Foggia-Ascoli Picchio 3-0, i momenti chiave della partita

Redazione Picenotime

13 Aprile 2018

Foggia-Ascoli 3-0

Dopo quatto risultati utili consecutivi l'Ascoli cade allo stadio "Zaccheria" di Foggia nel primo anticipo della 35esima giornata di Serie B. Rossoneri in vantaggio già 2-0 nel primo tempo grazie ai gol di Deli e Mazzeo, poi nella ripresa viene espulso Agazzi per fallo da ultimo uomo su Deli. Entra Lanni che para il rigore a Mazzeo ma sul corner seguente la squadra di Stroppa cala il tris con Loiacono. Arriva al 17esima sconfitta in campionato per il Picchio che resta a quota 36 punti in vista del prossimo impegno interno contro il Parma.




© Riproduzione riservata

Commenti (25)

REZA 13 Aprile 2018 23:50

Dio dove ascoli di una volta. Bruto passo.


Foggia rossonera 14 Aprile 2018 05:21

Ciao ciao pikkio buon ritorno nella serie di competenza samb Fano e tante altre vi aspettano


Paolo65 14 Aprile 2018 06:20

REZA, Cambia sport il calcio non è per te.
Sai di cosa parlo.


Jack Cdl 14 Aprile 2018 07:39

Ancora Gigliotti??? Ma vi rendete conto di cosa combina??? Io non lo farei giocare manco a tresette al circolo anziani!!! Quisse c' lu 25 seste...esce de scartina e cerca l'asse !!! È fatte segna' pure Loiacono!!!


Gianni 14 Aprile 2018 09:06

L'arbitro non conosce il regolamento, torni a scuola. Sul fallo del portiere che procura un rigore non c'è più l'espulsione visto che ci sarebbe la tripla sanzione (rigore, espulsione e squalifica).
Inoltre su gol secondo Zambelli commette fallo con un calcione da dietro a Gigliotti e su Monachello c'è un evidente fallo da rigore.
In conclusione con la Var finiva 1-1 e l'arbitro ha un bidone di immondizia al posto del cervello.
Poi vabbè abbiamo giocato male e il Foggia ha giocato meglio.


WALL_E 14 Aprile 2018 10:04

concordo con Gianni


ALAN 14 Aprile 2018 10:46

foggia rossonera siete tanti allo stadio e complimenti ma tu in testa hai solo un neurone e neanche tanto sveglio! Fatti vedere ma da uno BRAVO!!!


carlo 14 Aprile 2018 10:56

Pronti il due fisso del Parma


foggiano 14 Aprile 2018 11:03

ragazzi fate i seri, vi attaccate ad un presunto rigore. Sembrate la Juve, non avete visto palla e doveva finire con risultato più ampio. Avete fatto un solo tiro in porta


Giuseppe da cagliari 14 Aprile 2018 11:44

Caro foggiano il calcio è fatto di regolamenti se questi vengono calpestati da un incompetente di arbitro il rigore su monachello c'era e il rigore per Foggia c'era però il regolamento dice che non c'è più espulsione. Qui non stiamo a lamentarci perciò GIANNI ha ragione. Se dava il rigore a monachello tutto l'altro è aria fritta. Per l'altro foggiano fatti visitate.


Aries47 14 Aprile 2018 12:20

Fossi parte della dirigenza del Picchio farei reclamo per errore tecnico dell'arbitro! NON esiste l'espulsione del portiere se concedi il rigore! Questo è incompetenza e dobbiamo ringraziare il designatore che ritengo il maggior responsabile della situazione arbitrale! Gli arbitri devono almeno conoscere il regolamento! Su Monachello, il rigore era SOLAREEEEE! Diceva un gobbetto che a pensdar male si fa peccato, ma spesso ci si prende e in questo caso che la partita debba essere rigiocata x errore tecnico non ci piove CAPITO SIG: DESIGNATORE CONTRO IL PICCHIO?


simosbn74 14 Aprile 2018 12:24

Sconfitta meritata, squadra indecente, notevole passo indietro, l’espulsione e il rigore possiamo pure parlarne fino a domani eri sotto 2-0 e avresti perso comunque dato che tu cammini è il Foggia corre. Sicuramente sarà colpa dei tifosi anche qui... vero mengoni?


L'ASCULA' 14 Aprile 2018 13:01

ONORE AI VINTI
di Michele Caggiano

Il match si è appena concluso con la rotonda affermazione dei rossoneri. I satanelli confermano l’ottimo momento di forma liquidando la pratica Ascoli con i gol di Deli, Mazzeo e Loiacono in una partita mai stata in discussione che ha rilanciato le aspirazioni dei ragazzi di Stroppa alla conquista sul campo di un posto playoff.
L’esito dell’incontro rinfranca il tifoso foggiano che torna a casa con il cuore colmo di speranza e si prepara con ottimismo ad affrontare la settimana che porta al derby con il Bari.
A prescindere dal risultato, tuttavia, appare evidente che stasera si è vissuta una bella serata di sport.
E a dare spettacolo oggi è stato il pubblico, tutto.
Dei supporters rossoneri ormai si è detto di tutto e di più, probabilmente ponendo troppa enfasi sui (pochi) deprecabili episodi negativi senza rendere giustizia all’enorme passione di un popolo che sostiene a prescindere i propri colori e rivendica con orgoglio l’appartenenza ad un territorio. Ovunque siano stati, i foggiani hanno raccolto consensi per i numeri, per il calore, per la passione.
Usciti dal tunnel della serie C dove le partite, per i più svariati motivi, si giocano di fatto senza mai avere la possibilità di confrontarsi con le altre tifoserie, ci siamo catapultati in una dimensione dove i tifosi ospiti seguono numerosi la propria squadra del cuore.
Lo Zaccheria li ha accolti tutti (tranne quelli dell’Avellino, fermati da assurde decisioni in materia di ordine pubblico) riconquistando la dignità di uno stadio di calcio. Mai come stasera, tuttavia, si è percepita nei tifosi ospiti la stessa passione nel sostenere i propri colori che noi foggiani ben conosciamo.
Da Ascoli ne sono giunti 400, hanno preso posto nello spicchio della “Nord” a loro riservato ed hanno incitato la propria squadra dal primo all’ultimo minuto nonostante la debacle. Nessun coro contro la città che li ospitava e i suoi tifosi, nessun guanto di sfida alla curva avversaria, nessuna offesa gratuita. Nei canti degli ascolani una sola parola, Ascoli, coniugata in diverse forme da una curva chiassosa e allo stesso tempo disciplinata che ha dato maggior lustro ad uno stadio il cui pubblico storicamente fa spettacolo a sé.
La tribuna foggiana ha gradito, partecipato, e alla fine ha riconosciuto in quella gente la stessa passione che la contraddistingue tributando un sincero applauso ai supporters avversari che hanno continuato a cantare anche quando lo stadio era ormai vuoto.
E’ stata, dunque, una bella serata di sport, per una volta impreziosita dalla performance della tifoseria ospite. Un ottimo spunto da cui partire nella settimana che porta al derby ed un monito a tutti quelli che affermano che gli sfottò tra le curve siano il sale di una partita di calcio.
Tanto di cappello ai tifosi dell’Ascoli. Onore ai vinti!

FORZA PICCHIO.


fabrizio becattini 14 Aprile 2018 13:24

attaccarsi all arbitro dopo una partita del genere vuol dire non essere obbiettivi
il foggia ha giocato al calcio con la grinta che avrebbe dovuto giocare l ascoli
l ascoli escluso che con ternana e bari poi è riuscita sempre ad andare in bambola ,carpi non la considero nemmeno
e ieri non segnavi neanche se facevano un terzo tempo
e nemmeno se la porta era da bandierina a bandierina
e vero che il terzo cambio è stato forzato ma continuare a insistere con varela per lasciare fuori ganz o clemenza vuol dire giocare sempre o quasi in 10


Aries47 14 Aprile 2018 16:09

Beccantini, La partita persa non c'entra nulla con quello che ho scritto. Non ho neppure visto la partita, ma solo poco più di due minuti di racconto giornalistico. Tre cose però sono evidentissime: l'arbitro ha commesso un errore tecnico (non ci piove da regolamento) Il rigore su Monachello era evidentissimo, la squadra ha giocato molto male e il Foggia ha mmeritato di vincere. Sono curioso di sapere cosa ne pensa la dirigenza arbitrale sull'errore NON DI VALUTAZIONE di un episodio, ma proprio di regolamento infranto!


Marco Santarelli 14 Aprile 2018 16:11

La sconfitta di ieri ci riporta con i piedi x terra dopo le ultime 2 prestazioni.
Comunque niente catastrofismi, la strada è in salita ma siamo padroni del nostro destino'.
Abbiamo 4 partite in casa dobbiamo vincerle la salvezza passa al Del Duca anche perché questa squadra in trasferta è poca cosa.
Saluti.


OBIETTIVO 14 Aprile 2018 16:30

MA COME SI FA' A NON VEDERE CHE N. 2 RETI
CI SONO 2 GIOCATORI DEL FOGGIA IN FUORIGIOCO.......
PURTROPPO GLI ARBRITI SONO SCADENTI COME LE
PERSONE CHE COMANDANO IN LEGA................GENTE
SCARSAMENTE PROFESSIONALE........ VERGOGNA...........
NEMMENO NEL TERZO MONDO SI VEDONO CERTE COSE............


Lu.pe 14 Aprile 2018 16:48

Io dico sempre che finché non c'è la matematica non siamo retrocessi.


GIA'54 14 Aprile 2018 16:48

A Fabrizio becattini. Niente di personale ma .........
credo che tu abbia una motivazione personale, che non c'entri niente con il calcio su Varela altrimenti non capisco il risentimento verso questo giocatore anche quando da 4 partite a questa parte - escluso ieri- è stato tra i migliori - trovando sempre un motivo per chiamarlo in causa in maniera negativa. Mi colpisce ancora di più questo tuo insistere in una critica sistematica e a questo punto o personale o senza senso come se fosse sempre il peggiore in assoluto di questa squadra.
Credo ancora di più nella tua malafede ricordando a tutti che sei stato il solo ad aver difeso Petrone e ancora continui a farlo anche quando era indifendibile (come allenatore naturalmente ). Esiste una libertà di giudizio per carità ma dovrebbe esistere pure una censura per chi come te spesso usi due pesi e due misure. Preciso meglio: una cattiveria gratuita e sistematica verso questo giocatore e una esaltazione verso un allenatore che credo ad Ascoli sia simpatico e stimato - ribadisco come allenatore - solo a te.


fabrizio becattini 14 Aprile 2018 19:56

scusa aries 47 ma il mio era un discorso in generale che non faceva riferimento al tuo post
un saluto


fabrizio becattini 14 Aprile 2018 21:12

gia 54
se vuoi fare dei commenti su quello che scrivo
ti invito vivamente a leggerli bene invece di provare a mettermi in cattiva luce
io su varela ho sempre parlato del suo modo di giocare a pallone e per il ruolo che avrebbe dovuto ricoprire all ascoli doveva essere l uomo in piu anzichè in meno e non sono mai entrato sul personale anzi ho sempre elogiato la sua serietà bensi non condivida tatuaggi e affini
non mi pare di risparmiare critiche anche verso gli altri io dico sempre quello che penso e in ogni caso varela non solo non lo conosco ma non l ho neanche mai incontrato quindi il personale sta solo nelle tue fantasie
e per quanto riguarda le censure non mi pare di essere ne cattivo ne offensivo ma solo obbiettivo perlomeno da come vedo e giudico le cose che naturalmente e per fortuna non combaciano con le tue vedute
dormici su buonanotte


REZA 14 Aprile 2018 21:21

Paolo perche non stai zito un po. Ne che capici tanto tu stai zito e tifa che meglio se no vai a tifare foggia che meglio per noi. Sono i tifosi come te che oortano sfiga.


fabrizio becattini 15 Aprile 2018 07:35

non avevo analizzato bene il tuo post
ma x fare chiarezza di invito a stare molto attento a quello che scrivi e il modo in cui lo fai , prima di parlare di malafede


giovanni 15 Aprile 2018 10:50

Su questo forum ognuno porta le sue impressioni, ora è diventata una cosa scientifica, tra l'altro su scelte fatte dalla Società cioè da colui che mette i soldi ed i suoi più stretti collaboratori, pertanto al tifoso irrazionale proprio xche tifoso non rimane altro che condividere o meno l'operato e dire di tizio e Caio, questo purtroppo è quando una Società blasonata come l'Ascoli passa di mano in mano senza portarsi dietro l'esperienza accumulata soprattutto nel ventennio ai maximi livelli con il Presidentissimo, ed ogni volta ricominciare daccapo con gente più o meno capace. Un esempio razionale è quello di piccole squadre, vedi Empoli, Chievo, società' venute fuori dopo l'Ascoli ma che è un trentennio che giocano ai vertici con la loro forza e con un vivaio ottimo, cosa che da noi era il fiore all'occhiello con Il Presidente Rozzi che metteva cuore capacità professionalità e soldi. Il resto si può criticare quanto si vuole ma con questi ultimi saltimbanci c'è poco da sperare. Bei tempi quando dal NS vivaio uscivano fuori Iachini, Schiavi, Agostini, Scarafoni,ecc.


Aries47 15 Aprile 2018 17:30

Beccantini. Buona serata a lei.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni