DOVREBBE AVERE PIU' RISPETTO PER I CITTADINI ASCOLANI E PER I TIFOSI ED AGGIUNGO CHE UN PO' DI UMILTA' NON GUASTEREBBE......LE SUE DICHIARAZIONI DI CERTO NON SCALDANO I CUORI DI CHI AMA L'ASCOLI CALCIO!
TEMPO FA AUSPICAVO CHE LEI NEL TEMPO SI POTESSE ENTUSIASMARE ED APPASSIONARE AI NOSTRI COLORI MA CIO' NON E' ACCADUTO. LEI HA SALVATO L'ASCOLI DAL FALLIMENTO E DI QUESTO LE SIAMO RICONOSCENTI, MA POI IL SUO OBBIETTIVO ERA QUELLO DI VENDERE, COME LEI STESSO HA DICHIARATO, PER CUI E' PALESE CHE PURTROPPO L'ASCOLI CALCIO NON E' MAI ENTRATO NELLE SUE VENE.....ORA SPERIAMO DI SALVARCI E DI SICURO DOVREMO SOFFRIRE FINO ALL'ULTIMO SECONDO DELL'ULTIMA PARTITA, MA POI COME DICE ALESSANDRO NON DEVE RIMANERE PER FORZA SE NON NE HA VOGLIA.....I TIFOSI ASCOLANI SONO MOLTO APPASSIONATI E VOGLIONO UN PRESIDENTE ALTRETTANTO APPASSIONATO, LEI HA INDUBBIAMENTE MOLTE RISORSE ECONOMICHE E SE VOLESSE VERAMENTE POTREBBE PORTARE IN ALTO L'ASCOLI CALCIO MA SENZA PASSIONE ED UMILTA' NON SI VA DA NESSUNA PARTE.


Mario 05 Febbraio 2018 12:09

Bella intervista.... solo il finale ... dire che per andare in serie b è colpa degli arbitri.....poteva risparmiarsela......per andare in serie a ci vuole una bella squadra... che giochi un bel calcio.....


Marco R. 05 Febbraio 2018 12:12

Per chi non vuole i padroni : TIRA FUORI LA MONETA CHE DOPO FACCIAMO FESTA.


Amedeo 05 Febbraio 2018 12:44

Alla luce di cotante nefandezze mi viene solo un commento.........Costantino aiutaci tu che puoi


ASCOLI NEL CUORE 05 Febbraio 2018 12:57

Ancora una volta avresti fatto bene a startene zitto.......Ha preso l'Ascoli perchè gli facevamo pena? Ogni volta che parla costui mi fa alzare la pressione, ma chi te l'ha ordinato? Il medico? Oppure speravi di farci business? Caro Canadese dimostri in continuazione il tuo "sincero" attaccamento ai nostri colori! Sei inqualificabile


Giovanni 05 Febbraio 2018 12:58

L' Ascoli tornerà a scrivere pagine importanti di storia calcistica, quando da corso vittorio andranno via tutti quei personaggi, che nulla hanno a che fare con il calcio, che non hanno un briciolo di amore per l'Ascoli, che fanno le cose perchè le devono fare e arrivare a fine mese per riscuotere stipendi da ministri.
Questa gente ha distrutto la società per loro interessi, hanno incastrato bellini e non possono essere mandati via.
Questa società doveva essere l'emblema della trasparenza, rispetto ad un mondo del calcio malato, doveva tenere le distanze dal sistema, invece fa parte del sistema e tiene persone per compiacere chi comanda il calcio, questo ci ha portato nel baratro, d'altronde non siamo penultimi in classifica a caso, non abbiamo uno stadio cantiere da 2 anni a caso, non abbiamo doppio nello staff a caso, non è venuto qua maresca a caso. Bellini come fai a non capire che così la tua avventura d Ascoli è finita da tempo, non sarai mai più acclamato, osannato e amato dalla gente.


guido 05 Febbraio 2018 13:29

andate a produrre qualcosa per il bene nazionale e sabato tutti in curva Le chiacchiere web lasciatele a pesciari e campitelliani.


Paolo65 05 Febbraio 2018 13:51

Non ho visto la DS ieri sera, provo a dare il mio parere dopo aver letto i post.
Nonostante i tantissimi errori fatti da Bellini, se lui lascia tempo un paio di stagioni e siamo falliti.


bernardo 05 Febbraio 2018 13:54

Ho seguito Bellini ieri sera e non mi è dispiaciuto, il suo piu grande problema è che fatica a parlare in italiano e quindi spesso non si capisce bene il senso della sue frasi. Piuttosto la conduttrice insisteva sempre sul terremoto che, se non lo sapesse, c'è stato più di un anno fa e non è bello farci passare come una manica di sfollati morti di fame..... Noi siamo Piceni e ci rialziamo sempre!


ascoli è dura 05 Febbraio 2018 13:56

L'altro giorno in un'intervista un giornalista ha descritto bene la situazione Bellini-Ascoli
Il paragone è con uno che gli amici lo convincono a comprare una bella moto :"vedrai,ti diverti,che brividi,la domenica ti vai a fare le gite....".
Il problema è che poi devi pagare bollo,assicurazione,revisione, poi si rompe questo pezzo, poi l'altro..... e allora il presidente si diverte di meno e capisce che andare in moto non è come pensava ed è costoso....e se ne vuole disfare.....
Due precisazioni visto che si parla di fallmenti,salvataggi ecc:
1) L'Ascoli è fallito e poi Bellini l'ha comprato all'asta dandogli il nuovo nome Ascoli Picchio come fece Della Valle con la "Florentia Viola"(ex Fiorentina) ,come De Laurentis coll'ex Napoli e anche il Parma ecc....
2) L'unico che ha comprato la squadra senza farla fallire è stato Lotito con la Lazio a cui però è stato concesso (per lui si per gli altri no....) di dilazionare in 20 anni il debito di 100 milioni e rotti col fisco con la scusa "troppo grande per fallire..."


Gigi 05 Febbraio 2018 14:56

X MATTEO Visto che di stxxxxte qui se ne leggono a quintali, penso proprio che quello che scrivo io non sfiguri poi tanto. Aggiungo che Bellini non l’ho mai visto e non lo conosco quindi di stare nelle sue grazie non me ne frega una mixxxia. Io parlo e dico quello che penso, se sono fuori dal solito coro, non mi dispiace, anzi ne sono orgoglioso.


Andrea 05 Febbraio 2018 15:09

Cavalier Bellini, aveva la possibilità di tornare ad essere almeno rispettato dalla città, nessuna parola verso i tifosi. mentre ha detto che ci sta facendo la carità, quasi che ci ha fatto un piacere a prendere l'Ascoli calcio per 860.000 euro.
Lei ha fatto un semplice investimento da imprenditore senza cuore, l'unico motivo per il quale lei non è andato via dopo tre anni, è perchè come una manna dal cielo al viareggio (che ha inanziato uno dei soci) è esploso Orsolini e lo doveva vendere a 8 milioni di euro + bonus, se aggiungiamo che in serie B arrivano parecchi milioni di contributi, diritti televisivi, sponso, incassi ecc ecc tutto si spiega.
Lei gli unici soldi che ha tirato fuori, sono quelli che ha buttato per pagare la gente incapace che lei ha scelto, il picchio village è suo, per lo stadio non ha speso un euro.
Pensate veramente che gli ascolani hanno l'anello al naso?
Allo stadio solo per sostenere la squadra che deve salvarsi.


Luigi 1960 05 Febbraio 2018 15:43

Concordo con bernardo. Al presidente Bellini e a Carpani è stata concessa una finestrella di appena 3 minuti e il discorso sul terremoto l'ha iniziato la conduttrice, che ha impostato l'intervista in maniera molto banale, con overdose di pietismo e con approssimazione. Infatti la conduttrice parlava di Ascoli Calcio non perché volesse rievocare i gloriosi fasti che furono dell'Ascoli calcistica, ma semplicemente perché era disinformata riguardo al nuovo nome dato alla società dopo la rifondazione post fallimento. Anche il breve filmato che hanno mandato in onda si vedeva che era stato montato in fretta e furia senza seguire un nesso logico, una banale sequenza di azioni da rete di alcune partite del campionato in corso. Avrebbero potuto invece montare un sintetico filmato stile documentary clip per spiegare le origini della societàcalcistica e arrivare fino ad oggi. Inoltre era palese l'impaccio emotivo del presidente e la sua difficoltà nell'esprimersi. Quindi, giusto per riprendere le parole di una celebre canzone di Bennato, "salviamo il salvabile" e andiamo avanti uniti dritti alla mèta. Forza Picchio!


POTENZA ⚡ PICENA 05 Febbraio 2018 15:51

Grazie presidente,cmq grazie ! Anche se sono Quattro anni che soffriamo (compreso il finale di lega Pro) l 'ascoli c è ! A me non interessa se dietro il nome Ascoli c è "calcio" oppure "picchio" ! Siamo Ascoli , giochiamo al del duca, ...e tutta Italia sa che l'Ascoli gioca al del duca !!! Siamo una Delle poche città con l' impianto sportivo storico . Il grande Torino non lo ha più.....e quanto ha dovuto penare per cercare di recuperare il mitico fila , magari solo come campo per gli allenamenti. Dico questo , perché un presidente lo abbiamo,la categoria non è da disprezzare;quello per cui dobbiamo batterci tutti insieme .... è un Del Duca ammodernato, perché è lì che batte forte il cuore bianconero,... perché è lì che portiamo le nostre famiglie ! Settembre... settembre.. settembre bianconero !


LORENZO CAPRO' 05 Febbraio 2018 17:13

Ragazzi, impossibile però criticare un momento così "alto" per la nostra città e la nostra società. Complimenti al presidente e la società che ha organizzato il tutto. La ciliegina sarebbe L'allontanamento di Cardinaletti...che oggi viene contestato per il budget alto e per il penultimo posto in calssifica....


Marco S. 05 Febbraio 2018 18:39

Che delusione presidente. Lei dall'alto dei suoi billioni di dollari che ci fa la carità tra fallimenti e terremoto : "SAN FRANCESCO BELLINI DA VALLECASTELLANA".... Se questo è il suo spirito per il mio modesto parere si può pure disimpegnare. Grazie grande Taicoon


MARIO78 05 Febbraio 2018 18:56

Io non ho sentito le frasi del Presidente era troppo tardi ,ho solo sentito l'annuncio della presentatrice che diceva che alla DS c'era il Sig Bellini Presidente dell'Ascoli e il calciatore Carpani. Ho letto i resoconti- E' apprezzabile il fatto che l'Ascoli dopo molti anni torni a partecipare alla popolare trasmissione della DS . Speriamo che il tasto usato del terremoto, dei disagi causati etc. impietosisca il sistema calcistico e il sistema arbitrale.Noi vogliamo il giusto- Sabato a Novara abbiamo avuto un arbitraggio giusto, forse anche un tantino in piu', altri arbitri minimo un rigore contro l'avrebbero fischiato invece l'arbitro ha dato simulazione al giocatore del Novara-Adesso bisogna fare punti con tutti- Sabato viene l'Empoli uno squadrone ma mai dire mai ... quante volte abbiamo battuto la Juventus l'Inter il MIlan etc.etc. ...Forza Mister Cosmi siamo nelle tue sapienti mani.


asnkvola 05 Febbraio 2018 18:59

Ci siamo rafforzati? Sci,sci mo vide Empoli e Frosinone come ce rafforza.......


Pippo la scopa 05 Febbraio 2018 19:05

Caprò, che è il tema del tuo gruppo mascherato?
Sei da crepare dal ridere


Bianconero 05 Febbraio 2018 20:08

Purtroppo ti sei circondato di alcune persone che non interessa l Ascoli ma solo lo stipendio così non si va da nessuna parte


Fermano Bianconero 05 Febbraio 2018 21:04

Volevo dire una cosa che da tifoso ascolano mi ferisce.
Sabato ero a Novera, a fine partita il presidente insieme a cardinaletti è passato in mezzo al campo per raggiungere gli spogliatoi, noi eravamo ancora nel nostro settore.
Non ha nemmeno girato la testa verso di noi.
Dopo una vittoria così è la cosa più brutta che potevamo vedere, questo è il clima creato da quel bravo dirigente che lo scorso anno ci ha mandato la primavera a Monte Urano, pur di non far fare gli autografi da Cacia ai nostri figli. Una vergogna. Presidente Bellini ci hai delusi, ti tieni stretto chi ti ha messi contro la tua gente. Ma come ti viene in mente?
Orgogliosi di aver fatto 1000 km per il picchio al fianco dei nostri fratelli bianconeri
Sabato contro l'Empoli il del duca deve essere una bolgia
Fermano Bianconero


Luciano 05 Febbraio 2018 21:15

Vogliamo un presidente senza aerei...che ama e rispetta la sua gente
Tre anni sono passati e per il terremoto non hai fatto nulla. Se devi continuare ad avere questi atteggiamenti puoi anche andare via subito.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni