IL QUESTORE DI ASCOLI PUNISCE COL DASPO IL CALCIATORE-TEPPISTA

Redazione Picenotime

27 Marzo 2013


Lo scorso 9 Marzo il calcio dilettantistico del Sud delle Marche è stato scosso dall'incredibile episodio di violenza accaduto nel corso dell'incontro di calcio tra Veregra e Ricreativo Porto Sant'Elpidio che si è tenuto allo Stadio Comunale "Cesare Bardini" di Montegranaro per il girone I del campionato di Terza Categoria.

Contrariato dall'espulsione emessa nei suoi confront dal giudice di gara per un grave fallo commesso nel corso del secondo tempo del match in questione, un giocatore della squadra locale, C.G., ha colpito violentamente al volto l'arbitro, stordendolo e facendolo cadere a terra, per poi infierire ulteriormente sullo stesso con due pugni alla nuca. Date le precarie condizioni psicofisiche del direttore di gara si rendeva necessario sospendere la partita e richiedere l'intervento di personale dell'Arma della locale Stazione dei Carabinieri al fine di scongiurare turbative per l'ordine e la sicurezza pubblica.

A seguito del grave episodio il Questore di Ascoli Piceno, Dott. Giuseppe Fiore, ha emesso nei confronti del medesimo giocatore del Veregra (C.G. classe 1975) il divieto di accesso per due anni agli impianti sportivi, ai sensi dell'articolo 6, comma 1, della legge 13 Dicembre 1989 numero 401, così come modificato dalla legge del 4 Aprile 2007, numero 41. Il provvedimento contempla inoltre il divieto per l'atleta di accedere anche a tutte le competizioni calcistiche, anche amichevoli, che si terranno nel territorio nazionale e all'estero, se disputate dalla nazionale di calcio o compagini italiane.

Come noto il Giudice Sportivo del Comitato Provinciale della Figc aveva già inflitto, per lo stesso fatto, alla società del Veregra la sanzione sportiva della perdita della partita con risultato di 0-3 e la contestuale squalifica del C.G. per cinque anni, con preclusione definitiva in qualsiasi rango o categoria della Figc.
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni