Moto2, primi test per Fenati a Valencia: ''Sono molto contento, miglioramenti costanti''

Redazione Picenotime

09 Febbraio 2018

Romano Fenati

Ecco il comunicato ufficiale del Marinelli Snipers Team dopo i primi test ufficiali della stagione in Spagna con il 22enne pilota ascolano Romano Fenati impegnato in Moto2.

"Tempi di tutto rispetto per Romano Fenati e Tony Arbolino in questi primi test dell'anno sul circuito di Valencia. Non montiamoci la testa. Un passo alla volta. Ci vuole calma, questo è certo, ma non si può non sorridere dopo queste due intense giornate di lavoro (la prima saltata a causa del maltempo). Una serenità che fa bene a tutti, ai piloti, alla squadra, ai supporter. Dopo la pausa invernale Romano sembra un altro sulla Kalex. Rinvigorito dalla preparazione atletica (il pilota di Ascoli ha messo su qualche kg di muscolatura anche se è arrivato a Valencia con qualche acciacco alla schiena), Romano ha chiuso la 3 giorni di test nella top ten (nono e a soli 0.9s dal best time) e si è messo alle spalle molti piloti, alcuni dei quali con più esperienza di lui nella categoria di mezzo. Ottimo lavoro anche per il suo compagno di box. In sella alla Honda Moto3, Tony si è trovato subito a suo agio con il nuovo telaio. Il lavoro principale della squadra è stato all'anteriore per migliorare il feeling in frenata. Sforzi che hanno dato i suoi frutti. Il giovane di Garbagnate milanese ha chiuso settimo, a 0.333s da Martin, il più veloce della categoria cadetta sul circuito valenciano".

Romano Fenati: "Il primo approccio nel test è stato indubbiamente positivo. Abbiamo saltato il primo giorno a causa del maltempo, ma ieri e oggi abbiamo girato bene. Sono davvero molto contento perché i miglioramenti sono stati graduali e costanti. Siamo stati veloci e abbiamo lavorato tanto e bene. Adesso andiamo a Jerez concentrati, con tanta voglia di imparare e di andare forte".

Tony Arbolino: "Tutto molto bene, sono soddisfatto del lavoro fatto con il team in queste due giornate. Ho tanto feeling con la moto e so di essere maturato, sotto tanti punti di vista, rispetto ai primi test di novembre, merito anche della preparazione atletica svolta durante la pausa invernale. Sono riuscito a guidare come piace a me e a tenere un buon ritmo anche girando da solo".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni