Mignini presenta Frosinone-Ascoli: “Ciociari a caccia del bottino pieno aspettando il miglior Dionisi”

Redazione Picenotime

14 Febbraio 2018

Rolando Mignini

Abbiamo affidato alla penna del giornalista Rolando Mignini la presentazione dalla sponda giallazzurra del match Frosinone-Ascoli in programma Domenica 18 Febbraio allo stadio "Stirpe" per la 26esima giornata del campionato di Serie B.

Il Frosinone è tornato a mani vuote da Bari, un campo storicamente ostico per la squadra ciociara. Non è un caso, infatti, che nell'impianto pugliese, in 8 precedenti, abbia perso in sette circostanze e pareggiato una volta sola. La sconfitta del Palermo tra le mura amiche contro il Foggia ha però in parte attutito il disco rosso del "San Nicola" ed ha rialzato il morale dell’ambiente frusinate, con il margine di tre punti sui siciliani che è rimasto invariato.

A Bari il Frosinone ha espresso una prestazione non all’altezza delle ultime, battuto  dopo 16 turni utili esaltato da cinque vittorie di fila nell’ultimo periodo. Sicuramente dopo una striscia così importante poteva anche starci di steccare una partita.  Contro  l’Ascoli i giallazzurri punteranno al bottino pieno ma attenzione, mai dare nulla per scontato nonostante  la differenza in classifica. Ogni match ha una sua storia ed una sua anima, questo lo sanno benissimo anche Longo e tutti i giocatori e la squadra di Cosmi si giocherà fino in fondo le sue carte.

All’andata, al "Del Duca", i ciociari non offrirono una brutta prestazione, l’Ascoli fu pericoloso in più di un’occasione anche se alla fine la compagine di Longo portò via i 3 punti grazie una prodezza di testa di Terranova nei secondi finali. Una sconfitta che lasciò sicuramente amarezza fra gli ascolani, che ora avranno voglia di riscatto anche in considerazione della sconfitta con l'Empoli.

Bisogna analizzare con attenzione quali saranno le scelte tattiche e tecniche di Longo, tenendo in considerazione il periodo negativo di Dionisi che in questa stagione non riesce a ripetersi sui livelli dello scorso campionato, un fattore che il Frosinone paga in maniera pesante. A Bari si poteva avere di più da questo attaccante dalle grandi qualità. Sulle scelte Longo non dovrebbe discostarsi dalla formazione consueta che ruota intorno alla cerniera di centrocampo formata da Chibsah e Maiello, che dettano i tempi e recuperano i palloni, con Ciano sempre bravo ad innescare le due punte Dionisi e Daniel Ciofani o a cercare lui stesso delle conclusioni da lontano, basti guardare l’ultima sua prodezza contro il Pescara che ha permesso al Frosinone di sbloccare la partita.

Sulle fasce non dovrebbero esserci sorprese con Beghetto da una parte e l'ex Matteo Ciofani dall'altra, ma sulla destra Paganini è ormai completamente recuperato e potrebbe essere preso in considerazione da Longo. Il pacchetto arretrato sarà formato dai soliti tre difensori centrali che sono Brighenti, Ariaudo e Terranova, con Bardi tra i pali.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni